Donna grassa svergognata dalla compagnia ferroviaria

Una donna è stata svergognata dalla compagnia ferroviaria South Western Railway quando non è riuscita a dimostrare il suo diritto a viaggiare.

donna grasso-vergognato dalla compagnia ferroviaria f

"Mi sono sentito così sconvolto che sono scoppiato a piangere".

La South Western Railway è stata costretta a scusarsi con una donna dopo essersi vergognata di grasso.

Un ispettore l'aveva descritta come "grassa".

L'azienda ha ammesso che la parola usata per descrivere Natasha Kaur era dispregiativa dopo aver presentato una denuncia formale a seguito di una lite per non avere un biglietto valido.

In una descrizione scritta, l'operaio la descriveva come una donna di “corporatura grassa” quando non poteva dimostrare il suo diritto a viaggiare.

Il 23 febbraio 2021, la signora Kaur stava viaggiando da casa sua a Southampton per lavorare a Londra, ma aveva un abbonamento scaduto.

Non si rese conto del suo errore finché non arrivò a London Waterloo perché le barriere dell'aeroporto di Southampton Parkway erano aperte.

Quando il suo biglietto non ha funzionato, ha chiesto aiuto a un addetto.

Ha detto alla signora Kaur che il suo biglietto era scaduto tre settimane fa.

Poi si è resa conto del suo errore e si è offerta di pagare un altro biglietto.

Tuttavia, l'inserviente ha chiesto i suoi dettagli e poi le ha inviato una multa di £ 130.

Non appena ha ricevuto la multa, la signora Kaur ha inviato un'e-mail alla South Western Railway.

Ha chiesto se poteva presentare ricorso perché riteneva ingiusto che non le fosse permesso di pagare la tariffa in quel momento.

Ma l'azienda le ha inviato una multa di 160 sterline e ha minacciato di portarla in tribunale.

Le hanno anche inviato "prove" e nella descrizione dell'ispettore, è stata descritta come "alta circa 5 piedi e 6 pollici, corporatura grassa, lunghi capelli neri".

L'azienda si è poi scusata, ma la signora Kaur ha detto che il danno è fatto.

Soffre di sindrome dell'ovaio policistico (PCOS). È un disturbo ormonale, il che significa che trova difficile perdere peso.

La signora Kaur ha dichiarato: “Mi sono sentita così sconvolta che sono scoppiata a piangere. Ho detto a mia madre 'Come osa qualcuno chiamarmi così? Non puoi semplicemente chiamare qualcuno così'.

"Non riuscivo a capire perché qualcuno avrebbe detto questo su di me, quindi ho sporto denuncia".

La Kaur ha rivelato che il commento ha suscitato ansia, aggiungendo:

“Ha davvero scatenato la mia ansia.

“Ora mi sembra che quando sono su un treno tutti mi guardano. La parola grasso non è accettabile.

Secondo gli studi, il fat shaming può essere dannoso per le persone in sovrappeso.

La dottoressa Angela Alberga, della Concordia University di Montreal, in Canada, afferma che il "pregiudizio anti-grasso" in realtà guida l'aumento di peso.

Ha elaborato: “In realtà provi una forma di stress. Picchi di cortisolo, cali di autocontrollo e aumento del rischio di abbuffate”.

Secondo il Mail giornaliera, un portavoce della South Western Railway ha detto che il membro dello staff è stato contattato.

Il portavoce ha dichiarato: “In SWR, adottiamo un approccio di tolleranza zero nei confronti di un linguaggio dispregiativo o offensivo di qualsiasi tipo.

“La frase usata in questa dichiarazione era inaccettabile e non in linea con la nostra formazione sull'uso di un linguaggio rispettoso.

“Ci siamo già scusati con il cliente e vorremmo farlo di nuovo oggi.

"Abbiamo studiato a fondo la questione e preso le misure appropriate".



Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Puoi parlare la tua lingua madre desi?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...