Aneeth Arora ottiene un tocco di Vogue

Vogue ha assegnato lì il primo Fashion Fund in assoluto al marchio di stilisti: Péro. Alla nuova creatrice di moda più promettente ed entusiasmante dell'India, Aneeth Arora.


"La moda non significa niente per me ... ma vestirmi è una forma di espressione per me."

Il Vogue Fashion Fund è stato assegnato ad Aneeth Arora of India, ricevendo una somma forfettaria di venticinque lakh, che equivale a circa ventinovemila sterline. Questo premio significativo è stato progettato per aiutare i designer creativi a portare i loro concetti e idee a livelli stratosferici attraverso l'utilizzo di contatti ed eventi all'interno delle mura della moda.

Aneeth è un talento incredibilmente laborioso e creativo che senza dubbio utilizzerà questi soldi per raggiungere una piattaforma incomparabile.

Aneeth ha anche avuto l'opportunità di commercializzare il suo marchio con i principali rivenditori Westside, incluso il suo spettacolo alla Wills Lifestyle Fashion Week e un anno di attività di mentore con un professionista del settore. Per un aspirante stilista ventisettenne, non c'è molto di più da chiedere.

Aneeth Arora ottiene un tocco di VogueAneeth proviene dal Rajasthan, una delle regioni più affascinanti dell'India. Irrfan Khan, la protagonista del film di successo "Life of Pi" [2012] era originario del Rajasthan, altrimenti noto come "Land of Kings". Ogni anno questo stato attira molti turisti e celebrità. Liz Hurley e Naomi Campbell sono visitatori abituali di questo luogo storico.

La sua ricca cultura e influenza è chiaramente intessuta nelle cuciture dell'etichetta di abbigliamento di Aneeth Péro, che letteralmente significa "indossare" nella lingua locale di Marwari.

Aneeth è una laureata in tessuti presso l'Istituto Nazionale di Design di Ahmedabad. Arora ha fondato Péro nel 2008 e ha basato la sua attività a Nuova Delhi. Ha impiegato un team di ottanta artigiani che producono ogni collezione di stagioni, che include la creazione di una gamma per uomini, donne e bambini.

Alla domanda sul suo lavoro, Aneeth Arora ha detto in esclusiva a DESIblitz:

“Mi piace viaggiare, osservare, fotografare, conoscere culture diverse ed è difficile separare i miei interessi professionali da quelli non professionali. Perché non sento mai di lavorare. Quello che sto facendo è la mia passione e non mi sembra mai di lavorare. Amo lavorare nel mio giardino quando voglio rilassarmi ".

Arora è un'artista determinante la cui definizione del termine 'trend setter' è davvero un trend setter.

Aneeth Arora ottiene un tocco di Vogue

Nel corso degli anni, ha passato del tempo a lucidare e perfezionare la sua linea di abbigliamento, prendendo i personaggi del Rajasthan e collocandoli in ogni strada della moda in tutto il mondo. Ha preso di mira le principali città del mondo, da Londra e Parigi a New York e Milano. Prevedendo il futuro della sua etichetta Péro, Aneeth afferma:

“Mi piace il fatto di creare i miei tessuti, prima di fare i vestiti. Sembra che un artista abbia la libertà di tessere la propria tela prima di dipingerla. "

La sua etichetta terrosa è lavorata a mano, lavorata a mano ed emozionante.

Aneeth Arora ha detto a Vogue che le piace "mantenere i design reali". Come perfezionista, è molto meticolosa su ciò che fa.

"La qualità al tatto si traduce non solo nella scelta dei telai a mano che uso per i vestiti, ma anche nel modo in cui i minuscoli bottoni sono avvolti nella migliore mussola", ha detto Aneeth.

Aneeth Arora ottiene un tocco di VogueVogue descrive la capsule collection di Péro con queste parole: “Design semplici - scamiciati, pantaloni fluidi, gonne voluminose - sono stratificati e rattoppati insieme come un mood board dell'India rurale…. le sue collezioni sono quasi religiose. " Questa è esattamente la descrizione che è stata data.

L'immagine suona quasi angelica ma allo stesso tempo riconoscibile. Riunisce femminilità e semplicità e le fonde con una versatilità per potenziare chi lo indossa indipendentemente da dove si trovano nel mondo. "Dio è nei dettagli", è ciò che rende questi vestiti così relativi. Aneeth li descrive come "facili e comodi".

Aneeth ha affermato che la sua ispirazione e il suo fascino derivano dalla popolazione locale del Rajasthan e li indica come i veri trend-setter del nostro tempo. Questo è dovuto al loro stile e alle loro tendenze disinvolte.

Chi indossa i suoi vestiti si sentirà a suo agio sia che si trovi per le strade di Mumbai, Parigi o Londra. Luogo, tempo, età e stagione non sembrano limitare le idee che fluiscono da Péro. Alla domanda su cosa significasse la moda per lei, ha risposto: "La moda non significa niente per me ... ma vestirmi è una forma di espressione per me".

Aneeth Arora ottiene un tocco di VogueL'idea di Aneeth Arora è quella di lasciare un'impronta in un mondo, che cerca costantemente di localizzare piuttosto che globalizzare.

Péro è venduto in oltre venticinque paesi poiché Aneeth vende al dettaglio da circa sessanta negozi in tutto il mondo. Per trovare il punto vendita più vicino, che immagazzina questa collezione unica, è sufficiente lasciare un messaggio sulla pagina Facebook di Péro. Rispondendo a una domanda su alcuni dei suoi obiettivi di moda, ha detto:

“Quello che mi affascina sempre è la presenza di un paio di jeans nel guardaroba di tutti; Aspetterò il giorno in cui tutti avranno un pezzo di Péro nel loro guardaroba, indipendentemente dalla loro nazionalità, età, classe, sesso ... esattamente come un paio di jeans. "

Aneeth Arora riassume magnificamente Péro nella citazione sopra. Questo spiega di cosa si tratta e dove si sta dirigendo.

La sua creatività è incredibilmente motivante ed è una storia di successi da cui tutti dovrebbero prendere ispirazione.

Inutile dire che è sicura di riuscire e globalizzare il suo marchio al punto che un pezzo di Péro è necessario, vitale e versatile come un paio di jeans.

Le auguriamo tutto il meglio per i suoi impegni futuri.



Laureato in inglese e scrittura creativa che aspira ad avere lo stile di Johnny Depp e le capacità di scrittura di JK Jerome. Rafi è un appassionato di moda, cibo, cultura e tutto ciò che incontra il suo cammino! Il suo motto: "La conoscenza parla, ma la saggezza ascolta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Il franchise di Call of Duty dovrebbe tornare sui campi di battaglia della seconda guerra mondiale?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...