Tassista donna razzista maltrattata nonostante sia della stessa razza

Un tribunale ha sentito che una passeggera ha abusato razzialmente di un tassista Blackburn nonostante fosse della sua stessa etnia.

Tassista donna razzialmente maltrattata nonostante sia la stessa razza f

"Lo ha chiamato 'P *** c ***' e poi lo ha colpito"

Ushba Awan, una donna di origine pakistana, è stata accusata di aggressione a sfondo razziale contro un tassista pakistano a Blackburn, in Inghilterra.

Awan e la sua amica erano entrambe fuori la sera quando a tassista, Junaid Ejaz, ha raccolto la coppia.

Erano le 4.00 del mattino e le riprese video prodotte mostravano chiaramente che sia Awan che la sua amica avevano bevuto.

Il signor Ejaz aveva scatenato una discussione con Awan criticando il fatto che avesse bevuto e, come musulmana, avrebbe dovuto sapere che era sbagliato.

I commenti del signor Ejaz hanno agitato Awan e il suo comportamento è diventato ostile. Ha quindi iniziato a filmare le sue azioni e utilizzare il suo telefono cellulare che l'ha ulteriormente infuriata.

Awan è diventato sia vocale che fisico durante questa discussione.

"Lo ha chiamato 'P *** c ***' e poi lo ha colpito alla nuca."

Si è sostenuto che il motivo dietro a lei che si è scagliata contro di lui era perché aveva iniziato a registrarla.

Questa è una pratica comune per i tassisti.

I tassisti possono utilizzare in cabina telecamere o registrare passeggeri ostili a fini di protezione.

Tassista donna razzista maltrattata nonostante sia della stessa razza

Jonathan Taylor, che stava difendendo Awan, aveva sostenuto che anche lei era infastidita dalla tariffa del taxi. Il signor Ejaz le aveva fatto pagare 5 sterline prima della corsa in taxi e voleva altri 5 sterline una volta giunti a destinazione.

Ha affermato che questo, insieme a un attacco al suo stile di vita e alla registrazione delle sue azioni, era una ragione giustificabile per cui Awan si scagliava. Non era razzialmente aggravato.

Tuttavia, i magistrati ritenevano ancora che si trattasse di un'aggressione razziale aggravata nonostante i due condividessero la stessa etnia.

Awan non aveva precedenti condanne e si è dichiarata colpevole per le sue accuse.

Si era anche dichiarata colpevole per il possesso di cannabis.

È stata multata di £ 150 per il suo reato. Deve anche pagare al signor Ejaz una multa compensativa di £ 100 e una sovrattassa per la vittima di £ 22.

Nonostante il sig. Ejaz abbia vinto la causa, coloro che hanno commentato avevano altri punti di vista. Hanno sostenuto che i tassisti non dovrebbero offrire il loro giudizio su un passeggero e dovrebbero "occuparsi degli affari propri".

Alcuni hanno anche affermato che le sue azioni non hanno attaccato i pakistani e non erano razziali. Era ostile solo a causa dei suoi commenti.

Altri si sono affrettati a difendere il signor Ejaz sostenendo che non aveva nulla a che fare con il suo commento e più a che fare con la terminologia razzista che Awan aveva usato contro di lui.



Ammarah è una laureata in giurisprudenza con un interesse per i viaggi, la fotografia e tutte le cose creative. La sua cosa preferita da fare è esplorare il mondo, abbracciare culture diverse e condividere storie. Lei crede: "rimpiangi solo le cose che non fai mai".

Immagine solo a scopo illustrativo




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Qual è l'età giusta per il matrimonio degli asiatici?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...