Humza Yousaf “malato di preoccupazione” mentre i suoceri sono intrappolati a Gaza

Il primo ministro scozzese Humza Yousaf ha rivelato che i suoi suoceri sono “intrappolati” a Gaza mentre condannava gli attacchi di Hamas in Israele.

Humza Yousaf rivela che i suoi suoceri sono "intrappolati" a Gaza f

"Non riusciamo a dormire: teniamo costantemente d'occhio i nostri telefoni."

Il primo ministro scozzese Humza Yousaf ha detto che i suoi suoceri sono “intrappolati” a Gaza e teme che “riusciranno a superare la notte oppure no”.

Il signor Yousaf ha detto che i genitori di sua moglie, che vivono a Dundee, si sono recati a Gaza per vedere la madre malata di suo padre.

I genitori di Nadia El-Nakla erano presenti quando Hamas lanciò un attacco a sorpresa contro Israele, uccidendo centinaia di persone.

Il signor Yousaf ha detto: “Come molti sapranno, mia moglie è palestinese.

"Sua madre e suo padre, i miei suoceri, che vivono a Dundee, vivono in Scozia, sono stati a Gaza e sono attualmente intrappolati a Gaza, temo."

Da allora le autorità israeliane hanno detto loro di andarsene perché “Gaza verrà effettivamente cancellata”.

Condannando le azioni “ingiustificabili” di Hamas, Yousaf ha detto:

“Non ci possono essere equivoci riguardo a tale condanna, e il governo scozzese è forte nella sua condanna.

“Quello che purtroppo abbiamo visto è che molte persone innocenti hanno perso la vita nel corso delle ultime 48 e 72 ore.

“Le vite di un israeliano innocente sono per me uguali alla vita di un palestinese innocente.

“Molte persone innocenti da entrambe le parti stanno perdendo la vita e questo non può essere giustificato in alcun modo”.

Parlando della sua preoccupazione, Humza Yousaf ha detto:

“Non riusciamo a dormire: teniamo costantemente d’occhio i nostri telefoni.

“Quando i nostri messaggi arrivano, stiamo aspettando una risposta.

“Sono preoccupato per la mia famiglia. Ci saranno molte persone, inclusa ad esempio la comunità ebraica scozzese, che saranno davvero preoccupate per le loro famiglie in Israele che hanno subito danni.

“I miei pensieri vanno a tutti, perché i civili innocenti non hanno nulla a che fare con il conflitto, non hanno nulla a che fare con il terrorismo di Hamas, non hanno nulla a che fare con la perdita di vite umane e spesso sono loro – persone innocenti – ad essere pagandone il prezzo”.

È stato riferito che oltre 700 persone sono state uccise.

Il signor Yousaf ha detto:

“Nonostante i migliori sforzi del Ministero degli Esteri britannico, nessuno può garantire loro un passaggio sicuro da nessuna parte”.

“Quindi mi trovo in una situazione in cui non sappiamo se mia suocera e mio suocero, che non hanno nulla a che fare – come la maggior parte degli abitanti di Gaza non lo fanno – con Hamas o con qualsiasi attacco terroristico , riuscirà a superare la notte oppure no.

Yousaf ha ribadito che la sua famiglia “non ha nulla a che fare con Hamas”.

Ha spiegato: “Mia suocera è un’infermiera in pensione dell’ospedale di Ninewells, mio ​​cognato che vive a Gaza è un medico, ma loro, insieme a molti altri abitanti di Gaza, potrebbero soffrire punizione collettiva e ciò non può essere giustificato”.

Humza Yousaf è stato in contatto con il Ministero degli Esteri riguardo ai cittadini scozzesi coinvolti nella situazione, ma non sono stati forniti i numeri.

Ha aggiunto: “Qualunque cosa io possa fare per sostenere le nostre comunità ebraiche e musulmane – che avranno entrambe paura di ritorsioni, attacchi, odio – farò tutto il possibile per proteggere le nostre comunità in tutta la Scozia”.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Se sei una donna asiatica britannica, fumi?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...