Cosa porterà Omar Berrada come amministratore delegato del Manchester United?

Il Manchester United ha nominato Omar Berrada nuovo amministratore delegato. Ma chi è e cosa porterà al club di Premier League?

Cosa porterà Omar Berrada come CEO del Manchester United f

"Tutto quello che sapevo è che volevo andare in Europa."

La finestra di mercato di gennaio ha visto un importante acquisto per il Manchester United in Omar Berrada.

Ma non è un giocatore che Erik ten Hag possa inserire nella sua squadra. Berrada è il nuovo amministratore delegato del club.

La notizia è stata annunciata il 20 gennaio 2024.

Una dichiarazione recita: “Il Manchester United è lieto di annunciare la nomina di Omar Berrada come nuovo CEO.

“Il club è determinato a rimettere il calcio e la prestazione in campo al centro di tutto ciò che facciamo. La nomina di Omar rappresenta il primo passo di questo percorso.

“Essendo uno dei dirigenti calcistici più esperti ai vertici del calcio europeo, Omar apporta una ricchezza di competenze calcistiche e commerciali, con una comprovata esperienza di leadership di successo e una passione per aiutare a guidare il cambiamento in tutto il club.

“Attualmente ricopre il ruolo di Chief Football Operations Officer per il City Football Group, supervisionando 11 club in cinque continenti e, prima ancora, ha ricoperto ruoli senior al Barcellona.

“La nostra ambizione dichiarata è ristabilire il Manchester United come club vincitore del titolo.

“Siamo lieti che Omar si unisca a noi per aiutarci a raggiungere questo obiettivo, in modo che, ancora una volta, i tifosi dello United possano vedere, nelle parole di Sir Matt Busby, la bandiera rossa sventolare alta ai vertici del calcio inglese, europeo e mondiale. .”

“La data di inizio di Omar sarà confermata a tempo debito; nel frattempo, Patrick Stewart continuerà a ricoprire il ruolo di CEO ad interim”.

È una nomina importante per il Manchester United poiché Berrada è stato Chief Football Operations Officer per il City Football Group, che possiede i rivali del Manchester City.

Ma chi è Omar Berrada e cosa può offrire per aiutare il Manchester United a riconquistare la gloria passata?

Il suo background

Cosa porterà Omar Berrada come amministratore delegato del Manchester United

Omar Berrada è nato in Francia da genitori marocchini, tuttavia ha trascorso molto tempo crescendo negli Stati Uniti.

Nel 2004 è entrato a far parte di Barcelona come capo della sponsorizzazione.

Alla sua prima avventura nel calcio, Berrada ha detto:

“La mia prima esperienza universitaria è stata negli Stati Uniti ma solo per sei mesi.

“Volevo laurearmi in ingegneria in un'università del Massachusetts, ma ho deciso che non faceva per me.

“Così a metà anno scolastico, a dicembre, ho deciso di partire e cambiare. Tutto quello che sapevo è che volevo andare in Europa”.

Berrada fa parte del City Football Group (CFG) del Manchester City dal 2011, unendosi come capo degli affari internazionali.

Ha scalato la gerarchia della città ricoprendo vari ruoli, tra cui quello di Direttore commerciale del gruppo, Vicepresidente senior, prima di diventare Direttore operativo del team nel 2016.

Berrada è stato spostato in un ruolo senior nel City Football Group nel 2020 ed è da quel ruolo di Chief Football Operations Office con CFG che lo United lo ha scelto come nuovo CEO.

Sarà una sconfitta per il Manchester City?

L'ascesa di Berrada all'interno del Manchester City e del CFG è una testimonianza del suo impatto significativo, rendendo la sua partenza una perdita sostanziale sia per la Premier League che per i campioni d'Europa.

Con una storia di stretta collaborazione con il direttore sportivo del City, Txiki Begiristain, la sua assenza richiederà un'approfondita rivalutazione e ristrutturazione di un aspetto cruciale dell'attività.

Anticipando il potenziale miglioramento dello United sotto la guida di Berrada, si riconosce che potrebbero rappresentare una rinnovata minaccia nei prossimi anni.

Al di là del suo acume commerciale, Omar Berrada è stato riconosciuto per la sua crescente influenza negli aspetti finanziari delle negoziazioni dei giocatori, come la firma di Aymeric Laporte nel 2018.

Nonostante i successi sul campo del City negli ultimi anni, la meticolosa selezione del suo sostituto diventa fondamentale per evitare qualsiasi destabilizzazione all'interno dei campioni della Premier League.

Un grosso problema per il Manchester United

Cosa porterà Omar Berrada come CEO del Manchester United 3

D'altra parte, la nomina sembra essere un grosso problema per il Manchester United.

I Red Devils sono allo sbando sia dentro che fuori dal campo.

I tifosi chiedono a gran voce un amministratore delegato in modo che ci sia una figura che tenga d'occhio il reclutamento e la visione a lungo termine del club.

L'arrivo di Berrada non cambierà le cose da un giorno all'altro, ma è un messaggio forte da inviare entro il primo mese dall'ingresso di Sir Jim Ratcliffe nel club.

Non solo le cose cambieranno, ma il futuro a lungo termine sembra abbastanza luminoso da consentire a uno dei massimi dirigenti del City di passare alla parte rossa del Manchester.

Omar Berrada è un esperto in tutti i settori sportivi e non, essendo stato testimone del modello di business di successo del Manchester City.

La sua sfida principale è affrontare l'attuale disordine dello United e stabilire un modello praticabile basato sulla sua esperienza con il City.

Berrada e INEOS

La nomina ad amministratore delegato di Omar Berrada è la prima grande mossa per riportare il Manchester United più vicino ai vertici dell'élite del calcio.

Dopo che Sir Jim Ratcliffe ha acquisito una quota del 25% nel club, Sir Dave Brailsford è stato incaricato di intraprendere un audit delle operazioni calcistiche del club.

Il precoce coinvolgimento di Berrada con INEOS indica che Ratcliffe fa sul serio e suggerisce un allontanamento dalla tendenza della famiglia Glazer a premiare la mediocrità dall'interno.

Nonostante anni di scarsi risultati, il Manchester United detiene ancora una significativa influenza commerciale e un’ampia base di fan.

C'è l'aspettativa che queste risorse verranno utilizzate in modo più efficace sotto la nuova leadership, ponendo fine all'era di sottoutilizzo della potenza commerciale del club negli ultimi anni.

Come potrebbe sbloccare il potenziale di trasferimento dello United

Il Manchester United è noto per il suo giocatori leggendari ma negli ultimi anni una delle maggiori critiche è stata la politica di trasferimento del Manchester United.

I giocatori vengono ingaggiati per cifre enormi ma poi non riescono a esibirsi in campo. Nel frattempo, i giocatori in uscita vengono venduti per cifre esigue.

Un esempio di questo è il talentuoso centrocampista Zidane Iqbal venduto alla squadra olandese dell'Utrecht per una cifra dichiarata di £ 850,000.

In qualità di amministratore delegato, Omar Berrada supervisionerà il reclutamento di giocatori che potrebbero, a loro volta, sbloccare il potenziale di trasferimento dello United.

Nel maggio 2021, ha ha spiegato la sua visione sulla costruzione di una squadra:

“Si è sempre trattato di trovare il giusto equilibrio in squadra tra giocatori giovani, giocatori che sono al massimo e giocatori che possono portare più esperienza.

“Non si tratta di investire in superstar, ci piace trovare i giocatori giusti e con il tempo diventano superstar grazie al successo della squadra.

“Si tratta di garantire che troviamo giocatori che possano adattarsi al nostro stile di gioco, credere nella nostra cultura in atto e poi accettarla.

"Amiamo investire in giocatori di diversi livelli di età e farli fiorire e raggiungere il loro massimo potenziale."

Un esempio chiave è Kevin De Bruyne. Berrada lo teneva d'occhio al Wolfsburg.

Da quando si è trasferito al City, De Bruyne è considerato uno dei migliori centrocampisti del mondo.

Un esempio più recente è Julian Alvarez, che era relativamente sconosciuto quando fu firmato dal River Plate. Ma è stato incredibile testimoniare la sua capacità di passare senza problemi al calcio europeo.

Risultati finanziari del Manchester United

Lo United ha recentemente reso pubblici i risultati finanziari per il primo trimestre della stagione 2023/24.

I punti degni di nota includono un aumento di quasi il 10% nella massa salariale, attribuito all'acquisizione di nuovi giocatori come Rasmus Hojlund, Andre Onana e Mason Mount.

Anche il ritorno in Champions League ha avuto un ruolo, poiché è stato revocato il taglio salariale del 25% rispetto alla stagione precedente.

Nonostante un piccolo utile operativo al lordo delle imposte di 2 milioni di sterline, le perdite al netto delle imposte ammontano a 26 milioni di sterline, compreso un credito d’imposta di 7 milioni di sterline.

Sebbene il Manchester City debba affrontare un'udienza in commissione per presunte violazioni dei regolamenti sul profitto e la sostenibilità (PSR), continua a prosperare finanziariamente, superando i 700 milioni di sterline di ricavi per la stagione 2022/23.

In termini di profitti derivanti dallo scambio di giocatori negli ultimi cinque anni, il Manchester City è al terzo posto, mentre il Manchester United è al quindicesimo, dietro anche a club più piccoli come Burnley e Watford.

Ciò riflette una strategia di reclutamento imperfetta che incide sulla capacità dello United di conformarsi al PSR.

Nonostante la spesa sostanziale dello United, non ha avuto una strategia chiara nello scambio di giocatori, vendendo solo 199 milioni di sterline di talenti in cinque anni.

L'arrivo di Omar Berrada potrebbe segnare un cambiamento nell'approccio dello United.

Pur non essendo una soluzione immediata, la sua influenza potrebbe portare a cambiamenti strategici, affrontando questioni di vecchia data e rivelandosi potenzialmente più incisivo rispetto ai recenti acquisti di alto profilo.

La nomina di Omar Berrada a CEO del Manchester United sembra essere positiva per riportare il club nella giusta direzione.

La sua esperienza durante la sua permanenza al Manchester City è accogliente.

Tuttavia, è stato riferito che non assumerà ufficialmente il ruolo fino all'estate.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO
  • Sondaggi

    In qualità di utente con tariffa mobile mensile a pagamento quale di queste si applica a te?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...