Figlio di Sardar scagionato dai sikh

"Son of Sardar", il film di Ajay Devgn, ha suscitato lamentele da parte dei leader sikh prima della sua uscita per Diwali 2012 per contenuti dispregiativi nei confronti dei sikh.


Karnail Singh si è lamentata dei dialoghi "anti-Sikh"

La commedia per famiglie 'Son of Sardar' uscirà per Diwali 2012, tuttavia, la superstar Ajay Devgn, recentemente volata ad Amritsar, per incontrare i rappresentanti del Comitato Shiromani Gurdwara Parbandhak (SGPC) e della All Indian Sikh Students Federation (AISSF), su preoccupazioni di contenuti discutibili nel film.

Il ministro delle entrate del Punjab, Bikram Singh Majithia, era presente alla riunione, insieme a un comitato di cinque membri dell'SGPC e al denunciante, il presidente dell'AISSF, Karnail Singh Peer Mohammad, in un hotel locale.

Durante l'incontro tutti i membri presenti hanno guardato il promo YouTube del film. Il consiglio era scontento che Ajay Devgan non avesse risposto all'avviso di 7 giorni che gli era stato inviato il 16 agosto 2012.

Il presidente dell'AISSF ha ritenuto che Ajay Devgn avesse fatto osservazioni "blasfeme" contro i sikh. Karnail Singh si è lamentato dei dialoghi "anti-Sikh" con l'Akal Takht, la più alta sede temporale della religione Sikh e dell'SGPC.

Karnail Singh ha affermato che il film mostra i sikh come oggetto per fare battute e promotori di un linguaggio offensivo, presentando una cattiva immagine dei sikh.

Dopo l'incontro Ajay Devgn ha tenuto una conferenza stampa e ha annunciato che non c'è mai stata alcuna intenzione di insultare la comunità punjabi o sikh quando in realtà il film vuole mostrarli in buona luce. Ajay Devgan ha anche detto che è un punjabi e se qualcosa nel film sta danneggiando la comunità, allora sta facendo del male alla sua stessa famiglia.

“Il film è uno sforzo magnanimo per mostrare la comunità nella luce più positiva, evidenziando con orgoglio i loro punti di forza. Sono punjabi e non riesco nemmeno a pensare di ferire i sentimenti della gente perché sarebbe come ferire la mia stessa famiglia, la mia cultura e tradizione. Ho eliminato le obiezioni e spiegato tutto sul film e il contesto delle parti su cui c'erano obiezioni ". ha detto Devgn.

Ajay ha affermato che durante la realizzazione del film, è stata prestata grande attenzione per garantire il corretto allacciamento del turbante da parte dei personaggi sikh. "Una persona è stata portata in aereo circa 20 volte da Amritsar per lo scopo", ha aggiunto.

Devgn ha confermato che dai promo i punti su cui sono state sollevate obiezioni sarebbero stati completamente rimossi nella versione finale del film. Tuttavia, per quanto riguarda le promozioni già rilasciate su YouTube per il film, non aveva alcun controllo.

Ajay Devgn ha anche detto che durante le riprese del film avrebbe assunto un esperto di Turban per guardare le riprese del film in modo da non offendere nessuno della comunità. Il signor Majithia ha elogiato la superstar per aver mostrato un'enorme sensibilità e per essere volata da Hyderabad ad Amritsar per parlare personalmente al comitato.

Ecco il trailer ufficiale del film:

video
riempimento a tutto tondo

Ci sono nozioni che il comitato SGPC, sebbene costituito su indicazione di Akal Takht, apparisse chiaramente secondario rispetto al ministro delle entrate Bikram Singh Majithia sulla questione del film.

Dal momento che Majithia ha affrontato principalmente la conferenza stampa insieme a Devgn, oltre ad essere stato assegnato a svolgere il lavoro su richiesta del vice primo ministro del Punjab Sukhbir Badal (che è stato contattato dall'attore Sanjay Dutt, un vecchio compagno di scuola di Sukhbir), molti si chiedono del comitato SGPC non erano più prevalenti alla riunione.

Majithia si è innervosito quando gli è stato chiesto di parlare di questo e ha detto che aveva svolto il lavoro per amicizia e che nessuna controversia dovrebbe essere creata sulla questione. “Il mio lavoro era mediare. Sono ministro delle pubbliche relazioni del Punjab e MLA del distretto Amritsar. Ho organizzato un incontro perché era mio dovere garantire la pace e sono felice che entrambe le parti siano venute ".

Soddisfatto del risultato dell'incontro, Ajay Devgn ha dichiarato:

“Ora tutte le obiezioni sono state affrontate e Devgn merita tutti gli elogi per questo. Sono sicuro che sarà un bel film che ogni punjabi guarderebbe. "

Anche il denunciante Peer Mohammad si è detto soddisfatto delle spiegazioni e delle assicurazioni di Devgn riguardo al film. Il film può ora avere una versione pulita per Diwali.

Interpretato da Ajay Devgn, Sonakshi Sinha, Juhi Chawla e Sanjay Dutt nel ruolo principale, il film è un remake del film tamil "Maryada Ramanna", che è stato un enorme successo nel 2010. La musica del film è stata composta da Himesh Reshamiya e Sajid - Wajid. Salman Khan farà un'apparizione speciale in questo film. 'Son Of Sardaar' uscirà il Diwali Day, il 13 novembre 2012.



Amit ama le sfide creative e usa la scrittura come strumento di rivelazione. Ha un grande interesse per le notizie, l'attualità, le tendenze e il cinema. Gli piace la citazione: "Niente in caratteri piccoli è mai una buona notizia".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Il disegno di legge sull'immigrazione del Regno Unito è giusto per gli asiatici del sud?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...