L'aumento dell'abuso di alcol in India

La convenienza e l'ingiustizia portano gli indiani sulla via dell'abuso di alcol senza la possibilità di conoscere le conseguenze delle loro azioni.

L'aumento dell'abuso di alcol in India ft

"Un tempo in cui mi tremavano le mani se non bevevo."

La società indiana maschera un'oscura verità riguardo all'abuso di alcol.

Il consumo di alcol nei paesi in via di sviluppo come l'India risulta essere una grave dipendenza.

I cittadini ignorano i problemi di salute mentale e fisica a causa della loro mancanza di consapevolezza dell'alcolismo.

Con diverse politiche relative all'alcol in ogni stato dell'India, queste ne controllano la produzione, le vendite e i prezzi.

Tuttavia, la BBC ha scoperto che l'India consuma più di 663 milioni di litri di alcol, un aumento dell'11% dell'abuso di alcol dal 2017.

Secondo IWSR Drinks Market Analysis, infatti, "l'India è il secondo maggior consumatore di superalcolici (whisky, vodka, gin, rum, tequila, liquori), dietro la Cina".

L'Alcol and Drugs Information Center India, un'organizzazione non governativa nello stato meridionale del Kerala, ha scoperto che negli ultimi 20 anni l'età media di iniziazione è scesa da 19 a 13 anni.

Ciò è dovuto alla promozione del consumo di alcol da parte dei mass media come propaganda rivolta ai giovani.

Le pubblicità relative al consumo di alcol presentano giovani o celebrità "brave" che bevono beatamente. In effetti, il file Lancetta ha scritto:

"Le multinazionali hanno identificato l'India con i suoi vasti mercati non sfruttati come uno dei luoghi più ricercati al mondo per gli investimenti".

Monika Arora, direttrice di una ONG per le informazioni relative alla salute tra i giovani, ha aggiunto:

“L'acqua potabile e il succo di mela sono confezionati da aziende di alcolici. Si tratta di far sì che i giovani inizino presto e siano consumatori per tutta la vita. Bollywood i film ora glorificano l'alcol dove bevono i bravi ragazzi ".

Con il 15% dei tumori al fegato nel paese legati al consumo di alcol, l'aumento dell'abuso di alcol nel paese è dovuto alle scelte di vita di coloro che non sono consapevoli delle reali conseguenze.

Alcolismo come malattia mentale

L'aumento dell'abuso di alcol in India - L'alcolismo come malattia mentale

Il Mondo Salute L'organizzazione [OMS] considera l'alcolismo una malattia mentale. Tuttavia, la maggior parte delle persone in India non è consapevole di questa conoscenza.

La mancanza di assistenza è diventata un problema immenso per la società indiana. Questo punto è sollevato da Quinta:

“Solo una persona su 38 che riferisce di dipendenza da alcol riceve un trattamento. Solo una persona su 180 che denuncia la dipendenza da alcol viene ricoverata in ospedale per affrontare la propria dipendenza.

"Di coloro che sono dipendenti dall'alcol in India, solo il 2.6 per cento riceve cure e lo 0.5 per cento viene ricoverato in ospedale per cure".

In generale, è molto difficile per le persone colpite accedere al trattamento.

Il consumo di alcol è associato al 70% di tutte le malattie del fegato nell'ILBS gestita dal governo. Allo stesso modo, il 15% dei tumori al fegato è dovuto all'abuso di alcol.

Difatti, Il dottor SK Sarin, direttore di ILBS, ha dichiarato:

"20 anni fa, la forma più comune di malattia del fegato in India era l'epatite B. Da allora si è verificato un mare di cambiamenti, con le persone che soffrono di Alcolico Malattia del fegato (ALD) di tipo grave che non si vede nemmeno in occidente. "

Quando istituzioni mondiali come l'OMS hanno iniziato a considerare l'alcolismo come una malattia mentale, il governo avrebbe dovuto fornire un piano d'azione.

Il Ministero della Giustizia Sociale e dell'Empowerment afferma che la loro strategia consisteva nell'avere un centro di disintossicazione in ogni indiano quartiere. Tuttavia, dei 24 distretti, solo 11 hanno seguito la strategia.

Sebbene l'abuso di alcol possa influire gravemente sulla salute mentale, il ricovero in ospedale e l'assistenza psichiatrica sarebbero in grado di aiutare.

Ma la realtà è arrivata.

La dott.ssa Jateen Ukrani, consulente psichiatra presso il Centro di neuropsichiatria PsyCare di Delhi, afferma:

“Ci sono solo 4,000 psichiatri e 900 psicologi clinici nel nostro paese! È il momento necessario perché il governo smetta di trascurare la salute mentale dell'India e si concentri sullo sviluppo di più manodopera ”.

I fatti reali

L'aumento dell'abuso di alcol in India: i fatti reali

La BBC ha registrato un recente studio su tutto il mondo liquore consumo. Ha dimostrato che tra il 1990 e il 2017 l'uso annuale di liquori da parte di un adulto è cresciuto da 4.3 a 5.9 litri, con un aumento del 38%.

L'autore dello studio Jakob Manthey ha spiegato l'aumento dell'abuso di alcol:

“Il numero di persone con un reddito sufficiente per l'acquisto di alcolici ha superato gli effetti delle misure volte a ridurre i consumi”.

Fonti di Lancet affermano una serie di fatti incredibili riguardo all'abuso di alcol in India.

In effetti, il 45% di tutti i liquori venduti in India viene acquistato dai residenti degli stati meridionali dell'India. Non è stato sorprendente quando la ricerca ha chiamato Ala di Crisil scoperto dove stavano scomparendo le rupie.

"Il 10% delle loro entrate proviene dalle tasse sulla vendita di liquori."

Naturalmente, questo è dovuto ai prezzi degli alcolici birra - cadere negli stati a basso reddito, rispetto ai lati superiori.

Le prove del NIMHANS dimostrano che i poveri bevono più di quanto guadagnano. La quantità media di denaro speso per l'alcol ha superato lo stipendio mensile di chi ha la dipendenza.

The Lancet ha descritto questo come "una spirale mortale di alcol e debiti".

Tuttavia, sembra che la cattiva salute sia anche un fattore importante che influenza l'abuso di alcol, in particolare nella classe operaia indiana. Il signor Manthey ha infatti detto:

"Sono sempre più rilevanti per la salute pubblica in India e l'aumento del consumo di alcol non farà che pronunciare questa tendenza".

Ma cosa significa questo per Società indiana? Dove li colloca nel mondo? Si è scoperto che l'India è il consumatore numero uno di whisky, in tutto il mondo.

In effetti, una bottiglia di whisky su due portate nel mondo, viene ora venduta in India. Il consumo di whisky è quindi tre volte quello del numero due, gli Stati Uniti.

Anche quando il consumo globale di alcol è diminuito nel 2018, l'India è aumentata del 7% nel mercato mondiale del whisky.

Ciò significa che lasciare che l'alcol diventi accessibile in luoghi ingiusti, porta i lavoratori direttamente sulla via dell'abuso di alcol senza nemmeno una minima possibilità di conoscere le conseguenze delle loro azioni.

Quando la loro vita non può essere resa più difficile, la scelta dell'abuso di alcol potrebbe portarli a un punto di non ritorno.

Combattere l'abuso di alcol

L'aumento dell'abuso di alcol in India - Combattere l'abuso di alcol

Yogendra Yadav ha proposto un piano nazionale per la graduale riduzione dell'abuso di alcol in India.

È il leader del partito Swaraj India, quindi rafforzerebbe le leggi esistenti sulla vendita e la vendita al dettaglio di alcolici. In questo modo, i ricavi delle vendite verrebbero utilizzati per impedire alle persone di bere.

Tuttavia, rendere il consumo di alcol una questione morale solleva un problema con i liberali.

È considerato "controproducente" imporre il divieto di alcol sulla libertà di scelta, poiché ciò porta il mercato nero fiorire.

Tuttavia, al contrario, Pratap Bhanu Mehta ha sostenuto:

"Se ci teniamo davvero alla libertà, dobbiamo anche mettere in discussione la nostra dipendenza dall'economia culturale e politica dell'alcol e trovare percorsi intelligenti per aggirare un problema complesso".

Sebbene le persone abbiano la libertà di bere, ciò non significa che la loro libertà invaderà i diritti degli altri.

Allo stesso modo, la libertà di bere non dovrebbe influire negativamente sulla propria routine quotidiana.

Tuttavia, combattendo abuso di alcol sembra essere estremamente difficile. Con l'11% degli indiani che bevono in modo incontrollato, rispetto al 16% in tutto il mondo, le ragioni diventano ovvie.

The Lancet ha spiegato che l'industria indiana dell'alcol influenza notevolmente i processi politici, sia come rappresentanti ma anche come donazioni.

Inoltre, poiché 1/5 delle entrate proviene dalla tassazione sull'alcol, gli stati esitano a prevenire un consumo eccessivo di alcol.

Tuttavia, gli esperti affermano che l'India perderà molto di più di quanto guadagni se continuerà.

Vivek Benegal, assistente professore di psichiatria al NIMHANS, ha spiegato il ruolo della politica nell'abuso di alcol.

"A causa dell'opportunità politica che circonda il proibizionismo, ciò che non viene considerato sono le strategie di riduzione della domanda".

“I ricercatori di NIMHANS hanno calcolato che i costi diretti e indiretti attribuibili a dipendenza da alcol è più del triplo dei profitti della tassazione sull'alcol ”.

Ciò significa che l'India rimarrà concentrata su coloro che ne hanno estrema necessità, piuttosto che sulla prevenzione dell'alcolismo. Il Professore continua:

“Questa situazione significa che la politica ufficiale si concentra solo sul 4% della popolazione maschile adulta alcol-dipendente. Ignora il 20% della popolazione che è "a rischio" di grave abuso di alcol ".

È un dato di fatto, il capo dell'AIIMS Rajat Ray ha ammesso:

“Il trattamento dell'alcolismo è una priorità bassa negli indiani settore sanitario"

"Solo 600 medici sono stati formati per curare l'abuso di alcol negli ultimi dieci anni".

"È visto come un comportamento deviante dalla maggior parte dei medici: una situazione senza speranza che non è gratificante da trattare e quindi non c'è motivazione o incentivo finanziario per i medici a lavorare in questo campo".

Per iniziare l'ennesima battaglia contro l'abuso di alcol, sperando che sia l'ultima, il governo indiano si è posto un obiettivo.

Tramite AIIMS, impiegheranno 4 anni per formare 1000 medici e paramedici, 500 infermieri per specializzarsi nel trattamento dell'abuso di alcol.

Dopo la formazione, saranno distribuiti nei distretti ospedalieri dell'India, al fine di aumentare l'accesso alle cure.

Centri per la disassuefazione

The Rise of Alcohol Abuse in India - 3-months De-Addiction Centers

Allo stesso modo, la Società per la promozione della gioventù e delle messe (SPYM) concentrerebbe i centri governativi per la disintossicazione su bambini, donne e persone svantaggiate.

Il capo dell'Advocacy and Government Affairs presso l'Organizzazione delle Nazioni Unite per Droga e criminalità, Samarth Pathak, ha parlato della lotta all'alcolismo. Egli ha detto:

“L'abuso di sostanze in qualsiasi forma, che si tratti di droghe illecite o alcol, è dannoso per la salute e il benessere dell'utente e della comunità.

“È un ostacolo alla sicurezza e allo sviluppo di un paese e influisce negativamente sull'agenda della sostenibilità globale.

"L'impatto negativo è a carico non solo dell'utente, ma anche della famiglia e della comunità".

Le persone che soffrono di alcolismo e qualsiasi altra dipendenza correlata, saranno iscritte a un centro di disintossicazione. Con un periodo massimo di 3 mesi, i pazienti saranno aiutati a superare la loro dipendenza.

L'osservatore Mahi Goyal ha raccontato la parte più triste di questo progetto, accompagnato dal dottor Jateen Ukrani.

“L'età al consumo della prima bevanda in questi casi è di circa 13 anni, ma entrano in trattamento un decennio più tardi a causa di vari fattori.

“Dovrebbero essere prese misure per identificare e trattare questi bambini all'inizio della loro vita adolescenza in modo che le complicazioni vengano prevenute in seguito. Solo così possiamo garantire un'assistenza preventiva efficiente ".

È un dato di fatto, una volta lasciati, i pazienti torneranno nello stesso ambiente pressante che li ha portati alla loro dipendenza in primo luogo.

Il volontario Rohan Sachdeva è stato d'accordo. Tuttavia, Sachdeva ha aggiunto che il tempo limitato potrebbe non essere sufficiente per il recupero di tutti i pazienti. Queste le sue parole:

“Ogni paziente è un caso diverso e prenderà il proprio tempo per guarire.

"Mentre il terapie forniti dal centro fanno miracoli nel trattamento, il limite di tempo di tre mesi non riesce a fornire un aiuto completo a molti pazienti.

"Il paziente non dovrebbe decidere quando si sente meglio ad uscire dal centro?"

Impatti sulla vita quotidiana

L'aumento dell'abuso di alcol in India - Impatti sulla vita quotidiana

Nel 2012, 1/3 degli incidenti stradali mortali sono stati attribuiti a guidatori ubriachi.

NIMHANS ha scoperto che nella città di Bangalore, circa il 28% delle lesioni causate da incidenti stradali erano correlate all'alcol. Questo anche perché circa il 40% dei conducenti era intossicato.

Korlakunta et al. ha scoperto che "il comportamento ad alto rischio era più comune tra le persone dipendenti da alcol e gli incidenti stradali erano i più frequentemente osservati".

Secondo il National Mental Healthy Survey, il 10% degli uomini adulti abusava di alcol nel 2015-2016. Inoltre, il 60% dei decessi correlati alla cirrosi epatica erano dovuti anche all'abuso di alcol.

Ma non è solo la salute degli utenti a risentirne. L'abuso di alcol è fortemente correlato alla violenza domestica, motivo per cui donne rurali furono i più grandi sostenitori del divieto.

In effetti, la violenza domestica contro i bambini e le donne influisce notevolmente sulla loro vita quotidiana.

L'istruzione dei bambini verrà interrotta e le donne cercheranno di proteggere i loro familiari. Questa interruzione tra le relazioni metterà a dura prova la comunicazione e le conseguenze seguiranno.

Il Dipartimento di Medicina di Comunità in Tamil Nadu ha scritto un articolo specifico in relazione all'alcolismo. Quello che segue è un breve estratto:

“Si è riscontrato che le persone dipendenti dall'alcol spendevano più soldi di quanti ne guadagnavano.

“Sono stati costretti a contrarre prestiti per spendere le loro spese legate al consumo di alcol.

"In media, 12.2 giorni lavorativi sono stati persi a causa dell'abitudine e circa il 60% delle famiglie è stato sostenuto finanziariamente dal reddito di altri membri della famiglia".

Allo stesso modo, secondo l'OMS, il numero di casi mortali all'anno è in aumento. Questo perché il governo non riesce a prevenire i 3.3 milioni di decessi correlati all'alcol che si verificano ogni anno.

Tuttavia, l'incoraggiamento può essere la chiave per salvarli. In effetti, il contesto non clinico nei centri di disintossicazione incoraggerebbe i pazienti a formare gruppi di supporto e terapie - insieme.

Le storie vere

L'aumento dell'abuso di alcol in India - Le storie vere

Le persone abusano dell'uso di alcol per una serie di motivi. Tutto può cambiare in una notte, con un sorso.

Il cambiamento è costante. Ma con il cambiare dei giorni, cambiano anche le abitudini.

Vijay Vikram ha trovato il coraggio e la forza per condividere la sua storia di alcolista. Le sue parole incoraggianti hanno lasciato i suoi lettori senza parole.

“Era il 1999 quando ho bevuto per la prima volta la birra. Avevo 21 anni e questa era la prima volta che bevevo alcolici. Allora volevo diventare un ufficiale dell'esercito.

“Ho superato l'esame scritto diverse volte, ma ogni volta che andavo per il colloquio venivo rifiutato. Di conseguenza, ho iniziato a bere molto; l'alcol è diventato una parte della mia vita. Sono stato ancora abbastanza fortunato da finire il mio MBA e trovare un lavoro.

“Era il 2004, un periodo in cui le mie mani tremavano se lo avessi fatto non beveva. La mia giornata è iniziata e finita con l'alcol. "

Il signor Vikram ha spiegato come nel 2005 gli è stata diagnosticata una grave pancreatite e insufficienza renale.

"Avevo il 20% di possibilità di sopravvivenza."

Tuttavia, con il trattamento appropriato, tutti gli organi colpiti hanno iniziato a funzionare e rispondere. Gli ci sono voluti 45 giorni per essere dimesso e 8 mesi per iniziare a condurre una vita normale.

“A volte, mi sentivo come se volessi porre fine alla mia vita a causa del dolore lancinante. Ma quando ho pensato alla mia famiglia, volevo vivere solo per loro ".

Con speranza, ha ricostruito la sua carriera e ha lavorato a Mumbai. Nel 2009 ha lavorato con alcuni dei più grandi produttori indiani TV shows. Ha detto che in futuro mira a diventare un presentatore sportivo e un attore.

Il signor Vikram è senza alcol dal 2005 e Satyamev Jayate lo ha aiutato a trovare l'ispirazione per raccontare la sua storia al mondo.

“A coloro che stanno combattendo l'alcolismo e la depressione, voglio dire che niente può impedirti di vivere.

"Anche questo deve passare."

Anche questo passerà, disse il signor Vikram. Qualcosa di così breve e tuttavia così potente, dimostra quanta volontà è necessaria per superare le dipendenze.

Anche le donne bevono

L'aumento dell'abuso di alcol in India - Anche le donne bevono

“Ci si aspetta così tanto da noi, ma ci viene detto 'non lamentarti, non arrenderti, continua a spaccare e ad allungarti'. Alla fine, l'elastico scatta e si rompe. "

Ha detto una donna in via di guarigione - la sua storia È dopo.

In effetti, non sono solo gli uomini a essere colpiti. Non sono certo solo loro. Le statistiche potrebbero dire che il loro numero è inferiore, ma anche le donne bevono.

"Non c'è niente di affascinante o poetico sull'alcolismo nelle donne."

I numeri non possono mai raccontare le loro esperienze. I numeri sono influenzati da visioni stereotipate delle donne. Anche le donne stesse possono considerarsi tali stereotipi.

L'ha detto lei stessa.

“Pensavo che l'alcolismo nelle donne fosse un unicorno: solo gli uomini diventano ubriachi. Le donne sono sempre ritratte mentre sorseggiano mimose durante il brunch o eleganti bicchieri di vino rosso con le tue amiche dopo il lavoro.

“Non era nemmeno la prima volta. Ho avuto i postumi di una sbornia al lavoro, mi sono persino addormentato alla scrivania. Avevo già alienato familiari e amici preoccupati. Questo era il mio fondo.

"L'alcol ha riempito questa fossa di ansia e bassa autostima."

Tuttavia, ha anche scritto il modo in cui il bere ha cambiato ogni parte di lei.

“Tutte le nostre serate sono finite con me che dovevo essere riportato a casa. "Voglio uscire ma non sarò la sua baby sitter" sentivo le persone commentare.

"Mi ha solo spinto a bere di più per sentirmi meno."

Ma poi la sua famiglia se ne accorse e mise in dubbio il suo improvviso cambiamento. Ha spiegato come "gli alcolisti diventano professionisti nel nascondere la loro dipendenza".

Era un'ironia oscura leggere come riusciva a padroneggiarla manipolazione, ed è stata costretta a mentire a sua madre.

“È solo stress per il lavoro, mamma, sei ridicola. Tutti i ventenni si sentono così. Quell'odore è solo il profumo, sai che hanno tutti una base alcolica? "

Quello era un periodo della sua vita in cui il suo unico desiderio era quello di comprare una "bottiglia poco costosa di desi tharra".

"Avevo solo 28 anni, ma ho bevuto la mia vita."

Dopo un serio colloquio di vita con suo zio medico, le fu data la possibilità di andare alle riunioni degli Alcolisti Anonimi.

Ha capito che le persone attribuiscono vergogna alle donne che soffrono alcolismo, perché hanno perso il controllo che avrebbero sempre dovuto avere.

Il consulente per la salute mentale Urvashi Bhatia ha spiegato perché questo accade: perché c'è vergogna legata al bere donne?

"Se non possiamo prenderci cura di noi stessi, come saremo buoni per gli altri?"

“L'alcol è considerato poco femminile. Quindi, quando lottiamo con esso, vogliamo nasconderci al fallimento di essere una "brava donna". "

Ma anche questo passerà. Anche la donna anonima ha detto questo:

“Ora mi sento più leggero, anche con il demone delle bevande seduto sulla schiena.

“Non esitare a cercare aiuto. L'alcolismo nelle donne è una malattia come le altre e sei un campione se riesci a superarlo da solo, ma non è necessario. "

Si possono trovare cure e aiuto. Le esperienze degli utenti in recupero dimostrano che è tempo di mettere da parte il giudizio e iniziare ad aiutare, aiutando davvero.

In questo modo, il signor Pathak conclude questo articolo, con la preoccupazione di lasciare che queste parole penetrino in profondità nelle nostre anime, 'per risuonare dentro di noi come società prima che sia troppo tardi per la nostra nazione tossicodipendenti. '

“Una risposta forte all'abuso di sostanze deve avere il punto cruciale, una strategia basata sulla salute pubblica, incentrata sui diritti umani.

“Questo significa guardare oltre le statistiche e vedere non“ il tossicodipendente ”, ma“ l'essere umano che ha bisogno del nostro aiuto ””.

Bere e l'abuso di alcol in India è un problema che non è specifico di uno stato, background o status sociale. È presente in tutti i ceti sociali della società indiana.

L'aiuto e il supporto in un paese come l'India sarà sempre una sfida. È una sfida per qualsiasi nazione con un problema di questo tipo.

Ma prima sarà riconosciuto dalle autorità e, cosa più importante, da persone sofferenti che hanno bisogno di aiuto, il problema sarà ancora difficile da controllare.

Bella, un'aspirante scrittrice, mira a rivelare le verità più oscure della società. Esprime le sue idee per creare le parole per la sua scrittura. Il suo motto è: "Un giorno o il primo giorno: la tua scelta".