Il "Guru" di Leicester è stato incarcerato per aggressione sessuale di giovani donne

L'autoproclamato guru spirituale Mohanial Rajani è stato incarcerato per tre anni e mezzo per aver commesso violenza sessuale su due giovani donne.

violenza sessuale - in primo piano

"Ha usato la sua autorità per far loro fare cose che non volevano fare".

Mohanial Rajani, 76 anni, di Thurmaston, Leicester, è stato incarcerato per tre anni e mezzo venerdì 14 settembre 2018 presso la Leicester Crown Court per violenza sessuale su due giovani donne.

Si è dichiarato colpevole di quattro accuse di violenza sessuale, che rappresentano una linea di condotta.

Rajani, un ex leader della comunità indù, ha ammesso di aver toccato in modo inappropriato le donne in almeno 10 diverse occasioni ciascuna.

Ha aggredito sessualmente una vittima nel 2008 e l'altra donna, tra il 2012 e il 2013.

Le donne erano devote di una setta indù in cui Rajani era un membro di spicco e leader della congregazione di Leicester.

Le aggressioni sono avvenute durante sessioni di massaggi religiosi, in un luogo di culto a Leicester ea casa sua.

Si è sentito che Rajani ha detto alle sue vittime che era un "dio" e che avrebbero dovuto consegnargli la mente e il corpo.

Esther Harrison, accusatrice, ha dichiarato:

"Ha affermato di essere un guru e ha usato quella posizione per sfruttare le sue vittime in quello che era un grave abuso di fiducia".

"Non ha affermato di essere un guru pubblicamente, nemmeno per la sua stessa famiglia."

Le vittime sono state immerse nella cultura della setta sin dalla giovane età e sono cresciute credendo che non fosse il loro posto per metterlo in discussione.

La signorina Harrison ha aggiunto: "Ha usato la sua autorità per far loro fare cose che non volevano fare".

"Li ha vittime di bullismo sostenendo che se non lo avessero fatto avrebbero subito delle conseguenze."

Le vittime alla fine hanno detto ai loro genitori che avevano paura di lui.

Rajani ha detto loro che avrebbe messo paura nella loro prossima vita così come in questa vita.

Dopo un incidente nel 2012, una delle vittime doveva fermarlo, cosa che lo ha portato a essere filmato segretamente durante uno scontro con le vittime nel 2013.

Le vittime inizialmente non hanno presentato reclamo alla polizia, tuttavia la comunità è venuta a conoscenza di alcuni incidenti.

Ciò ha portato Rajani a dimettersi dalla sua posizione di leader della congregazione.

Non è stato fino al 2015 quando la polizia è stata coinvolta dopo che una delle vittime ha iniziato a ricevere consulenza.

Entrambe le donne hanno parlato del calvario commesso da Rajani.

Il suo calvario ha causato problemi comportamentali e difficoltà all'interno della sua famiglia.

La seconda vittima ha descritto di essere stata "danneggiata, sfregiata e vergognosa" per l'abuso.

Quando Rajani è stato intervistato dalla polizia in merito alle accuse, ha negato le accuse contro di lui e ha detto che era un consigliere spirituale e non un guru.

violenza sessuale

Al processo, l'avvocato difensore Eleanor Laws QC ha dichiarato che Rajani ha compiuto molte buone azioni per oltre 40 anni.

Ha accettato che i due capi di violenza sessuale abbiano avuto un effetto "devastante" sulle vittime.

Ha detto: "Per cinque anni ha convissuto con le conseguenze di ciò che ha fatto, essenzialmente è caduto in disgrazia".

La corte ha sentito che Rajani si è trasferito da Leicester a Londra per vivere vicino ai suoi due figli.

Il figlio di Rajani, Hitesh, ha detto al giudice Robert Brown che le azioni di suo padre lo hanno lasciato ostracizzato dalla comunità.

Hitesh ha detto: “Non può camminare per Leicester, il suo nome è polvere.

"È sconvolto per l'impatto che ha avuto su tutti noi, ha un peso enorme perché sente di aver contribuito alla salute mentale di mia madre prima che morisse e rimarrà con lui per il resto della sua vita."

Incarcerando Rajani per le sue aggressioni sessuali, il giudice Robert Brown gli ha detto:

“Hanno partecipato alle preghiere.

“È stata una grave violazione della fiducia.

“Sono diventati seguaci di te quando eri il loro guru.

“Avevi la fiducia, la lealtà e la devozione di quelle ragazze e ne hai approfittato per il tuo piacere sessuale.

"Entrambi hanno sofferto psicologicamente, sono stati danneggiati."

Il giudice ha anche spiegato le sue azioni nella comunità e che era "profondamente pentito".

La dichiarazione della polizia ha commentato il caso fuori dal tribunale, dicendo:

"L'imputato era ben noto e di alto rango nella comunità."

“Ha abusato della sua posizione di fiducia e ha abusato sessualmente di entrambe le vittime.

“Entrambe le vittime sono state coraggiose nel farsi avanti e parlare di questi reati.

“Non è stato facile per loro.

“Ci auguriamo che questo caso incoraggi altre vittime a farsi avanti per denunciare i crimini contro di loro.

“Le vittime sono traumatizzate da diversi anni. Si spera che questo metta un po 'fine a quello che è successo a loro.

"Stanno ancora ricevendo consulenza e aiuto psicologico".

Questo caso evidenzia un altro aspetto nascosto e vile degli abusi sessuali all'interno delle comunità asiatiche britanniche. Abusi sessuali nelle comunità Asain britanniche è un grave problema e necessita di una maggiore consapevolezza

Se conosci qualcuno che è stato sottoposto a qualsiasi tipo di abuso di questa natura, devi contattare la polizia o segnalarlo al Sfruttamento dei minori e protezione online di LPI.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



  • Novitá

    MOLTO ALTRO
  • DESIblitz.com vincitore dell'Asian Media Award 2013, 2015 e 2017
  • "Quotato"

  • Sondaggi

    Con chi vuoi vedere lavorare Zayn Malik?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...