Il dibattito di protesta degli agricoltori indiani del governo britannico risolverà le questioni?

Alla Camera dei Comuni si è tenuto un dibattito sulla protesta degli agricoltori indiani in corso. La discussione risolverà la crisi.

Il dibattito sulla protesta degli agricoltori indiani del governo britannico risolverà le questioni? G

"Questa è la più grande controversia commerciale al mondo"

La protesta degli agricoltori in India è stata discussa nel parlamento del Regno Unito l'8 marzo 2021, a seguito della petizione elettronica di successo del consigliere Gurch Singh.

È consigliere del rione di St Mary a Maidenhead.

Nel dicembre 2020, il consigliere Singh ha chiesto al governo del Regno Unito di rilasciare una dichiarazione sulle proteste e di esortare il governo indiano a garantire la sicurezza dei manifestanti e mantenere la libertà di stampa lì.

Per mesi, migliaia di agricoltori in tutta l'India hanno protestato contro le controverse leggi agricole del primo ministro Narendra Modi.

Le proteste sono state inizialmente pacifiche, tuttavia, ci sono stati scontri tra polizia e manifestanti.

Il petizione aveva un obiettivo di 100,000. Attualmente conta più di 115,000 firme.

Il consigliere Singh ha detto:

“Un enorme ringraziamento agli oltre 115,000 cittadini britannici di tutto il Regno Unito che hanno firmato, sostenuto e condiviso la petizione.

"Sono sicuro che i contadini che protestavano per le strade a Delhi hanno sentito il calore del pubblico britannico, come me, e spero che il dibattito parlamentare aiuterà a portare questa situazione a una conclusione ragionevole".

Mentre le proteste continuano, ha attirato più attenzione internazionale.

Con apparentemente senza fine in vista, i parlamentari hanno discusso la questione alla Camera dei Comuni.

È stato aperto dal parlamentare del Partito nazionale scozzese e membro del comitato per le petizioni Martyn Day.

Il deputato di Birmingham Khalid Mahmood ha sottolineato l'importanza della protesta degli agricoltori, definendola una questione "critica" che deve essere affrontata.

Ha detto: “Questa è la più grande controversia commerciale al mondo in questo momento.

“Non si tratta solo di riuscire a concludere un accordo per sopravvivere. Si tratta dei loro mezzi di sussistenza.

"Ci sono stati un numero enorme di agricoltori che si sono suicidati".

Il signor Mahmood ha continuato a sostenere che le leggi non giovano al benessere degli agricoltori indiani.

Ha continuato: "Per il governo indiano allora, quando cercano un cambiamento pacifico alla legislazione che l'India ha adottato e gli abusi che hanno consegnato a queste persone".

Il signor Mahmood ha spiegato il brutalità che i manifestanti hanno affrontato per mano della polizia.

Ha affermato che mentre le proteste sono state in gran parte pacifiche, ci sono stati individui che hanno istigato la violenza.

Mahmood ha anche affermato che la controversia avrebbe potuto essere risolta rapidamente e che il governo indiano ha scelto di non ascoltare la comunità agricola.

La deputata conservatrice Theresa Villiers ha affermato che la riforma agricola in India è prevalente da 20 anni.

Ha detto che gli organismi internazionali hanno accolto con favore il tentativo di agire del primo ministro Modi.

La Sig.ra Villiers ha dichiarato: "Capisco che gli agricoltori che protestano si sentano insicuri riguardo al loro futuro, ma il governo del Primo Ministro Modi ha ripetutamente affermato che uno scopo principale delle riforme è rendere l'agricoltura più redditizia, aumentare i redditi delle persone che lavorano nell'agricoltura e promuovere gli investimenti. in agricoltura per aumentare la resa. "

Ha ammesso che le nuove leggi significano cambiamento, ma ha detto che molte delle regole attuali rimangono le stesse.

La signora Villiers ha ribadito il discorso dell'onorevole Modi l'8 febbraio 2021, in cui ha affermato che un prezzo minimo di sostegno non sarà rimosso.

Sugli scontri, l'onorevole Villiers ha affermato che è probabile che si verifichino, dato il numero di manifestanti. Ha anche detto che era lo stesso nel Regno Unito.

Ha concluso sostenendo che il governo indiano dovrebbe essere celebrato, non criticato per la "storia di successo democratico che è".

L'ex leader laburista Jeremy Corbyn ha evidenziato alcune delle ragioni delle proteste.

Ha spiegato che molti degli agricoltori erano piccoli proprietari terrieri, oltre 22,000 agricoltori si sono suicidati.

Il sig. Corbyn ha criticato il governo indiano per la sua azione nei confronti dei giornalisti indiani.

Ha detto: “Senza precedenti è anche la reazione del governo indiano verso il modo in cui i media rispondono.

“L'accesso a Internet è stato chiuso, l'accesso ai media è stato impedito, l'accesso ai telefoni cellulari è stato limitato.

"È stato loro impedito di diffondere il loro messaggio al resto del mondo."

Il deputato laburista di Ealing Southall Virendra Sharma ha espresso la sua preoccupazione per la protesta degli agricoltori.

Ha spiegato che le proteste pacifiche sono un diritto democratico e che gli agricoltori lo esercitano.

Ha continuato dicendo che entrambe le parti devono riconoscere la necessità di giungere a una risoluzione.

Il dibattito di protesta degli agricoltori indiani del governo britannico risolverà le questioni?

Il deputato di Slough Tan Dhesi, che ha mostrato solidarietà con gli agricoltori e ha ripetutamente chiesto al governo britannico di affrontare la crisi, ha parlato del "crisi umanitaria".

Ha espresso la difficile situazione dei contadini.

Il signor Dhesi ha aggiunto:

"Giornalisti, comprese giovani donne, sono stati arrestati, con denunce di aggressioni sessuali e torture durante la detenzione".

“I milioni di manifestanti provengono da tutta l'India e da fedi diverse.

"Poiché molti di loro sono sikh, sono stati individuati e etichettati come separatisti e terroristi da elementi senza scrupoli dei principali media indiani".

Il parlamentare di Naz Shah ha fatto eco ai punti di Dhesi e ha aggiunto che coloro che hanno influenza vengono ascoltati mentre l'agricoltore medio non ha "voce".

Molti dei parlamentari nel dibattito hanno mostrato solidarietà con gli agricoltori e hanno esortato il governo indiano a giungere a una risoluzione.

La protesta degli agricoltori ha attirato l'attenzione internazionale e il dibattito alla Camera dei Comuni ne è la prova.

Solo il tempo dirà se il dibattito ha portato a una risoluzione in merito.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Ti piace Sukshinder Shinda per via del suo

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...