Perché i calciatori di alto profilo vanno in Arabia Saudita?

Sempre più giocatori di alto livello scelgono di giocare in Arabia Saudita, ma perché è così all'improvviso? Approfondiamo questo.


Ora si unisce a Cristiano Ronaldo.

La finestra di mercato estiva è un momento entusiasmante nel calendario calcistico, ma il numero di giocatori che andranno a giocare in Arabia Saudita è stato all'improvviso in prima linea.

Ogni giorno, i giocatori dei migliori club europei vengono collegati con il passaggio alla Saudi Pro League.

È normale vedere giocatori passare a campionati meno importanti mentre si avvicinano alla fine della loro carriera, con la MLS come destinazione comune.

Tuttavia, questo non è il caso della Saudi Pro League poiché i giocatori che non sono nemmeno al loro apice stanno effettuando il passaggio.

Cristiano Ronaldo è stata la prima superstar globale a unirsi al campionato quando ha firmato per Al Nassr nel gennaio 2023.

Da allora, la Saudi Pro League ha continuato a crescere di statura man mano che sempre più giocatori firmano per i loro club.

Ma perché l'Arabia Saudita è improvvisamente diventata l'argomento di discussione del mondo del calcio?

Esaminiamo alcuni dei motivi per cui, così come alcuni dei migliori giocatori che hanno firmato durante la finestra di mercato estiva del 2023.

Chi sono i Team Owner?

Perché i calciatori di alto profilo vanno nelle squadre dell'Arabia Saudita

I club della Saudi Pro League sono stati privatizzati come parte di un progetto governativo per aiutare a far progredire lo sport nel paese.

Il ministro dello sport dell'Arabia Saudita ha affermato che i cambiamenti aiuterebbero la competizione a essere tra i primi dieci campionati del mondo.

Il Public Investment Fund (PIF), che detiene anche una quota di maggioranza di Newcastle, ha anche una quota del 75% in Al Nassr, Al Hilal, Al Ahli e Al Itiihad.

La compagnia petrolifera saudita Aramco acquisterà una percentuale di Al Qadsiah mentre Neom ha acquistato parte di Al Suqoor FC.

Chi ha firmato durante il mercato estivo 2023?

Cristiano Ronaldo è stato il primo calciatore di alto profilo ad andare in Arabia Saudita, firmando per Al Nassr nel gennaio 2023.

Dall'apertura della finestra di trasferimento estiva del 2023, molti giocatori famosi si sono trasferiti in club in Arabia Saudita e ogni giorno i giocatori vengono collegati a club sauditi.

La finestra di trasferimento della Saudi Pro League si è aperta il 1° luglio e si chiuderà il 20 settembre, il che significa che ne seguiranno molte altre.

Ecco alcuni dei giocatori di alto profilo che si sono trasferiti in Arabia Saudita durante la finestra di mercato estiva del 2023.

Sadio Manè: Al Nassr

Perché i calciatori di alto profilo vanno in Arabia Saudita - sadio

  • Firmato da: Bayern Monaco
  • Commissione: £ 24 milioni
  • Salario dichiarato: £ 33 milioni all'anno

Dopo appena un anno in Bundesliga, Sadio Mane si è unito ad Al Nassr.

Ora si unisce a Cristiano Ronaldo.

Allan Saint Maximin: Al Ahli

Perché i calciatori di alto profilo vanno in Arabia Saudita - asm

  • Firmato da: Newcastle
  • Commissione: £ 23 milioni
  • Salario dichiarato: sconosciuto

Allan Saint-Maximin affiancherà l'ex ala del Manchester City Riyad Mahrez e l'ex attaccante del Liverpool Roberto Firmino in prima linea di Al Ahli.

L'ASM ha segnato 13 gol in 124 partite e registrato 21 assist per il Newcastle dopo essere arrivato nell'agosto 2019 dal Nizza.

Riyad Mahrez: Al Ahli

  • Firmato da: Manchester City
  • Commissione: £ 30 milioni
  • Salario dichiarato: £ 25.6 milioni all'anno

Dopo aver vinto il triplete con il Manchester City, Riyad Mahrez ha completato il suo passaggio all'Al Ahli.

Il Manchester City ha concordato con Al Ahli un compenso fino a 30 milioni di sterline per il nazionale algerino.

Jordan Henderson: Al Ettifaq

  • Firmato da: Liverpool
  • Commissione: £ 12 milioni
  • Salario dichiarato: £ 18.2 milioni all'anno

Dopo 12 anni al Liverpool e dopo aver vinto tutti i principali trofei, Jordan Henderson è passato ad Al Ettifaq.

Si collegherà nuovamente con l'ex compagno di squadra Steven Gerrard, che è l'allenatore del club saudita.

Karim Benzema: Al Ittihad

  • Firmato da: Real Madrid
  • Costo: gratuito
  • Salario dichiarato: £ 172 milioni all'anno

L'attuale vincitore del Pallone d'Oro Karim Benzema si è trasferito in Arabia Saudita dopo la scadenza del suo contratto con il Real Madrid.

Durante la sua permanenza con il Real Madrid, ha vinto cinque trofei di Champions League.

Roberto Firmino: Al Ahli

  • Firmato da: Liverpool
  • Costo: gratuito
  • Salario dichiarato: £ 17 milioni all'anno

Il brasiliano con il punteggio più alto nella storia della Premier League, Roberto Firmino si è goduto un lungo ed emozionante addio ai tifosi del Liverpool, tra i quali era uno dei favoriti dopo otto anni ad Anfield.

N'Golo Kante: Al Ittihad

  • Firmato da: Chelsea
  • Costo: gratuito
  • Salario dichiarato: £ 86.2 milioni all'anno

N'Golo Kante ha deciso di lasciare il Chelsea al termine del suo contratto, che era stato ostacolato dagli infortuni.

Ora si unisce al suo compagno di squadra della Francia Karim Benzema ad Al Ittihad.

Edouard Mendy: Al-Ahli

  • Firmato da: Chelsea
  • Commissione: £ 16 milioni (circa)
  • Salario dichiarato: £ 9.4 milioni all'anno

Edouard Mendy è arrivato al Chelsea nel 2020 e ha avuto un buon inizio.

Tuttavia, ha perso il posto di portiere di prima scelta e ha collezionato solo 10 presenze durante la stagione 2022/23 della Premier League.

Sergej Milinkovic-Savic-Al Hilal

  • Firmato da: Lazio
  • Commissione: £ 34 milioni
  • Salario dichiarato: £ 17 milioni all'anno

Sergej Milinkovic-Savic è stato uno dei giocatori chiave della Lazio, essendo stato nominato giocatore della stagione del club nel 2020-21 e nel 2021-22.

È stato pubblicizzato come un centrocampista che avrebbe lasciato il segno ai massimi livelli del calcio europeo, con molti dei migliori club che hanno espresso interesse per lui.

Milinkovic-Savic si presenterà ora nella Pro League saudita.

Stipendi senza precedenti

Uno dei motivi principali per cui molti giocatori di alto profilo si uniscono alla Saudi Pro League sono gli enormi stipendi, con i quali i club europei non possono competere.

Cristiano Ronaldo guadagna circa 175 milioni di sterline all'anno mentre Benzema guadagnerà circa 172 milioni di sterline all'anno.

Abdullah Al-Arian, autore di Calcio in Medio Oriente: stato, società e bel gioco, dice:

“La lega saudita offre pacchetti salariali senza precedenti ai giocatori che teoricamente hanno ancora qualche anno di gioco ai massimi livelli.

"In tal modo, mira ad allontanarli dai loro club attuali alcuni anni prima che una tale mossa sarebbe stata considerata un capitolo finale 'naturale' delle loro leggendarie carriere".

I sauditi non sono i primi a tentare di utilizzare enormi stipendi per attirare giocatori lontano dai primi cinque campionati europei, ma i loro sforzi sembrano essere su una nuova scala.

Il giornalista egiziano Mostafa Mohamed afferma:

"Quello che sta accadendo ora in Arabia Saudita è diverso e senza precedenti".

"Il livello degli investimenti è di un ordine di grandezza completamente diverso e con il sostegno del regime saudita questa scossa sarà più sostenuta rispetto alle precedenti acquisizioni di giocatori di alto profilo in Cina, Russia o Stati Uniti".

Il PIF è recentemente diventato il principale investitore nel controverso LIV Golf.

Il finanziamento di squadre ed eventi sportivi da parte di PIF fa parte della strategia Vision 2030 dell'Arabia Saudita per diversificare l'economia lontano dalla dipendenza dal petrolio.

Perché l'Arabia Saudita sta improvvisamente spendendo ingenti somme per giocatori stranieri?

L'Arabia Saudita sta cercando di espandere la propria economia attraverso altri settori per contribuire a garantire il proprio futuro finanziario.

Il paese fa affidamento sulla vendita di denaro attraverso il petrolio. Tuttavia, ciò non durerà per sempre e hanno bisogno di diversificare la loro economia.

Lo sport è un'area in cui stanno cercando di crescere e che include il loro campionato di calcio.

Vogliono costruire la propria industria del tempo libero e dell'intrattenimento e attingere all'enorme interesse che c'è tra la popolazione dell'Arabia Saudita – di cui il 70% ha meno di 40 anni – per il calcio.

Il calcio è enorme in Arabia Saudita, con la nazionale che batte gli eventuali vincitori della Coppa del Mondo Argentina.

L'Arabia Saudita vede anche il calcio come un modo per aumentare il turismo.

I governanti del paese hanno visto questo interesse e hanno pensato che invece di far guadagnare altri soldi dall'interesse della nostra popolazione per lo sport, facciamolo noi stessi e teniamo i soldi all'interno dei nostri confini.

Vuole mettere l'Arabia Saudita sulla mappa e aumentare il suo profilo.

Equilibrio competitivo

Ogni giorno, numerosi giocatori vengono collegati con i club dell'Arabia Saudita e i funzionari del PIF sono stati coinvolti in trattative, spesso per conto di più di un club.

Abdullah Al-Arian afferma: “Accentrando il controllo sui club più importanti, il PIF può supervisionare i miliardi di dollari appena investiti.

"[Può] coordinare la distribuzione di giocatori superstar tra le diverse squadre e massimizzare l'equilibrio competitivo in un modo che si adatta alle esigenze del campionato mentre sfida l'egemonia delle competizioni d'élite europee".

Per i calciatori che arrivano dall'Europa, quella competitività tra le squadre può rendere la Pro League saudita più attraente rispetto ad altri campionati noti per pagare grandi stipendi ma senza molto in termini di cultura calcistica.

Prima dell'arrivo delle superstar mondiali, l'Arabia Saudita era ossessionata dal calcio, con famose rivalità come quella tra Al Nassr e Al Hilal.

Le squadre hanno molto successo anche in Asia.

Mostafa Mohamed afferma: “La Saudi Pro League è in realtà molto competitiva e relativamente ben radicata nella regione.

"Si colloca in alto tra i campionati in Asia, probabilmente solo dietro... Giappone e Corea del Sud".

Al Hilal ha vinto più Champions League asiatiche di qualsiasi altro club.

Nel frattempo, la nazionale si è qualificata per la Coppa del Mondo sei volte, ottenendo una famosa vittoria contro l'Argentina nel 2022.

In effetti, i lucrosi contratti per le star internazionali sono un perno per lo sport più seguito del paese.

Al-Arian afferma: “In un certo senso, questo segna un importante cambiamento per il calcio saudita.

"[Ha] una storia ricca e vibrante la cui crescita si è sviluppata costantemente in gran parte attraverso l'investimento in talenti nazionali e la crescita della base di fan attraverso un'enfasi sui club basati sulla comunità".

Durerà più a lungo della Super League cinese?

L'improvvisa comparsa di giocatori che vanno in Arabia Saudita traccia parallelismi con la Super League cinese.

Nel 2014, la star del Brasile Oscar e l'attaccante dell'Atlético Madrid Jackson Martínez si sono trasferiti in Estremo Oriente.

Ciò è accaduto perché la Super League è un ordine diretto del presidente del paese Xi Jinping.

Voleva che la Cina ospitasse la Coppa del Mondo, avesse una buona squadra nazionale e un campionato nazionale.

Tuttavia, il Partito Comunista al potere ha cambiato idea.

A loro non piaceva la quantità di denaro che fluiva dalla Cina verso l'Europa.

Hanno deciso di porre fine a questo e sono state implementate molte regole diverse per controllare quanti giocatori stranieri sono nella Super League cinese.

Come la Cina, l'obiettivo dell'Arabia Saudita è a lungo termine.

Ma l'Arabia Saudita ha più soldi e c'è la convinzione che siano più seri.

Questo afflusso di giocatori è l'inizio di un processo e, secondo Sky Sports News, l'Arabia Saudita vuole 100 dei migliori giocatori stranieri del suo campionato entro i prossimi cinque anni.

Cristiano Ronaldo è stato il primo ad andarsene e hanno cercato di convincere Lionel Messi con un'offerta di 315 milioni di sterline all'anno. Tuttavia, ha deciso di andare invece all'Inter Miami, squadra della MLS.

Ciò non ha scoraggiato i club dell'Arabia Saudita, con Ruben Neves che si è unito ad Al Hilal e quattro giocatori del Chelsea che sono passati al paese del Golfo.

Nessun giocatore è stato escluso dal tentativo di portarlo in Arabia Saudita.

Mohammed Hamdi, esperto di calcio in Medio Oriente, ritiene che il Paese non abbia problemi ad attrarre i migliori talenti.

Ha detto: “Hanno le infrastrutture.

“Hanno il paese. Possono ospitare [una Coppa del Mondo]. Abbiamo già visto che in Qatar è stato un evento straordinario”.

“Questa è una visione a lungo termine in cui puoi attrarre contratti televisivi, media, sponsorizzazioni e più visitatori nel paese.

“Non sono solo i giocatori di un certo giocatore o fondamentalmente a finalizzare la loro carriera. Si vede che ci sono giovani giocatori pronti a fare il passo nel campionato saudita".

La Saudi Pro League è rapidamente salita alla ribalta, con l'adesione di diversi giocatori affermati.

Non solo si tratta solo degli enormi stipendi, ma fa parte di un piano più ampio per far crescere lo sport e l'economia in Arabia Saudita.

E appare evidente che non sarà una raffica breve come la Chinese Super League.

Mentre la finestra di trasferimento continua, sarà interessante vedere quali giocatori saranno i prossimi a trasferirsi in Arabia Saudita.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Qualcuno ha sofferto di diabete nella tua famiglia?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...