Ragazzo pakistano di 4 anni presumibilmente violentato in una scuola privata dal personale

In un orribile incidente, un bambino pakistano di quattro anni è stato presumibilmente violentato da due membri del personale della scuola privata che frequentava a Karachi.

Ragazzo pakistano di 4 anni violentato nella sua scuola privata dal personale f

"La scuola sta cercando di nascondere questo incidente e mantenerlo zitto."

Dopo che un bambino pakistano di quattro anni è stato presumibilmente violentato in una scuola privata che frequentava, una guardia di sicurezza e una donna delle pulizie della scuola sono state arrestate.

Il direttore delle istituzioni private del Sindh, il dottor Mansoob Siddiqui, ha emesso un avviso al preside della Beacon Light Academy, Karachi.

L'avviso è arrivato dopo che sui social media sono emerse segnalazioni di violenza sessuale. Ha affermato che un allievo di quattro anni è stato violentato da due dipendenti della scuola.

Le autorità della scuola sono state invitate a presentare un rapporto dettagliato dell'incidente entro 24 ore dall'emissione dell'avviso.

Un FIR è stato registrato per conto dei genitori del ragazzo. Il nonno del ragazzo ha dichiarato che suo nipote lamentava dolori alla parte bassa dello stomaco dopo il ritorno da scuola.

Sua madre ha scoperto tracce di feci sulla sua uniforme. Quando lo ha interrogato, il ragazzo ha spiegato cosa è successo.

Il 6 novembre 2019, la famiglia è andata a scuola per saperne di più sull'incidente. Il ragazzo pakistano ha identificato i sospetti come Niaz e Zulfiqar. Ha anche identificato la stanza in cui si trovava presumibilmente violentata.

Il ragazzo è stato sottoposto a una visita medica in cui un rapporto iniziale indicava che non c'erano segni evidenti di violenza, ad eccezione dell'eritema (arrossamento) intorno all'ano.

Ha continuato dicendo che i risultati conclusivi saranno confermati solo dopo che è stato pubblicato un rapporto sul DNA.

La polizia ha successivamente arrestato la guardia giurata e le pulizie accusate.

Ragazzo pakistano di 4 anni violentato nella sua scuola privata dal personale

Tuttavia, la scuola ha negato che il ragazzo sia stato violentato dai dipendenti, affermando che il rapporto medico-legale "è risultato negativo, il che non prova lo stupro".

La risposta dell'Accademia ha causato indignazione sui social media, con alcuni che affermano di proteggere i propri dipendenti nonostante siano stati identificati come accusati.

Un utente ha pubblicato una serie di tweet, chiamando la scuola per aver cercato di proteggere i sospetti.

Ha scritto: “La scuola sta cercando di nascondere questo incidente e tenerlo nascosto.

“Non c'è responsabilità, figuriamoci la punizione. È successo sul LORO terreno quando LORO avrebbero dovuto proteggere gli studenti.

"Ma sono impegnati a chiamare i media per stravolgere la storia."

Ha continuato a commentare:

“La scuola non è affatto di supporto in questo caso di stupro di minori e se pensi di poter coprire questo incidente così facilmente ti sbagli.

"Molti genitori non sapevano ancora di questo incidente."

"Le persone devono alzare la voce contro questo incidente e la scuola."

Un portavoce della scuola ha spiegato che sta collaborando con le indagini in corso, ma si è chiesto perché la famiglia della vittima non sia andata prima dal medico.

La Beacon Light Academy ha chiarito la sua cooperazione di polizia sulla sua pagina Facebook, affermando che il nonno del ragazzo ha ringraziato pubblicamente la direzione della scuola per il loro sostegno.

Ma hanno anche detto che le prove contro i lavoratori non si stavano sviluppando.

La scuola ha scritto: "Tuttavia, poiché il caso è in evoluzione, sembra che ci siano prove in declino contro le persone accusate (who un contesto socio-economico basso e hanno poche risorse per impegnarsi in una battaglia legale).

“Il rapporto della visita medica iniziale mostra che non c'è stato alcun tentativo di violenza sessuale.

"Tuttavia, i rapporti sul DNA devono ancora arrivare, quindi non si possono ancora trarre conclusioni".

Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale gioco preferisci?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...