Spoglia la tua mente alla London Sex Exhibition

Una mostra sul sesso lunga un anno, The Institute of Sexology professa di "spogliare la tua mente". Oltre 200 oggetti erotici saranno in mostra alla Wellcome Collection di Londra.

Istituto di sessuologia

"Alcune delle caratteristiche della mostra saranno dimostrabili dal pubblico, incluso l'Accumulatore Orgonico".

Giovedì 200 novembre 20 è stata aperta al pubblico una mostra di sesso che vanta oltre 2014 oggetti erotici.

Gli organizzatori affermano che "The Institute of Sexology", che si tiene presso il museo londinese Wellcome Collection, è la prima mostra nel suo genere nel Regno Unito.

Il co-curatore Honor Beddard ha dichiarato: “L'Istituto di sessuologia presenta lo studio del sesso in tutta la sua complessità e contraddizione.

"Evidenziando il profondo effetto che la raccolta e l'analisi delle informazioni può avere nel cambiare gli atteggiamenti nei confronti della condizione umana, la mostra rivela la nostra comprensione dell'identità sessuale come [una] storia in continua evoluzione".

La mostra, che porta con orgoglio il suo slogan, "spoglia la tua mente", presenterà arte, erotismo, film, fotografia, artefatti medici e altro ancora.

Accumulatore orgonicoAlcune delle caratteristiche della mostra saranno dimostrabili dal pubblico, incluso l '"Accumulatore Orgonico".

Le sopracciglia alzate a questo punto sono completamente comprensibili. L'Accumulatore Orgonico, creato da Wilhelm Reich, in realtà non è così strano come sembra.

L'invenzione è una scatola rivestita in modo riflettente progettata per generare "energia libidinosa vitale" a chiunque vi sieda. A pensarci bene, probabilmente è così strano come sembra.

Un'altra invenzione che solleva le sopracciglia in mostra, è un vibratore del XX secolo (presumibilmente solo per la visualizzazione), che pretendeva di curare tutto, dal comune raffreddore, all '"isteria femminile", attraverso la "vibrazione curativa".

L'Istituto di sessuologia mostrerà anche i lavori dei principali ricercatori nel campo, tra cui i principali sessuologi, Sigmund Freud, Marie Stopes e Alfred Kinsey. I loro studi e lavori controversi sono spesso accreditati per aver sfidato la percezione della sessualità da parte della società.

video

Kate Ford, un'altra curatrice dell'evento, ha dichiarato: “L'Istituto di sessuologia offre una storia complessa e spesso contraddittoria dello studio del sesso, e sottolinea il profondo effetto che la raccolta e l'analisi delle informazioni possono avere nel cambiare gli atteggiamenti nei confronti della condizione umana.

“La mostra presenta diagnosi dattiloscritte accanto a materiale di campagna fatto a mano, grafici scientifici accanto a testimonianze scritte a mano.

"Ma tutti sono coinvolti nel tentativo di liberarci dalla tirannia di idee preconcette sul sesso e suggeriscono che la nostra comprensione delle nostre identità sessuali è una storia in continua evoluzione".

Veedee

Una dichiarazione della Wellcome Collection afferma: "Lo spettacolo indaga su come le diverse ricerche, metodi e raccolte di sessuologi hanno plasmato i nostri atteggiamenti in continua evoluzione verso il comportamento e l'identità sessuale".

L'evento della durata di un anno è il primo di una serie di spettacoli "di lunga durata" che Wellcome Collection intende ospitare.

Ken Arnold, responsabile dei programmi pubblici presso la Wellcome Collection, ha dichiarato: “Gli spettacoli di forma più lunga offrono l'opportunità di far evolvere la nostra esplorazione di un argomento di ampia portata nel tempo e in modo più approfondito di quanto sia normale per musei e gallerie.

“In questo, e nei progetti futuri presentati nella stessa galleria, sperimenteremo l'idea di continuare a curare una mostra dopo che è stata lanciata, fare interventi dal vivo attraverso performance ed eventi, e imparare dall'essere aperti al pubblico.

"Ci auguriamo che 'L'Istituto di sessuologia' diventi un archivio vivente delle storie dei visitatori, stimolando il dibattito e l'auto-riflessione su questo argomento così affascinante e vitale".

La mostra che durerà un anno "evolverà nel tempo", aggiungendo nuove commissioni, eventi dal vivo e spettacoli.

L'Istituto di sessuologia si conclude il 20 settembre 2015.

Zak è un laureato in lingua inglese e giornalismo con la passione per la scrittura. È un appassionato giocatore, appassionato di calcio e critico musicale. Il suo motto di vita è "Tra tanti, un popolo".