Antonio Aakeel ~ Un attore asiatico britannico emergente

In uno speciale Gupshup con DESIblitz, giovane attore asiatico britannico, Antonio Aakeel parla del suo amore per la recitazione e dei suoi prossimi ruoli cinematografici.

Antonio Aakeel ~ Una stella asiatica britannica in ascesa

"Recito da quando ero bambino"

Antonio Aakeel è una stella nascente asiatica britannica. Il giovane attore di Wolverhampton è apparso per la prima volta sui nostri schermi televisivi nei panni di Trevor nel dramma per giovani adulti, Skins (E4) nel 2009.

Affermandosi come interprete one-to-watch, nel corso degli anni, Antonio ha diversificato le sue capacità di recitazione con ruoli sia teatrali che cinematografici. Più recentemente, Aakeel è apparso nel film, Città di piccole luci con Riz Ahmed, James Floyd, Billie Piper.

Ora Antonio è pronto per la fama internazionale con il suo ultimo progetto, Gli affamati. Descritto come una "rivisitazione contemporanea" di Shakespeare Titus Andronicus, il film recita nel ruolo dei pesi massimi Naseeruddin Shah ed è stato girato a Mumbai.

In un esclusivo Gupshup, Antonio ci racconta di più sul suo amore per la recitazione.

Una delle prime cose che distingue Antonio, a parte il suo sfacciato fascino fanciullesco, è il suo nome italiano.

antonio-aakeel-gupshup-attore-in primo piano-3

È certamente un passo insolito per quello che sembra un normale punjabi britannico delle Midlands. Ma Antonio rivela che è stato l'amore dei suoi genitori per la cultura italiana a ispirarli a dare ai loro figli nomi desi non tradizionali.

Antonio scherza: “I miei genitori pensavano: 'Come possiamo incasinare i nostri figli punjabi? Diamo loro nomi italiani! Quindi sì, volevano qualcosa di diverso per me. Non volevano che avessi un nome indiano tradizionale e adoravano la cultura italiana.

"O Antonio o Dimitrius, quindi penso di averne avuto la metà migliore lì."

Ovviamente, il nome di spicco è perfetto per l'intrattenitore nato naturale, che dice a DESIblitz: "Ho sempre recitato sin da quando ero bambino".

Guarda il nostro Gupshup completo con Antonio Aakeel qui:

video
riempimento a tutto tondo

La prima esposizione del giovane britannico britannico alla recitazione è stata un ruolo di una sola riga in una recita scolastica. Da allora, Antonio non vede l'ora di esibirsi.

Antonio Aakeel è fortemente influenzato da talentuosi attori asiatici britannici e da alcuni grandi di Hollywood come Leonardo DiCaprio e Meryl Streep:

“Nel mondo della recitazione, sono sempre stato affascinato da Jimmy Mistry, perché era un altro ragazzo marrone che si esibiva. E ho sempre pensato che fosse davvero divertente e lo ha fatto Amore Guru, E naturalmente, L'Est è l'Est è un classico. "

Quando si tratta di Bollywood, Antonio non esita a dichiarare Shahrukh Khan come il suo attore indiano preferito e Priyanka Chopra è la sua donna ideale. Antonio aggiunge che il suo film di Shahrukh preferito lo è paheli perché ha sia la magia che King Khan insieme.

Dopo una serie di ruoli della BBC come Dottori e Moving On, Antonio ha fatto un provino per il thriller poliziesco di Londra, Città di piccole luci.

antonio-aakeel-gupshup-attore-in primo piano-4

Inizialmente facendo un'audizione per interpretare il sé più giovane del personaggio di Riz Ahmed, alla fine ad Antonio è stato assegnato il ruolo del personaggio più giovane di James Floyd. Questo nuovo casting ha significato che Aakeel ha avuto l'opportunità di recitare in un paio di scene con lo stesso Riz:

“È stato davvero bello lavorare con tutti, ho fatto alcune scene con Riz Ahmed, perché il film scorre tra il passato e il presente, e vedi i nostri personaggi scontrarsi, mentre lui [Riz] sta vedendo i suoi ricordi. Quindi è stato davvero interessante lavorare con tutti ".

Essendo stato esposto a diversi generi e mezzi di recitazione sin dalla tenera età, Antonio aggiunge che gli piacciono tutti i tipi di recitazione, sia per il teatro, il film o la TV:

“Mi piace che la TV funzioni a un ritmo molto più veloce, non hai molto tempo per fare le riprese. Ma con il cinema, vai a un ritmo molto più lento e puoi sperimentare con il tuo personaggio e il regista ".

Nonostante sia esposto a così tanti diversi tipi di trame, Antonio ammette che i ruoli disponibili per gli attori etnici sono ancora piuttosto limitati:

"Penso che il motivo per cui potrebbe essere più difficile per gli attori asiatici britannici, in particolare, è che in primo luogo, non ci sono molti di noi con quel background, e in secondo luogo, non ci sono molti ruoli scritti per noi".

Aakeel afferma che sono sceneggiatori e registi che dovrebbero diversificare le loro sceneggiature e film per adattarsi a una più ampia gamma di voci etniche:

“Se non hanno familiarità con chi proviene da un contesto asiatico, hanno un certo stereotipo e percezione di cosa sia l'essere indiano o cosa sia l'essere musulmano. E a volte questo si perpetua attraverso le storie che ti vengono offerte. "

antonio-aakeel-gupshup-attore-in primo piano-1

Antonio aggiunge che è a causa di queste limitate opportunità e portata dei personaggi che ha rifiutato i ruoli in passato. Ma il giovane attore è ottimista sul fatto che le cose stiano cambiando:

"Con le sceneggiature che stanno uscendo [ora], ci sono alcune cose fantastiche che sto leggendo, quindi sicuramente è solo una mancanza di opportunità che sta creando il problema, ma penso che il settore stia cambiando ora e ci sono più ruoli offerto agli etnici. "

Gli affamati potrebbe essere proprio il ruolo etnicamente vario e complesso che Antonio sta cercando. La coproduzione Regno Unito-India segna il 400 ° anniversario della morte dello stimato drammaturgo britannico William Shakespeare.

Scritto e diretto da Bornila Chatterjee, il film è una coproduzione tra Cinestaan ​​Film Company e Film London.

Con Antonio Aakeel che si sta già abituando allo stile di recitazione del cinema indiano, Bollywood potrebbe essere la sua prossima grande mossa?

«Se mi avessero, forse. Mi piacerebbe fare qualcosa. Vedi se c'era un ruolo per me da qualche parte, ma forse non come il mio obiettivo principale perché non posso parlare davvero l'hindi e il mio punjabi è proprio come [piccolo gesto] così buono ", rivela Antonio.

È evidente che il giovane attore è una stella asiatica britannica emergente, con grandi cose nel suo futuro. DESIblitz augura ad Antonio Aakeel tutto il meglio per la sua carriera di attore.



Aisha è un editore e uno scrittore creativo. Le sue passioni includono musica, teatro, arte e lettura. Il suo motto è "La vita è troppo breve, quindi mangia prima il dessert!"

Immagini per gentile concessione di Antonio Aakeel e The Hungry





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    A quale partita di calcio giochi di più?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...