Un uomo indiano americano ha violentato una donna che ha incontrato al tempio

Un tribunale ha sentito che un uomo indiano americano di 59 anni della Pennsylvania ha violentato una donna che si era offerto di aiutare dopo averla incontrata in un tempio di New York.

Un uomo indiano americano ha violentato una donna incontrata al tempio f

"Nella nuova casa della vittima, l'imputato si è imposto su di lei"

L'uomo indiano americano Ashok Singh, 59 anni, di Easton, Pennsylvania, è stato incarcerato per sette anni dopo essere stato riconosciuto colpevole di stupro.

È stato condannato durante un processo per stupro forzato.

La corte ha sentito che ha incontrato la vittima in un tempio e in seguito l'ha aiutata a trovare un posto dove vivere. Tuttavia, ha finito per violentarla nell'appartamento.

Le accuse sono venute alla luce nel dicembre 2015, quando Singh avrebbe violentato la vittima nel suo nuovo appartamento nel Queens, a New York.

Il procuratore distrettuale del Queens Melinda Katz ha dichiarato:

“La vittima ha incontrato l'imputato in un tempio del Queens e si è fidato di lui quando si è offerto di aiutarla a trovare un posto dove vivere.

“Questo imputato, tuttavia, era un predatore che aspettava un'opportunità per vittimizzare questa donna.

“Nella nuova casa della vittima, l'imputato si è imposto con lei e poi si è scusato per il attacco dicendole che "non lo farebbe mai più senza permesso". "

La corte ha sentito che la donna di 40 anni aveva visitato un tempio in cerca di annunci in affitto sulla bacheca.

Incontrò Singh al tempio, che si offrì di aiutarla a trovare un posto in cui vivere. Si scambiarono i numeri di telefono e quattro giorni dopo, Singh la chiamò con la notizia che le aveva trovato un appartamento.

Le disse che doveva trasferirsi subito.

Singh ha aiutato la donna a trasferirsi. L'uomo indiano americano è poi andato a fare la spesa prima di tornare all'appartamento.

Quando la donna si rifiutò di bere il vino, Singh si arrabbiò, la gettò sul letto e la violentò.

La vittima corse fuori dall'appartamento quando Singh si addormentò. Ha contattato un amico per chiedere aiuto e la polizia è stata chiamata.

La vittima è andata in ospedale per le cure. Durante quel periodo, Singh la chiamò e le lasciò un messaggio vocale, dicendole che gli dispiaceva e che non l'avrebbe mai più fatto con il suo permesso.

Nel novembre 2019, Singh è stato dichiarato colpevole di stupro di primo e terzo grado e detenzione illegale di secondo grado.

Il procuratore distrettuale del Queens John Ryan ha dichiarato:

"La vittima, in questo caso, ha incontrato l'imputato in un tempio e si è fidato di lui quando si è offerto di aiutarla a trovare un posto dove vivere".

“Purtroppo, non aveva idea che fosse un predatore. L'imputato ha violentato la vittima e in seguito si è scusato per l'attacco e ha promesso di "non farlo mai più senza il suo permesso".

“Una giuria ha valutato tutte le prove e ha ritenuto colpevole l'imputato. Ora sarà incarcerato come punizione per questo crimine odioso ".

Il giudice della Corte Suprema del Queens Gia Morris ha condannato Singh a sette anni di carcere. Questo sarà seguito da una supervisione post-rilascio di cinque anni.

Singh deve anche registrarsi come molestatore sessuale.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



  • Novitá

    MOLTO ALTRO
  • DESIblitz.com vincitore dell'Asian Media Award 2013, 2015 e 2017
  • "Quotato"

  • Sondaggi

    I Brit Awards sono giusti per i talenti asiatici britannici?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...