Kareena Kapoor dice che "non può essere apologetica" riguardo al nepotismo

L'attrice Kareena Kapoor Khan ha condiviso le sue opinioni sul dibattito sul nepotismo riacceso a Bollywood. È qualcosa di cui "non può scusarsi".

Kareena dice che "non può scusarsi" del nepotismo f

"Trovo che tutta questa discussione sia completamente strana."

La superstar di Bollywood Kareena Kapoor Khan ha contribuito al dibattito sul nepotismo che sta imperversando nell'industria cinematografica e ha affermato che "non può scusarsi".

L'attrice è un attore di quarta generazione appartenente alla rinomata famiglia Kapoor di Bollywood risalente a Prithviraj Kapoor (1906-1972).

Il suo impressionante lignaggio rende Kareena un 'insider' poiché è classificata come una 'star child'.

In effetti, il dibattito sul nepotismo si è riacceso sulla scia della tragica morte dell'attore di Bollywood Sushant Singh Rajput.

Il defunto attore si è impegnato suicidio il 14 giugno 2020. Molte persone credono che abbia fatto un passo così drastico perché era considerato un 'fuori dagli schemi'e di conseguenza soffriva di depressione.

Secondo un'intervista con Barkha Dutt, Kareena Kapoor è intervenuta sul dibattito sul nepotismo. Lei disse:

“21 anni di lavoro non sarebbero accaduti solo con il nepotismo. Non è possibile. Posso prendere una lunga lista di figli di superstar per i quali non è stato possibile che accadesse in quel modo. "

Kareena ha aggiunto che anche lei ha lottato nella sua carriera nonostante il suo lignaggio. Lei dice:

“Potrebbe sembrare strano ma la mia lotta è lì. C'è una lotta, ma probabilmente non è così interessante come qualcuno che arriva in treno con solo Rs 10 [£ 0.10] in tasca.

"Sì, non è stato così e non posso scusarmi per questo."

Karan Johar afferma che Kareena ha "telecamere a circuito chiuso nelle case del popolo" - insta

Parlando dell'importanza del pubblico, Kareena ha spiegato:

“Il pubblico ci ha creati, nessun altro ci ha creati. Le stesse persone che puntano il dito, stanno solo creando queste stelle nepotistiche.

“Aap jaa re hon a film dekhne? Mat jao. [Guarderai i film, giusto? Non andare.]

“Nessuno ti ha costretto. Quindi, non lo capisco. Trovo che l'intera discussione sia completamente strana ".

Kareena Kapoor ha continuato evidenziando alcuni dei più grandi attori di Bollywood che sono "outsider". Lei disse:

“L'idea è che oggi tante delle nostre più grandi star che voi [il pubblico] avete scelto, che si tratti di Akshay Kumar o Shah Rukh Khan o Ayushmann Khurrana o Rajkummar Rao, sono tutti degli outsider.

“Sono attori di successo perché hanno lavorato sodo. Che si tratti di Alia Bhatt o Kareena Kapoor, abbiamo anche lavorato sodo.

“Ti stai godendo i nostri film e li guardi. Quindi, è il pubblico che ci crea o ci spezza. "

Secondo quanto riferito, Sushant è stato messo da parte o sostituito da numerosi progetti perché era un "outsider".

Attrice Kangana Ranaut ha anche affermato che la "mafia cinematografica" è la causa della sua tragica scomparsa.

Tuttavia, secondo l'avvocato della famiglia di Sushant, Vikas Singh, il nepotismo non ha alcun legame con la morte del defunto attore. Parlando a Zoom TV, ha detto:

“Se domani, la polizia di Mumbai ritiene che qualsiasi estraneo o qualsiasi persona che viene da una piccola città in questo settore abbia bisogno di protezione e si sente come se fosse un reato riconoscibile, allora può andare avanti e fare quell'angolo.

"Forse un'associazione di attori o un'associazione di produttori può occuparsi della questione, ma non credo che questo caso abbia nulla a che fare con ciò che Kangana ha suggerito o di cui sta parlando qualcun altro."

Ayesha è una laureata inglese con un occhio estetico. Il suo fascino risiede nello sport, nella moda e nella bellezza. Inoltre, non evita gli argomenti controversi. Il suo motto è: "non esistono due giorni uguali, questo è ciò che rende la vita degna di essere vissuta".

Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Ti piace Sukshinder Shinda per via del suo

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...