Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della vita negli Stati Uniti

Il musicista statunitense Aki Kumar è noto per aver rifatto le canzoni di Bollywood di successo in uno stile blues tradizionale di Chicago. Parliamo con Aki della sua musica e molto altro ancora.

Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della sua vita negli USA - f

"Sono molto concentrato sull'evoluzione del mio suono"

L'artista blues internazionale Akarsha Kumar meglio conosciuto come aki Kumar da San Jose, California, USA ha trovato il suo spazio unico. È famoso per aver rifatto le canzoni retrò di Bollywood, con un riflesso dello stile blues di Chicago.

Aki Kumar, nato a Mumbai, è cresciuto con strumenti di apprendimento come il tavolo ed armonica. Aki è andato in America nel 1999 per conseguire una laurea in informatica al college.

Quando risiedeva negli Stati Uniti, Aki iniziò a esplorare i blues club della Baia di San Francisco.

Fu qui che divenne attento al suono acuto e melodioso dell'armonica blues. Aki Kumar ha studiato sotto la guida del musicista David Barett. Poi è andato a suonare l'armonica in un gruppo di quattro, chiamato "Tip of the Top."

Dopo la chiusura del suo dipartimento in Adobe nel 2013, Aki ha deciso di concentrarsi sulla musica.

Il suo primo album, Non trattenerti è uscito nel 2014. Due anni dopo ha visto l'uscita del suo secondo album Aki va a Bollywood (2016). Rilasciato sotto l'etichetta Little Village Foundation, questo è stato una fusione di musica blues e Bollywood di Chicago.

Hindi uomo blues è stato il suo terzo album, uscito nel 2018. 'Dilruba, "che è la sua prima traccia sotto la bandiera di Sony India, è uscito nel 2019.

DESIblitz ha avuto una conversazione esclusiva con Aki Kumar sull'esplorazione del blues, sul suo viaggio musicale "Dilruba" e sui tour in India.

Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della vita negli Stati Uniti - IA 1

Quando è iniziato il tuo amore per il Blues?

Il mio amore per il blues è iniziato negli Stati Uniti con l'amore per i vecchi americani (doo-wop, Rock n Roll anni 50-60 e RnB), che ho scoperto alla radio al college.

Da lì, ho scoperto il blues britannico degli anni '60 e il blues di Chicago degli anni '50.

Non ero mai stato esposto a quel tipo di musica mentre venivo in India e sono rimasto profondamente commosso dall'intensità e dall'anima del genere.

A metà degli anni '20, ho deciso di prendere lezioni di armonica blues a San Jose con un grande insegnante di nome David Barrett. Mi sono innamorato così follemente della musica che alla fine ha cambiato il mio percorso professionale.

Quali vecchie canzoni di Bollywood sono più adorate da te e perché?

Amo tutti i tipi di musica di decenni diversi. Ma, con Bollywood, mi piacciono particolarmente le canzoni degli anni '50 e '60.

Ho un sacco di rispetto per leggende come Kishore Kumar, Rafi, Mukesh, Lata Mangeshkar, Asha Bhosale. Odio confrontare le epoche ma, alle mie orecchie, i testi, le melodie e il suono registrato di allora hanno tutti quella "salsa speciale".

Mi piace molto anche la musica di AR Rahman - alcune delle sue canzoni sono la colonna sonora della mia adolescenza.

Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della vita negli Stati Uniti - IA 2

Qual è stata la reazione della tua famiglia alla musica e al cambio di carriera?

Haha, beh, li ho facilitati durante l'intera transizione non saltando nella parte più profonda della piscina. Per molti anni, tra i 20 ei 30 anni, ho condotto una doppia vita come ingegnere del software di giorno e come musicista di notte.

Man mano che il mio carico di lavoro musicale aumentava e il mio interesse per la mia carriera nel software è diminuito, era abbastanza ovvio per tutti intorno a me che il mio cuore era davvero un musicista.

Quindi, non è stata una grande sorpresa per la mia famiglia quando ho finalmente deciso di cambiare carriera.

"Ovviamente, come i tipici genitori indiani, sono sicuro che hanno sofferto di bruciore di stomaco per alcune notti a causa della mia decisione."

Ma sono stati estremamente favorevoli e incoraggianti nel complesso perché sono fondamentalmente amanti della musica. Così è mio fratello maggiore.

Mia madre mi aiuta persino a scrivere canzoni e ho registrato una delle sue fantastiche poesie "Voh Surmayi Shaam" sul mio album Hindi Man Blues.

Come descriveresti la tua musica?

Bollywood Blues. Mississippi Masala Blues. Muddy incontra Mumbai. Chiamalo come vuoi, è unico e una rappresentazione onesta di chi sono.

Amo il blues americano e anche se mi astengo dall'usare il termine "Bluesman" per riferirmi a me stesso, tranne che per scherzo, sono al 100% un artista "influenzato" dal blues.

L'aspetto "Bollywood" è più recente e, in una certa misura, uno sforzo per affermare la mia identità bruna e indiana nella nostra nuova era trumpiana.

Ma anche con le classiche canzoni di Bollywood che copro, ognuna di esse è una canzone che mi ha profondamente ispirato da giovane in India. Questo è liricamente ("Sajan Re Jhooth Mat Bolo") o musicalmente ("Eena Meena Deeka").

Nell'ultimo anno, ho scritto una serie di brani originali di ispirazione blues hindi e bilingue o blues.

Finché posso fornire una rappresentazione onesta del mio messaggio e delle mie influenze musicali, senza essere troppo impantanato da motivi commerciali, la mia produzione musicale, si spera, continuerà ad essere unica e rinfrescante.

Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della vita negli Stati Uniti - IA 3

Come hai formato la tua band?

Da quando ho iniziato a suonare, sono stato piuttosto coinvolto nella scena della musica blues nella Bay Area di San Francisco.

Dal frequentare le jam blues nei miei primi giorni all'ospitare il mio negli ultimi dieci anni fino a esibirmi più di 200 spettacoli all'anno, ho incontrato, interagito e collaborato con centinaia di musicisti: da professionisti di livello mondiale a hobbisti per classificare i principianti.

Con un pool di talenti come quello con cui lavorare, è piuttosto facile trovare i musicisti giusti per formare una band.

"In questi giorni, ho una formazione costante di musicisti con cui mi esibisco e che sono molto esperti nella mia musica."

In generale, però, non è raro che le band si riuniscano all'ultimo minuto per un'esibizione perché quando lavori con i migliori professionisti che sono immersi nel jazz o nel blues, tutti parlano la stessa lingua.

Come reagisce il pubblico al tuo suono negli Stati Uniti?

Se suono un blues per un pubblico blues, è facile da vendere perché posso soddisfare i loro gusti e le loro aspettative. Ma con Bollywood Blues, all'inizio non ero sicuro di come sarebbe stato accolto.

Ma sono molto felice di dire che negli ultimi tre anni di esibizioni in hindi e inglese a un pubblico principalmente di lingua inglese, i risultati sono stati straordinariamente favorevoli.

Va solo a dimostrare che la musica trascende le culture e persino la lingua. Sento che se riesco a convincere il pubblico, qualsiasi pubblico in qualsiasi paese, a connettersi alla mia energia, allora ci sono.

Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della vita negli Stati Uniti - IA 4

Qual è stato il processo creativo per Dilruba e Hindi Man Blues?

Dilruba era un progetto molto speciale perché era la mia prima vera canzone blues tutta hindi. Per questo ho tratto ispirazione da diversi artisti swing / blues, in particolare Clarence Garlow.

Dal punto di vista dei testi, mi ci è voluta una settimana per mettere insieme la canzone perché le mie abilità in hindi / urdu, sfortunatamente, non sono più quelle di una volta.

Ma sono molto contento di come è andata a finire. Volevo mettere insieme una canzone che fosse unica ma che piacesse comunque a qualcuno a cui piaceva già un classico dello swing indiano come Eeena Meena Deeka.

Il mio co-produttore Kid Andersen ha scritto un intermezzo killer "fake sitar" per questa canzone che la fa risaltare davvero. Per il video, ho passato molti giorni a lavorare sulla trama e sulle scene nella mia testa.

"Volevo che fosse autoironico, divertente, civettuolo e con un forte tocco retrò di Bollywood."

Ho avuto la fortuna di collaborare con un eccezionale videografo Jeremiah Hutchins e un fantastico ballerino-attore Nandini Bharadwaj.

Per la sequenza di ballo nel video, volevo specificamente dare la mancia ai classici video degli anni '80 di Jeetendra-Sridevi. Penso che ce l'abbiamo fatta.

Suoni l'armonica, quali altri strumenti suoni?

Nessuno con un livello di serietà di destrezza. Mi sono dilettato in molti strumenti in passato, ma l'armonica rimane la mia arma preferita.

In parte ha a che fare con l'inizio tardivo che ho avuto nella musica, rispetto ai miei coetanei. Semplicemente non ho il tempo di padroneggiare un altro strumento e anche di condurre una carriera musicale da professionista.

Alcuni di questi hanno semplicemente a che fare con il fatto che sono pigro. Voglio disperatamente diventare decente alla batteria.

Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della vita negli Stati Uniti - IA 5

Con chi vorresti collaborare?

Adoro collaborare con persone che sono follemente innamorate della musica, hanno profondità nel loro campo musicale e un approccio umanitario al mondo.

Anche se non sono troppo alla moda per chi, chi e cosa sta succedendo a Bollywood in questi giorni, ho sempre voluto lavorare con il grande AR Rahman. Si spera, un giorno.

"Nella scena blues, ci sono così tante persone di talento con cui collaboro già!"

Forse avrei avuto la possibilità di esibirmi con Buddy Guy - mi lascerebbe a bocca aperta. Nel regno del pop, penso che Lady Gaga abbia una voce molto onesta e un messaggio filantropico. Mi piacerebbe incontrarla un giorno.

Inoltre, cerco sempre nuovi artisti con un suono interessante.

Hai pensato di fare un tour in India?

Sì, mi piacerebbe. Mi manca moltissimo l'India. La mia famiglia immediata ora vive negli Stati Uniti, quindi non ci faccio visita da alcuni anni.

Con il mio recente contratto con la Sony Music India e l'uscita del mio brano di debutto "Dilruba", le cose sembrano positive sul fronte dei tour.

Glassonion Studios ora mi rappresenta in quella regione e stanno lavorando duramente su questo.

Dopo essermi esibito di fronte a molti spettatori dell'NRI negli Stati Uniti con recensioni positive, sono molto curioso di sapere come il pubblico indiano in India risponderebbe al mio spettacolo dal vivo. Spero che a loro piaccia il mio suono.

Aki Kumar parla di Bollywood Blues, della sua band e della vita negli Stati Uniti - IA 6

Quali sono le tue ambizioni con la tua musica?

Prima di tutto, voglio continuare a fare tournée e ad esibirmi dal vivo. Essere sul palco è esaltante e molte delle lezioni personali e musicali della mia vita sono venute dal farlo dal vivo. Mi sento come se fosse la migliore rappresentazione del mio suono e della mia energia.

"Sono molto concentrato sull'evoluzione del mio suono senza perdere il contatto con le mie basi musicali nel blues."

Questo è più facile a dirsi che a farsi, ovviamente, ma la buona notizia per me è che non passa giorno senza che una nuova idea musicale mi venga in mente.

"Suppongo che la cosa più importante per me sia mantenere una mente aperta e accettare nuove idee e direzioni musicali".

Guarda un video del profilo di Aki Kumar su KQED Arts qui:

video
riempimento a tutto tondo

Quando si tratta del suo stile blues, Aki Kumar ha uno spettro diversificato e ad ampio spettro, esibendosi con diversi artisti. Includono il chitarrista americano Little Jonny Lawton e il musicista blues norvegese Hans Bollandsas.

In tournée in tutto il mondo Aki Kumar è stato protagonista al Waterfront Blues Festival 2018. Si è anche esibito al Hardly Strictly Bluegrass.

Aki vive nella zona di San Jose con sua moglie Rachel. Con un approccio flessibile e innovativo, Aki Kumar spera di continuare il suo entusiasmante viaggio musicale.



Faisal ha un'esperienza creativa nella fusione di media e comunicazione e ricerca che aumentano la consapevolezza delle questioni globali nelle società postbelliche, emergenti e democratiche. Il suo motto di vita è: "perseverare, perché il successo è vicino ..."

Immagini per gentile concessione di Marilyn Stringer, Harry Who, Aki Kumar e Aaron Bluemenshine.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    L'era delle bande di Bhangra è finita?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...