Capire la differenza tra senza latticini e veganismo

Con la crescente popolarità delle diete alternative, osserviamo le diete prive di latticini e vegane mentre esploriamo la differenza tra loro.

Capire la differenza tra senza latticini e veganismo - f-2

"Buonissimo anche il latte vegetale"

Le diete alternative sembrano essere di gran moda al giorno d'oggi, con quelle senza latticini e vegane che stanno davvero aprendo la strada.

C'è qualcosa per soddisfare tutti e i loro gusti personali.

Le aziende stanno anche approfittando dell'opportunità di offrire alternative al proprio elenco di prodotti. La cena non è mai stata un'esperienza così flessibile e inclusiva.

Tuttavia, molte persone spesso non riescono a capire la differenza tra essere vegani e poi essere senza latticini.

Molti considerano queste parole come descrizioni diverse della stessa cosa.

Questo è un malinteso molto comune. Sebbene possa essere un errore spensierato, la confusione su questi termini può effettivamente portare ad alcune conseguenze dannose.

Veganismo

Comprendere la differenza tra senza latticini e veganismo - 1

Essere considerato un 'vegano' significa non concedersi alcun prodotto che derivi da un animale.

Ciò include carne, latticini, uova e pesce ovvi. Tuttavia, si estende ulteriormente dato che ci sono molti aromi e altri prodotti alimentari che vengono presi dagli animali.

Questi includono miele, carminio (colorante preso dai coleotteri), gelatina e colla di pesce (budella di pesce usata per filtrare birra e vino).

A parte le ovvie scelte dietetiche, il veganismo si estende oltre ciò che viene consumato.

È anche considerata una scelta di vita, in cui gli individui mirano a proteggere gli animali e il loro benessere. Fa parte di un movimento che cerca in ogni modo di abolire la crudeltà verso gli animali.

Pertanto, essere vegani può spesso influenzare le proprie decisioni così come i comportamenti di acquisto.

Ad esempio, i vegani compreranno solo prodotti cruelty free. Questo è quando i marchi non hanno utilizzato alcuna forma di test sugli animali in nessun momento durante il processo creativo.

Ciò si estende anche ai prodotti stessi e ai loro ingredienti. I vegani eviteranno tutto ciò che contiene lanolina, presa dalla lana di pecora alla cera d'api.

Inoltre, l'evitare di acquistare pelle o seta dato che derivano entrambi da esemplari viventi.

I vegani eviteranno anche di partecipare ad attività come andare in uno zoo o in un acquario poiché l'etica di questi può spesso essere messa in discussione.

Con il benessere degli animali in prima linea nel loro ragionamento, i vegani lo considereranno molto nel processo decisionale.

Molti scelgono anche la dieta vegana per il suo ambientalismo. Si dice che il pascolo eccessivo del bestiame, in particolare, per sfamare la popolazione mondiale in continua crescita, sia la causa principale del cambiamento climatico.

Secondo un articolo di L'indipendente, La scrittrice Olivia Petter ha affermato che: “Il veganismo è il modo più grande per ridurre l'impatto ambientale sulla terra.

"Eliminare carne e latticini dalla dieta potrebbe ridurre l'impronta di carbonio di quasi il 73%".

Con molti che cercano di aiutare il pianeta, molti lottano anche per mantenere una dieta rigorosamente vegana. Pertanto, il veganismo flessibile è stato esplorato sotto i termini "flexitarian" e "a base vegetale'.

Questi non significano necessariamente eliminare qualsiasi cosa da una dieta, ma semplicemente ridurre o limitare i consumi.

Con la crescente popolarità delle persone che scelgono alternative al latte rispetto a un'opzione casearia standard e le aziende che acquistano nella dieta, le persone stanno felicemente optando per la scelta vegana dove possono.

Dairy-Free

Comprendere la differenza tra senza latticini e veganismo - 2

Senza latticini non significa necessariamente "vegano" o "vegetariano". Molte persone scelgono di non consumare latticini e continuano a mangiare carne, pollame e pesce.

Questo differisce enormemente dal veganismo nel senso che è esclusivamente una scelta dietetica. Viene spesso seguito per intolleranze o allergie ai latticini.

Bupa Sanità ha affermato che: “Si ritiene che 1 bambino più grande e adulto su 10 abbia un'intolleranza al lattosio. È anche più comune in alcuni luoghi/aree del mondo come il Sud America, l'Africa e l'Asia".

Le allergie ai latticini tendono ad essere più comuni tra i bambini, mentre le allergie al lattosio sono molto comuni negli adulti.

È importante notare che c'è anche una differenza tra senza latticini ed essere intolleranti al lattosio.

Il lattosio è uno zucchero che si trova naturalmente nei latticini, quindi l'individuo può ancora consumare latticini privi di lattosio.

D'altra parte, l'allergia ai latticini è un'intolleranza ai prodotti lattiero-caseari nel loro insieme. Pertanto, coloro che ne soffrono devono essere estremamente attenti al cibo che consumano.

Per chi soffre di allergie ai latticini, la separazione dei prodotti è fondamentale così come l'area in cui viene preparato il cibo.

È molto importante che i prodotti siano fabbricati in luoghi dove non ci sono assolutamente tracce di latticini.

Laddove etichette di veganismo come "possono contenere tracce" spesso non sono dannose per il consumatore, perché senza latticini, è tutto il contrario.

Ci sono stati casi di decessi causati dal consumo sconosciuto di latticini.

Nel 2017, Owen Carey è morto dopo aver mangiato pollo al latticello presso la catena britannica Byron Burger.

Nonostante avesse informato il personale delle sue allergie, è stato indotto in errore a credere che l'hamburger fosse ok per lui da mangiare.

Owen subì uno shock anafilattico e morì. Dopo un'indagine, il ristorante non ha dichiarato gli allergeni sotto l'hamburger che Owen aveva ordinato.

Di conseguenza, non è solo responsabilità del singolo, ma anche le aziende sono ugualmente responsabili della dichiarazione degli allergeni e della corretta commercializzazione dei loro prodotti e servizi.

A parte le allergie, alcuni scelgono di rinunciare ai latticini per motivi legati alla pelle. Normalmente è il primo punto di riferimento per i dermatologi a suggerire questo.

Ha detto la dottoressa Harshna Bijlani, un'esperta di pelle di Mumbai Vogue rivista: “Da bambini, i nostri sistemi sono progettati per secernere enzimi che digeriscono il latte, ma man mano che cresciamo, la nostra capacità di digerire il latte si riduce.

“Anche la qualità del latte è diversa al giorno d'oggi, poiché la domanda è cresciuta. Di conseguenza, alle mucche vengono iniettati vari ormoni per aumentare la produzione di latte e soddisfare i bisogni”.

Sfortunatamente, questi ormoni sono poi nel prodotto finale che viene consumato. Il dottor Bijlani ha poi spiegato come questi ormoni come il fattore di crescita simile all'insulina 1, vengono poi assorbiti dal corpo umano.

Può causare la sovrapproduzione di sebo, con conseguente macchie e infiammazione della pelle.

Pertanto, si consiglia a molti di ridurre il consumo di latticini quando cercano di schiarirsi la pelle.

Carenza di vitamine

Comprendere la differenza tra senza latticini e veganismo - 3

Spesso vengono sollevate preoccupazioni quando un individuo sceglie di omettere i prodotti dalla propria dieta. Questa è la paura che non assumano la dose giornaliera raccomandata di vitamine e ne diventino carenti.

Questo problema ha risuonato maggiormente con la comunità vegana, in particolare con la vitamina B12 che è ricca di carne, calcio dai latticini e proteine ​​da carne, pesce e uova.

Dopo aver intervistato il dottor Mohammed Qasim, un medico di famiglia delle West Midlands, ha deciso di chiarire queste esitazioni: "Assumendo una dieta come vegana o priva di latticini, non significa necessariamente che sarai carente di vitamine.

“Tuttavia, quando si omette qualsiasi fonte tradizionale di vitamina dalla dieta, è importante rimanere consapevoli e leggermente più attenti al consumo di cibo.

“Detto questo, molte persone, indipendentemente dalla scelta dietetica, possono lottare per mantenere i livelli vitaminici se non seguono una dieta variata.

“Prima di cambiare, consiglierei di fare alcune ricerche sugli alimenti alternativi da cui puoi reperire queste vitamine.

“Consiglierei anche di assumere un integratore quotidiano per completare questo. Ce ne sono molti fantastici sul mercato specificamente rivolti ai vegani e senza latticini.

“Al giorno d'oggi anche i tipi di latte vegetale sono molto buoni in quanto sono fortificati con calcio e altre vitamine. I vegani, così come quelli senza latticini, non avranno difficoltà all'interno di questo reparto come hanno fatto in passato".

Indubbiamente, con le aziende che introducono costantemente nuovi prodotti e soddisfano diverse scelte dietetiche, essere vegani o senza latticini è abbastanza facile da mantenere.

Queste diete sono molto diverse in termini di ciò che costituiscono.

Per coloro all'interno delle industrie che lavorano a stretto contatto con il cibo, la salute o semplicemente conoscono qualcuno che mantiene una di queste diete, è utile essere consapevoli.

Le differenze sono abbastanza significative e in alcuni casi potrebbero causare una situazione di vita o di morte.

Naomi è una spagnola e laureata in economia, ora aspirante scrittrice. Le piace brillare di luce su argomenti tabù. Il suo motto di vita è: "Credi di poterlo fare e sei a metà strada".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale stile di capelli da uomo preferisci?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...