DESIblitz riflette sui 70 anni della divisione dell'India a Birmingham

Il 1947 segna l'indipendenza dell'India e la nascita del Pakistan. DESIblitz ha organizzato un evento speciale a Birmingham per riflettere "La realtà della partizione" 70 anni fa.

DESIblitz riflette sui 70 anni della partizione dell'India a Birmingham

"Mi piacerebbe che questa materia venisse insegnata nelle nostre scuole ai nostri figli"

Lunedì 14 agosto 2017, DESIblitz ha presentato un evento molto speciale alla Ikon Gallery di Birmingham per commemorare i 70 anni dalla divisione dell'India e dalla creazione del Pakistan nel 1947.

La parte dell'evento di un progetto prodotto da Aidem Digital CIC e DESIblitz.com supportato dall'Heritage Lottery Fund ha evidenziato storie sulla partizione dell'India 70 anni fa.

Le storie sono state raccolte come parte di un film speciale chiamato 'The Reality of Partition' realizzato per il progetto con i residenti di Birmingham e del Black Country che ricordi condivisi di un periodo estremamente traumatico ma che celebrava la libertà e la nascita del Pakistan.

Il film è stato realizzato per il progetto con residenti di Birmingham e del Paese Nero che hanno condiviso ricordi di un periodo estremamente traumatico con una tremenda perdita mentre celebrava la libertà dell'India e la nascita del Pakistan.

L'evento ospitato dalla Ikon Gallery ha attirato un numero fantastico di ospiti che hanno mostrato un grande interesse per questa era della storia indiana.

Con sottili sfumature di musica classica indiana suonata in sottofondo eseguita da artisti locali di Birmingham, la serata è iniziata con un po 'di social networking per gli ospiti su tartine e morsi forniti per gentile concessione di Mahir's Experience.

L'evento DESIblitz si è poi svolto nello spazio principale della galleria Ikon.

Presentazioni e cortometraggi

progetto di partizione - Indi Deol

Indi Deol, amministratore delegato di DESIblitz.com e redattore del progetto, ha aperto la serata tenendo un discorso molto speciale sulla cura e le sfide del progetto, dicendo:

“Avevamo molta resilienza, le persone non volevano parlare di ciò che avevano visto. I ricordi erano ancora grezzi nelle loro menti. Non volevano tornare indietro di 70 anni ".

Sottolineando l'importanza della partizione come parte significativa della storia, ha esortato le persone a parlare di tali eventi per essere una comunità più forte in futuro.

Le presentazioni seguite dall'ospite dell'evento, Events Editor di DESIblitz.com, Faisal Shafi, hanno preceduto l'agenda della serata speciale. Presenti tre ospiti speciali presenti nel film, Bikram Singh, il dottor Zahoor Maan e il dottor Riaz Farooq.

Una versione appositamente modificata del film con alcuni ricordi molto commoventi ed emozionanti dei contributori è stata quindi mostrata a un pubblico incuriosito all'evento:

video
riempimento a tutto tondo

Il film completo ha avuto proiezioni giornaliere al Galleria Ikon dall'8 agosto 2017 al 21 agosto 2017, attirando oltre 850 visitatori che sono venuti a guardarlo, fornendo un feedback molto solidale e positivo.

Sessione di domande e risposte

70 anni di divisione dell'India a Birmingham - Faisal Shafi

Successivamente si è svolto il Q&A per l'evento con lo stimato panel di ospiti.

Faisal Shafi ha recitato la popolare poesia Sarfaroshi Ki Tamanna di Bismil Azimbadi di Patna per iniziare la sessione.

Molte altre rivelazioni dal pannello sono state svelate sulle loro esperienze individuali e collettive della partizione dell'India del 1947.

Prima della partizione, il dottor Riaz Farooq ha informato tutti su come il dominio coloniale britannico ha introdotto la politica del "divide et impera" e come il PIL (prodotto interno lordo) è stato ridotto al 2% per dare loro un'enorme influenza sui nativi. Che porta al movimento per la libertà del 1857 che inizia in India.

Il dottor Farooq ha detto:

“L'impero Mughal in India prima del Raj britannico aveva un PIL del 25%. Era un passero d'oro. Ecco perché li ha attratti così tanto ".

"L'India orientale divenne l'India britannica e iniziarono a prendere piede in India".

"Qualunque cosa abbiano fatto, l'hanno fatto per i propri scopi."

La discussione si è poi spostata ad alcuni anni prima di Partition, il prima guerra mondiale nel 1914 e i movimenti politici in quel periodo.

Il dottor Zahoor Maan ha evidenziato come il Congresso sotto la guida di Gandhi abbia mobilitato i musulmani per creare il Chilafat movimento per unire le forze per la libertà indiana dagli inglesi. 

Successivamente, ha avuto luogo uno dei più grandi massacri in Punjab. Il dottor Maan ha spiegato:

“C'era il Jallianwala Bagh (Amritsar) il massacro in cui il popolo del Punjab si è sollevato contro gli inglesi e il generale Dwyer ha ordinato la sparatoria in cui sono state uccise migliaia di persone ".

Poi è stata la discussione sulla vita prima della partizione in India, soprattutto nei villaggi e nelle città.

Il terzo ospite, Bikram Singh, nato nel 1929, nello stato di Kapurthala, ha detto al pubblico che era un periodo molto prospero. Tutti vivevano insieme felicemente.

DESIblitz riflette sui 70 anni della divisione dell'India a Birmingham - Bikram Singh

Le uniche differenze conosciute riguardavano le diverse feste religiose. Tutti hanno apprezzato le rispettive religioni e anche “abbiamo celebrato tutti insieme le funzioni [religiose]”.

“Avevo compagni di classe musulmani. Abbiamo giocato insieme, combattendo insieme e creato guai insieme! "

Gli ospiti hanno poi parlato delle storie inquietanti sulla ribellione contro gli inglesi che volevano che lasciassero l'India.

È stata quindi introdotta nella discussione l'ideologia della "Lega musulmana" e la prospettiva di un nuovo paese chiamato Pakistan.

Il dottor Farooq ha spiegato che gli indù si erano schierati secondi agli inglesi, imparando rapidamente l'inglese e acquisendo autorità.

Questo ha soppresso i musulmani e ha portato al consenso "se non ci è permesso di praticare la nostra religione nel modo in cui vogliamo, non ha senso vivere qui".

Bikram Singh ha poi raccontato al pubblico dell'inizio della partizione e dell'enorme confusione e preoccupazioni. Soprattutto perché non c'era idea del confine.

Nakoder e Jalandhar avevano la maggioranza delle aree popolate da musulmani all'epoca nel Punjab.

Sono iniziati i problemi e sono iniziati gli omicidi e le uccisioni. Bikram Singh ricorda:

"Posso dire che le storie che sono state ascoltate dalla parte del Pakistan sono state più crudeli di quanto abbiamo sentito dalla parte di Jalandhar".

La migrazione è iniziata con migliaia e migliaia di persone che hanno iniziato a essere sfollate non appena la partizione è diventata una realtà. Recitando questa volta Bikram disse:

“Le carovane hanno iniziato ad arrivare. La gente del Pakistan. Carichi di treno. A piedi in bicicletta o qualunque cosa fosse disponibile. È stato terribile."

DESIblitz riflette sui 70 anni della divisione dell'India a Birmingham - Dr Zahoor Maan

Il dottor Zahoor Maan ha aggiunto che la sua famiglia era su un treno diretto in Pakistan. Ricorda:

“Mio zio è stato tagliato completamente e l'intero treno è stato massacrato. Sua moglie e la figlia di 6 anni sono state rapite, così come altre donne ".

Sono stati allestiti campi dove i rifugiati musulmani hanno iniziato a radunarsi e sono stati aiutati dagli abitanti dei villaggi che vivevano con loro indipendentemente dal background. 

Bikram ha detto:

“Direi che c'erano brave persone da entrambe le parti. Persone cattive e peggiori da entrambe le parti. Ma la situazione era una cosa orribile da ricordare ".

La discussione ha poi portato a domande e risposte sul post-partizione e sulla formazione del Pakistan.

Il dottor Farooq ha ricordato come la linea di confine originariamente concordata per il Pakistan non fosse il risultato a causa della cospirazione tra Nehru e la moglie di Lord Mountbatten. Egli ha detto:

“Gli inglesi si sono resi conto che la linea originale non forniva alcun accesso al Kashmir. Quindi, la linea è stata cambiata. "

DESIblitz riflette sui 70 anni della divisione dell'India a Birmingham - Dr Riaz Farooq

Ciò ha comportato il trasferimento della sua famiglia in Pakistan. Se la linea originale fosse stata messa in atto "ci sarebbero state molte meno vittime".

Il dottor Zahoor Maan e il dottor Riaz Farooq hanno entrambi discusso della Lega musulmana e della richiesta di Muhammad Ali Jinnah di formare il Pakistan.

È stato rivelato dal dottor Farooq che anche l'idea di un "Pakistan" era qualcosa che Winston Churchill voleva. Solo per l'interesse per il petrolio e per impedire alla Russia di stringere alleanze con l'India.

Il dottor Maan ha raccontato al pubblico del suo viaggio dall'India al Pakistan che è durato "3 ore" e di come le persone "portavano le biciclette" nel loro viaggio. E ha rivelato come hanno acquisito "un'enorme villa, di recente costruzione" vicino al fiume Ravi, che era più grande della "casa di fango" che si erano lasciati alle spalle.

Quindi Faisal ha chiesto al pannello sulla loro migrazione nel Regno Unito e nel caso di Bikram Singh, in Kenya, prima in Africa.

Bikram lasciò l'India per raggiungere suo padre in Kenya, che era già lì dagli anni '1920. Nel dicembre 1948, dopo la partizione, Bikram emigrò in Kenya e raccontò al pubblico la sua vita lì. Successivamente, è arrivato nel Regno Unito nel gennaio 1967.

Il dottor Farooq ha raccontato al pubblico come la sua famiglia si è trasferita in posti diversi in Pakistan a causa del cambiamento dei posti di suo padre fino a quando non si sono stabiliti a Karachi. A causa della mancanza di opportunità di lavoro, il dottor Farooq ha ricevuto un buono per l'occupazione nel Regno Unito e si è trasferito. Egli ha detto:

"Quando sono arrivato all'aeroporto di Heathrow, hanno apposto un timbro sul mio passaporto 'senza restrizioni' e hanno detto 'Benvenuto nel Regno Unito', lo ricordo ancora!".

La storia del dottor Zahoor Maan ci ha raccontato come suo nonno era sposato con una signora scozzese a Glasgow e suo figlio viveva a Birmingham. Si sono "abbinati" per sposarlo e gli hanno chiesto di venire nel Regno Unito. Egli ha detto:

“Sono venuto con un visto da coniuge. Sono venuto il 1 maggio 1960 e il 10 maggio mi sono sposato. Da allora sono qui. "

Ciò ha concluso la sessione di domande e risposte per il pannello.

Prospettiva di un volontario e poesia finale

DESIblitz riflette sui 70 anni della partizione dell'India a Birmingham

Nisaa Hawa, una giovane aspirante giornalista della redazione di DESIblitz.com, ha raccontato al pubblico la sua esperienza di volontaria che lavorava al progetto e come ha imparato così tanto, soprattutto sulla partizione e su questo periodo storico.

Al pubblico è stata quindi data l'opportunità di porre domande al pannello degli ospiti che hanno portato a discussioni e dibattiti molto più fruttuosi sul periodo di partizione e sulla politica che lo circonda.

Per concludere la serata speciale, Nighat Farooq, ha letto una poesia scritta appositamente per l'evento chiamato Quando la terra si è divisa di Talat Saleem con traduzioni complete in inglese su uno schermo.

DESIblitz riflette sui 70 anni della divisione dell'India a Birmingham - Nighat Farooq

Faisal Shafi ha completato le formalità ringraziando tutti gli incredibili collaboratori, il team, i volontari e il supporto dato al progetto da tutte le persone coinvolte.

Dopo la chiusura dell'evento, Faisal Shafi ha dichiarato:

“È stato un grande privilegio moderare una sessione di domande e risposte molto speciale negli anni '70th anniversario dell'indipendenza del Pakistan e dell'India.

"Siamo lieti che l'evento tenutosi alla Ikon Gallery di Birmingham il 14 agosto 2017 sia stato accolto così bene da tutti."

"Mille grazie a ciascuno dei contributori del film e del progetto, evidenziando la realtà di Partition."

La sera si sono svolte interviste ai media con BBC West Midlands e GEO TV dal Pakistan che hanno conversato con gli ospiti e il team del panel. 

BBC Asian Network e BBC West Midlands Radio con Sunny e Shay hanno discusso del progetto con Indi Deol e il dottor Riaz Farooq nei loro programmi.

Indi Deol, estremamente soddisfatto del risultato del progetto, ha dichiarato:

“Gli ultimi 9 mesi sono stati un'enorme esperienza di apprendimento poiché abbiamo parlato con le stesse persone che hanno ricordi di prima mano della partizione dell'India del 1947. Molti di questi ricordi delle persone in questa regione non sono stati documentati e quindi è stato del massimo per noi presentarli e catturarli correttamente prima che fosse troppo tardi.

"Vorrei ringraziare HLF West Midlands per il loro supporto in questo progetto e esorto chiunque sia interessato alla realtà di ciò che è accaduto durante questo periodo oscuro della storia ad esplorare le nostre scoperte che saranno ora archiviate presso la Biblioteca di Birmingham per anni venire.

"Mentre andiamo avanti, mi piacerebbe che questa materia venisse insegnata nelle nostre scuole ai nostri bambini in modo che anche loro possano imparare la storia di questo paese e come ha influito sul mondo in cui viviamo oggi".

L'evento è stato un enorme successo e tutti i presenti sono andati via più istruiti e informati su ciò che è accaduto in India 70 anni fa e sulla realtà della partizione.

Per altre foto di questo evento speciale, visita la nostra galleria qui.



Prem ha un ricco interesse per le scienze sociali e la cultura. Ama leggere e scrivere su questioni che interessano la sua e le generazioni future. Il suo motto è "La televisione è chewing gum per gli occhi" di Frank Lloyd Wright.

Foto per gentile concessione di DESIblitz.com. Fotografia di Rohan Rai.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Sei stato vittima di cyberbullismo?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...