Quali sono i vantaggi del digiuno di 36 ore?

Rishi Sunak intraprende un digiuno di 36 ore ogni settimana. Tuttavia, è una moda passeggera per la salute o rappresenta un percorso sicuro ed efficace verso il benessere?

Quali sono i benefici del digiuno di 36 ore - F

È fondamentale avvicinarsi al digiuno con cautela.

Il concetto di rinunciare a colazione, pranzo e cena per un’intera giornata potrebbe sembrare opprimente a molti.

Tuttavia, per Rishi Sunak, il primo ministro del Regno Unito, questa è una parte regolare della sua routine settimanale.

Sunak intraprende un digiuno di 36 ore ogni settimana, consumando solo acqua, tè o caffè nero dalla domenica sera al martedì mattina.

Sebbene questa possa sembrare una pratica estrema, gli esperti suggeriscono che questo regime di digiuno potrebbe offrire significativi benefici per la salute.

Ma il digiuno è solo una moda passeggera o è un percorso sicuro ed efficace verso il benessere?

Approfondiamo queste domande.

Il digiuno è una moda della salute?

Quali sono i vantaggi del digiuno di 36 oreIl digiuno, in particolare quello intermittente, ha guadagnato popolarità negli ultimi anni, spesso pubblicizzato come una soluzione rapida per perdere peso e migliorare la salute.

Tuttavia, è essenziale notare che il digiuno non è un concetto nuovo.

È praticato da secoli per vari motivi religiosi, sanitari e anche politici.

La scienza alla base del digiuno suggerisce che può portare a numerosi benefici per la salute, tra cui una migliore salute metabolica, una maggiore longevità e una migliore salute del cervello.

Pertanto, anche se potrebbe sembrare una moda passeggera per la salute a causa della sua recente ondata di popolarità, il digiuno è una pratica con profonde radici storiche e supporto scientifico.

Il digiuno è sicuro ed efficace?

Quali sono i vantaggi del digiuno di 36 ore (2)La sicurezza e l'efficacia del digiuno possono dipendere da vari fattori, tra cui la salute generale dell'individuo, il tipo e la durata del digiuno e il modo in cui viene condotto.

Nel caso del digiuno di 36 ore di Rishi Sunak, gli esperti suggeriscono che potrebbe portare a uno spostamento metabolico dall'uso dei carboidrati come combustibile all'uso dei grassi, portando potenzialmente a una migliore flessibilità e resilienza metabolica.

Tuttavia, è fondamentale avvicinarsi al digiuno con cautela.

Potrebbe non essere adatto a tutti, in particolare a chi ha determinate condizioni di salute, individui in gravidanzae persone con una storia di disturbi alimentari.

Pertanto, è sempre consigliabile consultare un operatore sanitario prima di iniziare un regime di digiuno.

La dieta 5: 2

Quali sono i vantaggi del digiuno di 36 ore (3)Adam Collins, professore associato di nutrizione presso l'Università del Surrey, ha tracciato un intrigante confronto tra l'approccio del digiuno di Rishi Sunak e la popolare dieta 5:2.

La dieta 5:2 prevede che le persone limitino il loro apporto calorico per due giorni alla settimana mentre mangiano normalmente per i restanti cinque giorni.

Collins suggerisce che il regime di digiuno di 36 ore di Sunak è essenzialmente una versione più rigorosa di questa dieta.

L'approccio del Primo Ministro prevede la completa astinenza dal cibo per un periodo continuativo di 36 ore settimanali, consumando durante questo periodo solo acqua, tè o caffè nero.

Tuttavia, James Betts, professore di fisiologia metabolica presso l’Università di Bath, fornisce una distinzione cruciale tra i due approcci.

Sottolinea che una dieta ipocalorica non mette il corpo in uno stato di digiuno.

Questo è un punto significativo, poiché lo stato fisiologico del digiuno innesca una serie di cambiamenti metabolici nel corpo.

Al contrario, l'approccio del digiuno di 36 ore di Rishi Sunak mette il corpo in uno stato di digiuno.

Durante questo periodo, il corpo esaurisce le sue consuete riserve energetiche di carboidrati e inizia a bruciare i grassi per produrre energia.

Questo cambiamento metabolico può potenzialmente offrire una serie di benefici per la salute, tra cui una migliore flessibilità e resilienza metabolica.

Dai carboidrati ai grassi

Quali sono i vantaggi del digiuno di 36 ore (4)In circostanze normali, il corpo utilizza principalmente i carboidrati come principale fonte di energia.

Tuttavia, durante un digiuno prolungato, il corpo esaurisce le sue consuete riserve energetiche di carboidrati e inizia ad attingere alle riserve di grasso come combustibile.

Questo passaggio dai carboidrati ai grassi, come spiegato da Collins, potrebbe portare a quella che definisce “flessibilità metabolica”.

Questa è la straordinaria capacità del corpo di passare da un tipo di carburante all'altro a seconda della disponibilità.

I benefici di questa flessibilità metabolica si estendono oltre il semplice utilizzo del carburante.

Può provocare “resilienza metabolica”, uno stato in cui il corpo diventa più abile nel gestire le pressioni di una dieta e di uno stile di vita moderni.

Ciò include affrontare periodi di eccesso di cibo, inattività o stress.

Potenziali benefici del digiuno

Quali sono i vantaggi del digiuno di 36 ore (5)Uno degli intriganti potenziali benefici del digiuno è la sua capacità di innescare l’autofagia, un processo cellulare che può essere paragonato alle pulizie di primavera del corpo.

L'autofagia è un processo naturale in cui le cellule decostruiscono e riciclano i loro componenti.

Durante un digiuno di 36 ore, quando il corpo esaurisce le sue consuete riserve di energia, può avviare l’autofagia come meccanismo di sopravvivenza.

Questo processo comporta la scomposizione di componenti cellulari vecchi e danneggiati, che vengono poi riciclati e utilizzati per generare cellule nuove e sane.

Questo ringiovanimento cellulare potrebbe spiegare alcuni degli evidenti benefici del digiuno per l’invecchiamento e la riparazione del DNA, contribuendo alla salute generale e alla longevità.

Tuttavia, è importante notare, come fa Collins, che questi effetti e le affermazioni secondo cui il digiuno può portare ad una vita più lunga sono in gran parte basati sulla ricerca sugli animali.

Non è chiaro se questi benefici possano essere ottenuti con un digiuno di 36 ore una volta alla settimana negli esseri umani.

Naveed Sattar, professore di medicina metabolica all'Università di Glasgow, offre una prospettiva cruciale sulla pratica del digiuno.

Consiglia a coloro che decidono di intraprendere un percorso di digiuno di essere consapevoli delle proprie abitudini alimentari durante i periodi di non digiuno.

Mantenimento a dieta equilibrata ed evitare una compensazione eccessiva durante i periodi di non digiuno è fondamentale per ottenere i benefici del digiuno.

Come suggerisce il professor Sattar, l’obiettivo dovrebbe essere quello di creare un modello alimentare sostenibile e sano piuttosto che oscillare tra gli estremi del digiuno e dell’eccesso di cibo.

Alla fine, il viaggio verso la salute e il benessere è personale e il digiuno può essere uno strumento potente in questo viaggio se usato in modo saggio e appropriato.

Ravinder è laureato in giornalismo. Ha una forte passione per tutto ciò che riguarda la moda, la bellezza e lo stile di vita. Le piace anche guardare film, leggere libri e viaggiare.



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Che tipo di abuso domestico hai subito di più?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...