7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Nonostante debbano affrontare critiche e disapprovazione in una rigida società del Kashmir, questi influencer stanno cambiando il modo in cui le donne stanno forgiando la carriera.

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

"Non ho paura di morire"

L'incantevole valle del Kashmir potrebbe non essere il primo posto che viene in mente quando si pensa agli influencer popolari.

Eppure, contro ogni previsione – e spesso contro i desideri delle loro famiglie – un gruppo di donne resilienti sta usando il potere dei social media per forgiare la propria carriera come modelle, designer e fotografe. 

Nel braccio di ferro tra India e Pakistan, il 97% della popolazione del Kashmir è composta da residenti musulmani. 

Alcune convenzioni e ideologie regnano sovrane in questo ambiente, quindi difficilmente ci si aspetterebbe l’emergere di aspiranti modelli o personalità di Internet.

Tuttavia, dal 2018, ha preso piede una notevole trasformazione, con circa 30 donne che si sono avventurate nel mondo della modellazione professionale, principalmente tramite Instagram.

I loro sforzi, lungi dall’essere semplici progetti di vanità, hanno svolto un ruolo fondamentale nello stimolare gli affari per marchi di abbigliamento locali, aziende di cosmetici e truccatori.

Queste donne non solo hanno abbracciato le luci della ribalta, ma hanno anche imparato a sopportare le critiche e persino l’odio con incrollabile determinazione.

Provengono da contesti e strati sociali diversi, diventando parte di una comunità unita che vuole ritagliarsi una nicchia nel mondo e renderla grande.

Uno di questi individui è il fotografo Amir Mir.

Mir, un tempo broker assicurativo, ha fatto il salto audace nella fotografia di moda a tempo pieno e oggi raccoglie ricompense quotidiane che eclissano i suoi precedenti guadagni mensili.

In un mese frenetico, si imbarca in circa 15 progetti, quasi 10 dei quali dedicati a marchi locali, a testimonianza del boom della scena della moda in Kashmir.

Tuttavia, il percorso verso la fama è tutt’altro che privo di ostacoli.

Questi influencer spesso si trovano in contrasto con genitori agitati, fratelli protettivi o fidanzati che disapprovano.

Agli occhi della società, questo ambito rimane una ricerca controversa.

Nonostante le sfide, alcune sfilate di moda hanno abbellito le strade del Kashmir, con il sostegno del governo.

Tuttavia, nel marzo 2021, decine di donne hanno denunciato che una sfilata di moda era un “atto vergognoso”.

Ma le ragazze sono scese in campo per difendere questo settore e le scelte degli influencer che ora stanno infrangendo i tabù in Kashmir.

Una di queste è la specialista delle risorse umane Sumehra Farooq. 

È stata spinta a provare a fare la modella da suo marito e ora usa il suo Instagram come portfolio privato, ma professionale.

Il blocco del suo profilo è stato effettuato per proteggersi dal trolling online. Ma il miglioramento in lei salute mentale ne ha fatto un utile compromesso.

Instagram non solo ha fornito una piattaforma per i modelli, ma ha anche semplificato il processo di creazione e gestione di attività commerciali in Kashmir. Sumehra osserva saggiamente:

"È un settore fragile, ma non c'è nulla di male nel correre un rischio se si sa che il risultato sarà enorme."

Approfondiamo ulteriormente gli influencer, simili a Sumehra, che non si tirano indietro nel reinventare la ruota per le donne in Kashmir. 

Mehak Bakhsh

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Mehak Bakhsh, originario di Srinagar, è un truccatore il cui viaggio nel mondo dei cosmetici è iniziato in tenera età.

La sua passione per il trucco risale alla sua infanzia e nel 2021 ha mosso i suoi primi passi professionali come truccatrice.

Da allora, Mehak si è affermata come professionista versatile, rivolgendosi a una clientela diversificata che spazia da matrimoni, servizi fotografici di moda e riunioni aziendali.

Mehak crede che il trucco dovrebbe servire a valorizzare la bellezza intrinseca di una donna piuttosto che a nasconderla.

Il suo stile inconfondibile è caratterizzato da un'estetica naturale ed elegante, che spazia dall'incantevole fascino del trucco da sposa all'accattivante mondo degli effetti speciali.

All'età di 27 anni, Mehak riconosce prontamente il potere di trasformazione di Instagram nel suo percorso professionale.

Nel giro di poche settimane dalla creazione del suo profilo, si è ritrovata a collaborare con rinomati influencer e ad attrarre una serie diversificata di clienti.

Da allora, il suo seguito è cresciuto fino a superare i 2000. 

Tuttavia, l’influenza di Instagram va oltre la semplice visibilità; funge da piattaforma per mostrare i suoi talenti artistici, cosa che raramente si vede nell'Asia meridionale. 

Bakhsh mostra con orgoglio la sua gamma, che include trasformazioni affascinanti in personaggi iconici come il Joker di Heath Ledger.

Mentre la pittura del viso gode di riconoscimento in altre regioni, in Kashmir era una forma d'arte in gran parte non sfruttata.

Mehak ammette candidamente:

"L'industria del trucco in Kashmir è davvero diversa."

"Non sapevamo che si potesse fare molto di più, ma Instagram ci ha offerto una prospettiva diversa."

Sebbene Instagram sia stato un vantaggio per queste imprese emergenti, le ha anche rese vulnerabili alle interruzioni.

L’India, che detiene il discutibile primato di leader mondiale nella chiusura di Internet, ha spesso applicato queste misure in Kashmir, in particolare durante i periodi di incertezza politica.

In particolare, nel 2019, il Kashmir ha subito un blocco di Internet durato sette mesi, contrassegnandolo come uno dei casi di questo tipo più lunghi nella storia delle nazioni democratiche.

Ma questo non si fermerà Mehak dall'influenzare gli altri a entrare in questo settore e dall'abbattere gli stereotipi sulle aspettative di bellezza. 

Samreen Khan

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Oltre ai marchi locali, ai truccatori e ai fotografi, i saloni del Kashmir si avvalgono anche dei servizi di modelle.

È proprio così che Samreen Khan, allora diciannovenne, si è assicurata un'opportunità nel 19, grazie al franchising di una catena di saloni indiana operante a Srinagar.

Ma ci sono stati subito problemi. Parlando al South China Morning Post, ha ammesso: 

“Il salone non poteva esporre i loro lavori perché le spose non erano d'accordo che le loro foto fossero pubblicate online a causa di tabù sociali.

"[La mia famiglia] stava tutti chiedendo se mi fossi sposato."

Solo un semplice servizio fotografico ha portato Samreen a diventare il centro dei pettegolezzi nella sua famiglia. Ma la reazione negativa era diffusa anche nella comunità. Lei dice: 

“Ricevo molte offerte oscene da persone del Kashmir [insieme a] commenti offensivi.

"Le persone non capiscono questo tipo di lavoro e la società non è favorevole."

Questo è esattamente il tipo di percezioni che Samreen e i suoi colleghi influencer stanno cercando di cambiare. 

Secondo il modello, queste restrizioni sociali derivano da idee sbagliate obsolete sulla partecipazione delle donne nei settori della moda e del glamour.

Queste idee sbagliate sono state perpetuate dalla televisione indiana e hanno sfruttato le insicurezze e le fantasie maschili, come dice lei:

“C'è il concetto secondo cui devi fare determinate cose per diventare una modella, hostess di volo o attrice.

"I miti hanno avvelenato le menti delle persone."

Mentre Samreen continua a seguire la sua passione per la modellazione e a farlo magnificamente, rivela le sfide che ha dovuto affrontare all'interno della sua famiglia: 

“Mia madre è felice che io possa guadagnare, ma la pizzica quando i parenti la chiamano [e si lamentano] di questo.

“Questo la sconvolge.

“Ho dovuto sentire che nessuno mi sposerà.

“Per questo dico a mia madre che troverò qualcuno che sia il mio tipo. Tuttavia, il matrimonio è l’ultima cosa nella mia lista di cose da fare. Prima devo essere indipendente”.

Indipendentemente dal tipo di abuso che riceve dai suoi presunti cari, ciò non ha influito sui progressi che Samreen sta facendo: i suoi oltre 10,500 follower ne sono la prova.

Ancora più importante, è contenta dei suoi soldi guadagnati con fatica e del numero crescente di modelle di Instagram in Kashmir:

“È una buona cosa guadagnare per te stesso fin dalla giovane età.

"Mi sento soddisfatto dei miei soldi guadagnati con fatica, da guadagnare e spendere per me stesso."

Poiché l’offerta di modelli aumenta insieme alla domanda in Kashmir, Samreen Khan evidenzia l’urgente necessità di un’infrastruttura professionale più solida.

Nei casi in cui le agenzie di modelle locali sono assenti, alcuni individui si offrono volontari per fare il modello gratuitamente, il che, a sua volta, indebolisce coloro che cercano un compenso per i loro servizi.

Muskaan Akhoon

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Forse uno degli influencer e dei modelli più ricercati in Kashmir è Muskaan Akhoon.

Con oltre 12,500 follower, Muskaan ha già trovato fama locale ed è spesso riconosciuto in pubblico come parte di questa comunità in crescita. 

Ma Muskaan ammette che questa notorietà è dovuta al suo duro lavoro: 

“Nessuno mi ha insegnato a posare, nemmeno al primo scatto.

“Se un modello è fiducioso e motivato, può posare e mantenere le espressioni facciali da solo. Ho lavorato duro."

muskaan costa circa 20,205 Rs (£57) al giorno, ma come studente universitario è abbastanza ragionevole. 

La giovane personalità realizza circa 15 scatti al mese, il che significa che il suo reddito è molto più alto dello stipendio mensile medio.

Tuttavia, Muskaan guadagnerebbe molto di più come gli influencer occidentali se piattaforme come TikTok non fossero state bandite. 

È qui che Muskaan è diventato famoso per la prima volta, guadagnando oltre 40,000 follower prima degli scontri al confine in Ladakh nel 2020. 

Ha trasferito i suoi contenuti su Instagram e Muskaan ha iniziato a ricevere offerte di collaborazione da marchi di abbigliamento locali in cerca di modelle per mostrare i loro capi di abbigliamento.

Il suo servizio fotografico inaugurale è diventato una sensazione virale, aprendo le porte a opportunità più retribuite.

Il profilo dell'influencer è diventato un pioniere nell'invitare più donne a esplorare questa carriera.

Parlando del suo viaggio finora, Muskaan non ha perso di vista i suoi veri obiettivi all'interno di questo business: 

“Sono felice di aver potuto aiutare a sostenere la mia famiglia, finanziando allo stesso tempo la mia istruzione”.

“Ma mi è stato detto che i miei cugini maschi non riescono a trovare una coppia [matrimoniale] perché sto portando disgrazia alla famiglia”.

Lei rimane impassibile davanti a questi commenti poiché crede che il posto di una donna non sia solo quello di essere una moglie. 

Sehreen Rumysa

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Sehreen, 25 anni, ha oltre 18,000 follower su Instagram.

Specializzata prevalentemente nell'abbigliamento tradizionale del Kashmir, Sehreen è più di una modella.

Si autoproclama "promotore aziendale, influencer di moda, creatrice di video e blogger". 

È anche una sostenitrice del body positive e ha persino "grassa ma fuoco" e "paffuta" nella biografia del suo profilo. 

Non è un segreto che la comunità dell'Asia meridionale possa essere piuttosto negativa nei confronti degli individui "più grandi". 

Pertanto, il lavoro di Sehreen nel promuovere l'inclusività e nell'impossessarsi delle sue cose in modo impenitente sta facendo miracoli per le persone che "le somigliano". 

Le sue foto stanno anche ampliando la portata dei marchi di moda e dei fotografi del Kashmir grazie alla popolarità di tali immagini.

È facilmente identificabile per molte donne e mostra alla comunità che la moda non è una cosa valida per tutti, ma piuttosto una carriera in cui chiunque può prosperare. 

Ma, Quello di Sehreen il seguito non è arrivato da un giorno all'altro.

Con oltre 400 post, è rimasta coerente e ama rappresentare il Kashmir sul grande palco, il che probabilmente aumenta il suo fascino. 

Aksa Khan

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Aksa Khan è un’orgogliosa modella patriottica che dà potere alle donne con il suo atteggiamento impassibile nei confronti delle opinioni sociali su ciò che le donne “dovrebbero” fare. 

La ventunenne ha affermato che qualsiasi odio o reazione negativa che le donne ricevono, specialmente in Kashmir, è ciò con cui le celebrità moderne devono fare i conti.

Questo non vuol dire che Aksa creda che il suo status sia quello delle leggende di Bollywood, ma nel mondo degli influencer dell'Asia meridionale è sicuramente sulla mappa. 

Parlando alla <i>South China Morning Post </i>, lei spiega: 

“Il modo migliore è ignorarlo e andare avanti.

“Mia madre mi sostiene e questo mi basta”.

Tuttavia, nello stesso articolo, si faceva riferimento a quanto sia difficile per le donne essere prese sul serio, soprattutto dai fotografi uomini.

A volte le giovani donne vengono sfruttate per le loro apparizioni o per il loro seguito. In molti casi, i modelli vengono fatti lavorare in condizioni di caldo, senza cibo e nemmeno un posto dove sedersi.

È noto che alcuni datori di lavoro trattengono denaro o forniscono immagini come pagamento. Aksa afferma: 

"L'ironia è che alcune ragazze ci cascano, sono felici anche solo di pubblicare foto di buona qualità sui loro account sui social media."

Ma è questo tipo di ambiente tossico e di diritto che Aksa e gli altri influencer stanno cercando di sradicare.

Dimostrando come essere più indipendenti come modello del Kashmir, più ragazze sono in grado di controllare la propria carriera. 

Con oltre 24,000 follower su Instagram, Aksa ha realizzato campagne per molti marchi di abbigliamento e trucco. 

Il suo progetto più significativo fino ad oggi è la pubblicità per un hotel a Gulmarg, una popolare destinazione per gli sport invernali nel Kashmir. 

Shalla Munazah

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Shalla Munazah è laureata in giurisprudenza, avendo conseguito la laurea presso la prestigiosa Università del Kashmir. 

È molte cose, come creatrice di video, conduttrice, giocatrice di rugby, sostenitrice e ambasciatrice del marchio di abbigliamento Palavv. 

Shalla ha iniziato il suo viaggio organizzando eventi a Srinagar, cosa che ha sconvolto molto i suoi genitori.

Qualche anno fa, quando espresse il desiderio di assumere il ruolo di conduttrice per uno di questi eventi, suo padre reagì sferrandole un duro schiaffo e lei venne conseguentemente messa in punizione.

I genitori dell'Asia meridionale possono certamente chiudere un occhio sulle carriere che non sono la “norma”. 

C'è lo stereotipo secondo cui molti ragazzi dell'Asia meridionale vengono spinti verso "carriere sicure" come medici, avvocati, ingegneri, ecc.

E, mentre Shalla ha una laurea in giurisprudenza, non è lì la sua passione.

Pertanto, gran parte del suo lavoro sostiene uno spazio più diversificato e inclusivo all’interno di molteplici settori, non solo quelli convenzionali. 

Parlando del suo viaggio fino ad ora, dice:

“È difficile far capire ai nostri genitori che ciò che facciamo là fuori non è malvagio, anche se è così che viene rappresentato dalla società.

“Non mi sono fermato però. Ho continuato a cercare lavoro e alla fine ho ottenuto un concerto in un video musicale che mi ha dato il riconoscimento di cui avevo bisogno.

Il suo progetto più significativo fino ad oggi è stato quello di fare la modella per un'azienda con sede a Londra.

Sottolinea che questa espansione globale ha aiutato i suoi genitori a comprendere le sue scelte, affermando: 

"Presumo che siano orgogliosi di me adesso."

Anche se i suoi genitori si stanno avvicinando, Shalla dimostra che le donne come lei sono in competizione con i predatori del settore. Lei spiega: 

"Alcuni uomini sentono di poter [fare progressi] perché se una donna decide di fare la modella, potrebbe essere disponibile anche per altre cose."

Le donne riferiscono di telefonate frequenti durante la notte, messaggi di testo inappropriati e avance fisiche indesiderate.

Ma gli influencer rimangono positivi sul fatto che questo cambierà ed è una questione di pazienza e di dare l’esempio. 

Mehvish Siddique

7 influencer femminili che infrangono i tabù in Kashmir

Con un seguito su Instagram di oltre 36,000, Mehvish sta facendo grandi passi avanti nel mondo della moda.

Il laureato in ingegneria vuole essere definito un “imprenditore della moda, più che un modello”. 

I suoi social media sono pieni di immagini di vita quotidiana, di stile di vita e di abbigliamento. 

Tuttavia, è anche la fondatrice di Splash by River, un marchio di abiti da sposa con sede nel Kashmir. 

Attivo da più di mezzo decennio, Splash è diventato uno dei marchi più popolari nella regione.

Questa è la base che Mehvish ha utilizzato per costruire il proprio seguito.

Naturalmente, ogni azienda inizia in piccolo. Mehvish si ritrovò a modellare i propri modelli poiché all'epoca non c'erano modelli da assumere. Lei rivela: 

“Nessuna donna nel Kashmir era pronta per questo, e convincere qualcuno dall’India continentale a fare da modello per noi sarebbe stato un affare costoso.

"Ho deciso di fare il modello per il mio marchio e da allora sono rimasto fedele a questo."

Questa decisione è pionieristica per le donne di tutto il paese nel perseguire i propri sogni, anche se ciò significa fare tutto da sole.

In un mondo così frenetico, si fa molto affidamento sull’approvvigionamento di terze parti per fare cose come la creazione di modelli, la consapevolezza del marchio e il marketing.

Ma Mehvish è un esempio di come il duro lavoro e la dedizione alla propria idea siano tutto ciò di cui hai bisogno. Tuttavia, questo viaggio è stato ancora preoccupante. 

Mehvish ha ricevuto una minaccia da un individuo che ha affermato di appartenere a un'organizzazione militante tramite un messaggio diretto su Internet.

Ci sono molti militanti motivati ​​nel Kashmir che spesso minacciano le donne se non aderiscono a determinati vestiti o stili di vita. 

In alcuni casi, le minacce sono affisse sui muri pubblici, soprattutto nei villaggi dove il controllo è dilagante. 

Ma Mehvish ha rifiutato di lasciare che questo ostacolasse le sue aspirazioni, affermando: 

“Ho cancellato il messaggio, bloccato la persona e me lo sono nascosto.

“Non ho paura di morire”.

Con oltre 30 anni di conflitto, il Kashmir ha dovuto affrontare sfide difficili come la chiusura di imprese e il controllo della condotta pubblica delle donne.

Anche negli anni 2000, quando aprirono alcuni negozi come i saloni, prevalsero i tabù sociali. 

Ciò sottolinea il motivo per cui i social media stanno giocando un ruolo così importante in questa nuova generazione di Kashmir. Offre loro carriere in spazi che un tempo erano impensabili. 

Queste giovani donne sono lontane dalle tipiche influencer poiché affrontano e sfidano coraggiosamente tabù oppressivi.

Invece, stanno aprendo le porte affinché l’industria della moda e della modellistica diventino carriere realizzabili in un’area alle prese con uno sconcertante tasso di disoccupazione che è salito al 46% negli ultimi anni.

Questi influencer non stanno solo ispirando un’intera nuova generazione, ma stanno reinventando la ruota per le future donne del Kashmir. 

Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Instagram.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Sachin Tendulkar India è il miglior giocatore?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...