Le abitudini di consumo di alcol tra gli studenti asiatici

La vita universitaria continua ad essere legata al consumo eccessivo di alcol. Come influisce questo sugli studenti asiatici britannici? Scopriamo di più.

Come "Drink Spiking" sta influenzando le donne asiatiche britanniche - f

C'è un'aspettativa che gli studenti si ubriachino.

Il forte consumo di alcol tra gli studenti nel Regno Unito è diventato una norma e una parte importante dell'intera esperienza universitaria per molti individui.

Molti studenti associano fortemente la vita universitaria al consumo eccessivo di alcol.

Questa associazione potrebbe ancora esistere a causa del fatto che alcuni si aspettano che gli studenti bevano e alla fine si ubriachino.

Bere di proposito per ubriacarsi, per molti studenti, fa parte della cultura e dello stile di vita dell'università.

Sebbene il consumo di alcol sia relativamente comune tra gli studenti dell'istruzione superiore, ci sono ancora molte persone che scelgono di non bere affatto alcolici.

Ciò potrebbe essere dovuto a una serie di motivi. Questi includono la scelta personale, la fede e la religione, i problemi di salute sottostanti e le opinioni della famiglia.

Cultura del campus

Le abitudini di consumo di alcol tra gli studenti asiatici - campus

Quando si pensa all'università, ci sono alcune aspettative e aspetti dell'esperienza che vengono sempre in mente.

In primo luogo, il passaggio dal trasferimento da casa a un alloggio per studenti lontano dalla famiglia, di solito per la prima volta.

In secondo luogo, l'aspetto accademico e di apprendimento generale dell'istruzione superiore.

Il terzo è l'esperienza degli studenti e un nuovo stile di vita. Questo, per alcuni studenti, può includere bere e sperimentare farmaci.

L'esperienza studentesca stereotipata può creare pressione sui nuovi studenti per abbracciare e partecipare attivamente alla cultura del campus.

Questo in definitiva glorifica il bere eccessivo e l'uso di droghe.

All'università, la cultura del bere è integrata e percepita come una parte importante dell'intera esperienza.

Uno studio della National Union of Students (NUS) nel 2018 ha rilevato che il 79% degli studenti dell'istruzione superiore concorda sul fatto che bere e ubriacarsi fa parte della cultura universitaria.

Inoltre, il 76% ha affermato che c'è un'aspettativa che gli studenti si ubriachino.

L'atmosfera di festa e la vita notturna all'università sono diventate anche uno dei motivi per cui alcuni individui sono attratti dall'iscrizione in primo luogo.

Peer Pressure

Le abitudini di consumo di alcol tra gli studenti asiatici - coetanei

Uno dei principali fattori che contribuiscono al consumo eccessivo di alcol è l'influenza dei coetanei o la pressione dei pari.

A volte può essere difficile ignorare le pressioni sociali.

La pressione dei pari può avere un'influenza significativa sulle azioni e sulla mentalità di uno studente riguardo all'alcol.

La pressione dei pari durante l'università può essere particolarmente catastrofica in quanto può portare a comportamenti malsani relativi al consumo di alcol, in futuro dopo l'istruzione superiore.

Può verificarsi in vari modi in relazione al bere.

Incoraggiare fortemente un altro studente a bere o offrire alcolici sono entrambi esempi di come può verificarsi la pressione dei pari in un contesto sociale come una festa.

Cercare di adattarsi a un certo gruppo sociale è anche un esempio di come funziona la pressione dei pari.

DESIblitz parla in esclusiva con Pawan Grewal della sua esperienza con la pressione dei pari durante l'università.

Pawan ha detto:

“Quando ero all'università, rifiutare un drink era visto come un rifiuto di far parte di un gruppo.

“Quindi, mi sentivo come se non avessi altra scelta che bere per entrare in sintonia e mantenere le mie amicizie, soprattutto durante il mio primo anno di università.

“Non sono mai stato un grande bevitore prima dell'università e non avevo intenzione di bere molto durante la laurea. È piuttosto ironico perché ero fuori a bere ogni sera durante la Freshers Week e poi quasi tutte le sere dopo.

“Non mi è piaciuto farlo ma non ho potuto farne a meno; è diventata solo un'abitudine di non perdere mai un evento sociale e cercare di stare al passo con i miei "amici".

“Se potessi tornare indietro nel tempo, avrei sicuramente provato molto di più a rifiutare di bere così tanto.

"Mi sono reso conto che certe amicizie vanno alla deriva e cedere alla pressione dei coetanei era ridicolo perché sto meglio senza quelle persone ed era tutto essenzialmente per niente."

La percezione che tutti bevono può influenzare gli individui a prenderne parte. Ciò può portare a una sensazione temporanea di inclusione e appartenenza.

Questa forma indiretta di pressione dei pari di solito colpisce quegli individui che si sentono fuori luogo o non fanno parte della folla.

Ricorda che le percezioni sociali sono spesso interpretate male.

Uso improprio di alcol

Le abitudini di consumo di alcol tra gli studenti asiatici - uso improprio

Per alcuni individui, bere alcolici è necessario quando si è in un contesto sociale e si incontrano nuove persone.

L'alcol può rendere le situazioni sociali più facili e gestibili per coloro che tendono a lottare in nuovi ambienti.

Mentre alcuni potrebbero vedere l'alcol semplicemente come un antistress. Può essere qualcosa a cui partecipare perché sembra che tutti lo stiano facendo.

Indipendentemente dai motivi per cui gli studenti bevono, l'assunzione di alcol in unità continua ad aumentare.

L'assunzione di alcol raccomandata a settimana è di 14 unità. Tuttavia, secondo The Scholarship Hub, gli studenti in tutto il Regno Unito hanno una media di oltre 20 unità a settimana.

Simran Sahota ha detto:

“Mi piace bere e socializzare con le persone. Ho sicuramente superato il mio limite un paio di volte quando sono stato fuori, ma cerco di mantenere tutto con moderazione.

“Ho perso lezioni e seminari ma come studente, non penso di fare niente di pazzo.

“I miei genitori sanno che bevo anche se non ne parliamo mai veramente.

"Non approvano ma penso che sappiano che come studente che vive lontano da casa, sperimenterò e proverò cose diverse e non possono davvero fermarmi."

Ci sono una serie di rischi a breve e lungo termine legati al consumo eccessivo di alcol.

Gli effetti collaterali a breve termine comportano disidratazione, perdita di memoria e nausea. Considerando che, gli effetti a lungo termine includono problemi respiratori e malattie del fegato.

Oltre agli effetti collaterali fisici, anche le abitudini di consumo eccessivo come il binge drinking possono avere un effetto negativo salute mentale e benessere.

Rohan Singh condivide l'impatto che l'alcol ha avuto sulla sua salute fisica e mentale.

Rohan dice:

“Mi sono visto rapidamente diventare dipendente dall'alcol e immergermi nella vita notturna quando ero uno studente.

“Ho sempre amato uscire con i miei amici e incontrare nuove persone quando ero fuori, ma il bere mi è sempre sfuggito di mano.

“Mi sono abituato a ammalarmi dopo le uscite serali, a saltare le lezioni la mattina dopo ea litigare costantemente con i compagni. È diventata la norma.

“È arrivato al punto in cui non mangiavo correttamente e bevevo non appena mi svegliavo. Ho anche perso molto peso e ho dovuto visitare il mio medico di famiglia numerose volte.

"Sono stato coinvolto anche con la droga durante il mio secondo anno e tutto è andato in discesa da lì."

"La mia salute mentale è precipitata a un certo punto quando stavo pensando di lasciare l'università perché ero così indietro con il lavoro e mi sentivo in imbarazzo ad affrontare la mia famiglia."

È probabile che uno studente universitario su cinque abbia un disturbo da uso di alcol diagnosticabile secondo un rapporto sul binge drinking dall'Office of National Statistics.

Uso di alcol e asiatici del sud

Le abitudini di consumo di alcol tra gli studenti asiatici - asiatici del sud

Per molti sud-asiatici che vivono nel Regno Unito, bere è una parte della loro vita, nonostante le norme e le aspettative culturali.

L'alcol sembra essere un argomento tabù. Tuttavia, per la comunità dell'Asia meridionale, molte persone bevono a porte chiuse e tendono a minimizzare la quantità e la frequenza.

Per molti studenti asiatici britannici, bere è diventato una norma anche durante l'università, poiché sembra che tutti lo facciano. È facilmente accessibile grazie alle offerte di alcolici degli studenti nei supermercati e nei nightclub.

La grande maggioranza degli eventi sociali per gli studenti ruota attorno all'alcol, quindi può essere difficile non essere coinvolti.

Alcuni studenti asiatici britannici hanno fatto ricorso a mentire ai loro genitori e a non rivelare le loro abitudini di consumo di alcol a causa della potenziale disapprovazione e vergogna.

Questa segretezza che coinvolge l'alcol tra studenti e genitori asiatici britannici è fin troppo comune.

Jagdeep Padda ha detto:

“Nessuno dei miei parenti stretti beve così puoi capire perché mi piace tenere le cose nascoste.

“Ho sperimentato l'alcol durante il mio secondo anno e non ho intenzione di smettere. Comincerò presto il mio terzo anno e non credo che ci sia niente di sbagliato nel bere finché posso tenerlo sotto controllo.

“Bere uno o due drink mi ha aiutato a rilassarmi e ad eliminare lo stress, soprattutto quando avevo molti compiti e corsi da completare.

“Non l'ho detto ai miei genitori perché so che avrebbero reagito negativamente ed è una scelta personale se bevo o no. Non ho niente contro di loro, ma a questo punto non possono prendere decisioni per me ".

Nella comunità dell'Asia meridionale, il consumo di alcol è talvolta percepito come permesso solo ai maschi della famiglia.

Nonostante il numero crescente di donne asiatiche britanniche che bevono nel Regno Unito, è ancora visto come un tratto indesiderabile.

Maya Bassi dice:

“Mi ero appena laureato quando la mia famiglia iniziò a cercare di sistemare il mio matrimonio.

“Ho incontrato diverse persone ma non sembrava uscirne nulla finché non ho incontrato qualcuno che sembrava quasi perfetto.

“Le nostre famiglie erano d'accordo e abbiamo iniziato a uscire insieme. Entro una settimana, la famiglia del ragazzo si ritirò.

“Un loro parente aveva apparentemente visto alcune foto di me quando ero studente in discoteche e con un drink in mano sui social media.

"Ero così arrabbiato per il modo in cui sono stato trattato."

“Se la situazione si fosse ribaltata, nessuno avrebbe detto niente. Esistono doppi standard e questo ne è stato un perfetto esempio ".

È preoccupante apprendere che il consumo eccessivo di alcol è ancora fortemente radicato nella cultura universitaria.

Le università dovrebbero considerare e affrontare il problema del consumo eccessivo di alcol attraverso campagne e attività sicure e responsabili.

Per cambiare l'atteggiamento negativo e l'impatto associato al bere, le università dovrebbero cercare di istruire meglio gli studenti riguardo al bere con moderazione.

L'implementazione di campagne sul consumo di alcol all'università avrà anche il potenziale per fare la differenza e rendere gli studenti più consapevoli.

È anche importante ricordare che nessuno dovrebbe sentirsi spinto a bere e fare feste se non è il loro tipo di cose.

Si potrebbero anche creare e promuovere più eventi sociali che non comportano il consumo di alcolici per garantire che le esigenze di ogni studente siano soddisfatte e soddisfatte durante i loro studi.

L'alcol può e deve essere consumato dagli studenti, ma solo se consumato in modo responsabile e con moderazione.

Se desideri parlare con qualcuno del tuo consumo di alcol, è disponibile il supporto:

Alcolisti Anonimi: 0800 9177 650

AI-Anon: 0800 0086 811

Nacoa: 0800 358 3456

CALM: 0800 58 58 58

Linea di beva: 0300 123 1110



Ravinder è laureato in giornalismo. Ha una forte passione per tutto ciò che riguarda la moda, la bellezza e lo stile di vita. Le piace anche guardare film, leggere libri e viaggiare.

Immagini per gentile concessione di ED Times, Study Breaks Magazine, Freepik, EF





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale console di gioco è migliore?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...