I prigionieri di minoranze etniche sono trattati più duramente dei compagni di prigione bianchi?

Secondo studi recenti, le minoranze razziali subiscono un trattamento più duro nel sistema giudiziario rispetto alle loro controparti bianche.

I prigionieri di minoranze etniche sono trattati più duramente dei compagni di prigione bianchi - f

By


"Ci sono molti fattori complessi in gioco"

Sei anni dopo la storica Lammy Review del 2017, è stato dimostrato che la razza e l'etnia continuano ad avere un impatto "significativo" sul modo in cui le persone vengono trattate nel sistema giudiziario.

Secondo l'ultimo riparazioni, gli imputati appartenenti a gruppi minoritari hanno maggiori probabilità rispetto ai bianchi britannici di essere condannati alla corte dell'incoronazione per il processo e di essere trattenuti in prigione quando compaiono.

I gruppi etnici minoritari avevano tassi di condanna inferiori o comparabili, tuttavia, è stato dimostrato che hanno maggiori probabilità di subire pene detentive e lunghe pene detentive.

Secondo la ricerca finanziata da EQUAL, un comitato consultivo nazionale indipendente membro dell'organizzazione benefica Action for Race Equality (ARE), i dati demografici, il posizionamento socioeconomico e le variabili dei casi non erano sufficienti per spiegare le differenze.

Lo studio dei dati del Ministero della giustizia (MoJ) ha rivelato che gli imputati che si sono identificati come cinesi avevano il 60% di probabilità in più di essere tenuti in custodia cautelare rispetto agli imputati che si sono identificati come britannici bianchi.

Le percentuali erano del 37% per "altri bianchi", dal 22% al 26% per "misto" e dal 15% al ​​18% per i neri.

Per gli imputati cinesi, una pena detentiva era del 41% più probabile, del 22% per i gruppi misti africani bianchi e neri, tra il 16% e il 21% per i gruppi asiatici e tra il 9% e il 19% per gli imputati neri.

Jeremy Crook OBE, amministratore delegato di ARE, ha dichiarato ai media:

“Sei anni dopo l'audace e vitale revisione di David Lammy MP, che ha messo a nudo l'entità delle disparità razziali nell'intero sistema di giustizia penale, questa nuova ricerca mostra che siamo molto lontani da un sistema equo.

“Coloro che rimangono scettici sulla realtà delle disuguaglianze strutturali nelle nostre istituzioni pubbliche spesso chiedono dati e prove.

“Bene, eccolo qui dai database dei tribunali della corona e dei magistrati del Ministero della Giustizia: la razza rimane un fattore significativo nelle conseguenze più dure affrontate dalle minoranze etniche.

"Noi, come molti nella comunità, nel settore volontario e civile, esortiamo il governo ad affrontare il razzismo nei tribunali e a tutti i livelli del sistema di giustizia penale".

Secondo lo studio indipendente di David Lammy del 2017, c'erano "pregiudizi" e "discriminazioni palesi" nei confronti di coloro che si identificavano come neri, asiatici o appartenenti a minoranze etniche in diverse aree del sistema di giustizia penale.

Secondo il deputato, gli imputati di questo gruppo hanno quasi il 240% in più di probabilità di essere condannati al carcere per droga reati rispetto ai criminali bianchi.

La nuova analisi ha scoperto che i singoli responsabili delle decisioni del sistema di giustizia penale non erano principalmente da biasimare per i risultati che erano "basati su stereotipi" e "facevano sì che alcuni gruppi fossero considerati più pericolosi e biasimabili per i loro reati".

I ricercatori affermano: "Le decisioni individuali sono incorporate all'interno di processi sistemici, istituzionali, politici e culturali che interagiscono per produrre razzismo e disuguaglianze etniche".

Jeremy Crook, che è anche vicepresidente di EQUAL, ha aggiunto:

"Accogliamo con favore i risultati della ricerca che, ancora una volta, evidenziano significative disparità razziali sistemiche nel sistema di giustizia penale".

“Chiediamo alla polizia, ai magistrati e ai giudici della magistratura e al servizio di libertà vigilata di esaminare i dati e considerare urgentemente le nostre raccomandazioni.

“Ci sono molti fattori complessi in gioco dentro e fuori le aule giudiziarie, inclusi stereotipi razziali negativi, pregiudizi consci e inconsci e rapporti pre-sentenza di qualità variabile.

"L'attuazione delle raccomandazioni aiuterà a rimuovere le disparità razziali evitabili e dannose nella custodia cautelare e nella condanna".

Ilsa è una digital marketer e giornalista. I suoi interessi includono la politica, la letteratura, la religione e il calcio. Il suo motto è "Dai alle persone i loro fiori mentre sono ancora in giro per annusarli".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Sei stato vittima di cyberbullismo?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...