Questo genio indiano era il "padre della chimica"?

DESIblitz approfondisce la storia di un intellettuale indiano popolarmente conosciuto come il "padre della chimica". Descriviamo in dettaglio la sua vita e la sua carriera.

Questo genio indiano era il 'padre della chimica'_ - F

"Non c'è piacere come quello che scaturisce da una scoperta."

Quando si parla di scienza in India, il "padre della chimica" è un titolo prestigioso.

Tuttavia, chi era conosciuto come questo?

Il suo nome è Prafulla Chandra Ray. Era un chimico, educatore, storico e filantropo indiano.

I campi di studio di Prafulla includevano la chimica inorganica e organica e la storia della chimica.

Intellettuale e genio provato, la vita di Prafulla è una saga di successi.

Ti invitiamo in un viaggio che ti condurrà attraverso la vita di questo grande uomo.

DESIblitz si tuffa nella storia del "padre della chimica" indiano.

Prima educazione

Questo genio indiano era il 'padre della chimica'_ - Prima educazionePrafulla Chandra Ray nacque a Raruli-Katipara, nell'attuale Bangladesh, il 2 agosto 1861.

Era il terzo figlio di Harish Chandra Raychowhury e Bhubanmohini Devi.

Nel 1878 Prafulla superò gli esami di immatricolazione presso una Prima Divisione.

Successivamente, fu ammesso alla Metropolitan Institution, che in seguito divenne nota come Vidyasagar College.

Durante gli studi, Prafulla fu profondamente influenzato da Surendranath Banerjee, che era l'insegnante di letteratura inglese al college.

Durante questo periodo Prafulla partecipò a numerose lezioni di fisica e di chimica, con notevole interesse per quest'ultima.

La sua passione per l'argomento lo ha portato ad allestire un laboratorio di chimica in miniatura nell'alloggio di un compagno di classe.

Imparò anche il latino e il francese e divenne esperto di sanscrito, cosa che lo aiutò a vincere una borsa di studio del Premio Gilchrist.

Dopo un esame rigoroso, Prafulla è stato iscritto come studente di Bachelor of Science presso l'Università di Edimburgo. Nel 1880 studiò nel Regno Unito per sei anni.

Nel 1951, l'ex compagno di classe di Prafulla, il geografo Hugh Robert Mill ricordato il padre della chimica e disse:

"[È] l'indù più illuminato che abbia mai incontrato, parla e scrive inglese con grazia e fluidità, e singolarmente a suo agio nei modi di pensiero europei."

Nel 1886 Prafulla scrisse un saggio pluripremiato in cui condannava il Raj britannico.

Tutti questi fattori indicavano quale figura stimolante sarebbe diventato negli anni successivi.

Carriera scientifica

Questo genio indiano era il 'padre della chimica'_ - Carriera scientificanitriti

Nel 1895, Prafulla Chandra Ray iniziò il suo lavoro per scoprire la chimica dei nitriti.

L'anno successivo pubblicò un articolo che esplorava un nuovo composto chimico noto come nitrito mercuroso.

Questo è un composto inorganico, un sale costituito da mercurio e acido nitrico.

Il suo lavoro ha aperto la strada a numerose altre indagini sui nitriti.

Prafulla ha ammesso: “La scoperta del nitrito mercurioso ha aperto un nuovo capitolo nella mia vita”.

È anche la prima persona a sintetizzare il mercurio e ha sostenuto l'uso del mercurio per curare le malattie della pelle.

Il "padre della chimica" ha anche dimostrato sul campo che il nitrito di ammonio puro era uno spostamento stabile.

Il nitrato di ammonio è un sale cristallino bianco costituito da ammonio e nitrato.

Può essere utilizzato in agricoltura come fertilizzante ad alto contenuto di azoto ed è altamente solubile in acqua.

Per questo risultato, ha ricevuto le congratulazioni dal premio Nobel William Ramsay.

Nel 1924 Prafulla iniziò una nuova scuola indiana di chimica. Il suo lavoro sui nitriti gli è valso anche il titolo di "Maestro dei nitriti".

Il chimico britannico Henry Edward Armstrong disse a Prafulla:

“Il modo in cui sei diventato gradualmente 'maestro dei nitriti' è molto interessante.

"E il fatto che tu abbia stabilito che come classe essi sono ben lungi dall'essere i corpi instabili, come avevano supposto i chimici, è un'importante aggiunta alla nostra conoscenza."

Compagnia farmaceutica

Nel 1901 fondò la prima azienda farmaceutica indiana di proprietà del governo.

Conosciuta come Bengal Chemicals and Pharmaceuticals, l'azienda aprì il suo primo stabilimento a Calcutta nel 1905.

Altri tre seguirono a Panihati, Mumbai e Kanpur rispettivamente nel 1920, 1938 e 1949.

Nel 1916 entrò a far parte del Calcutta University College of Science come primo "Professore Palit di Chimica".

Mentre ricopriva questa posizione, divenne noto per il suo lavoro sui composti tra cui oro, platino e iridio.

Nel 1921 Prafulla donò il suo stipendio all'Università di Calcutta, come aiuto per la ricerca chimica, dimostrando così la sua passione per il progresso del campo.

Letterario

Questo genio indiano era il 'padre della chimica'_ - LetterarioPrafulla Chandra Ray potrebbe essere conosciuto come il "padre della chimica".

Tuttavia, il suo interesse e il suo impatto si estendono oltre il campo magnetico della scienza.

Prafulla ha scritto articoli in bengalese per riviste, abbracciando le sue passioni scientifiche in questo lavoro.

Nel 1932 pubblicò il suo primo volume autobiografia, che prende il nome Vita ed esperienza di un chimico bengalese. 

Prafulla lo dedicò alla gioventù indiana e il secondo volume uscì nel 1935.

Ha affermato: “Questo volume è scritto con affetto nella speranza che la sua lettura possa in qualche misura stimolarli alle attività”.

Nel 1902, incanalò la sua vasta ricerca sugli antichi manoscritti sanscriti e sul lavoro degli orientalisti in Una storia della chimica indù dai primi tempi alla metà del XVI secolo.

Il secondo volume di questo testo fu pubblicato nel 1909.

Approfondendo questo lavoro, Prafulla ha detto:

“È stato per me motivo di gratificazione il fatto che, quasi subito dopo la pubblicazione del primo volume, esso sia stato accolto con grandi elogi sia in patria che all’estero.

“La preparazione del primo volume del Storia della chimica indù intitolato a un lavoro così duro e continuo che non mi lasciò molto tempo per proseguire i miei studi di chimica moderna, che stavano avanzando a passi da gigante e facendo passi da gigante”.

La dedizione di Prafulla nel mettere i suoi pensieri su carta come mezzo per ispirare generazioni illustra il suo zelo per la conoscenza e l'apprendimento.

Per questo dovrebbe essere applaudito e rispettato.

Filantropia

Questo genio indiano era il 'padre della chimica'_ - FilantropiaPrafulla Chandra Ray era noto per la sua generosa filantropia e cause umanitarie.

Ha donato denaro regolarmente a una varietà di organizzazioni.

Questi includono il benessere di Sadharan Brahmo Samaj, della Brahmo Girls 'School e della Indian Chemical Society.

Fu grazie alla sua donazione nel 1922 che fu istituito il Premio Nagarjuna.

Il riconoscimento è stato per il miglior lavoro in chimica.

Nel 1937, un altro premio, intitolato al matematico bengalese Ashutosh Mukherjee, venne dalla donazione di Prafulla.

Questo premio era per i risultati ottenuti in zoologia o botanica.

Prafulla ha ricevuto numerose onorificenze. Nel 1912 venne insignito del titolo di Compagno dell'Ordine dell'Impero Indiano (CIE).

Nel 1919 gli fu conferito il titolo di Knight Bachelor.

Nella sua carriera Prafulla ha conseguito i seguenti dottorati:

  • Laurea Honoris Causa in Filosofia presso l'Università di Calcutta.
  • D.Sc. Onorario laurea presso l'Università di Durham.
  • D.Sc. Onorario laurea presso la Banaras Hindu University.
  • D.Sc. Onorario laurea presso l'Università di Dhaka.
  • D.Sc. Onorario laurea presso l'Università di Allahabad.

Prafulla Chandra Ray merita innegabilmente tale riconoscimento.

Una leggenda continua a vivere

Questo genio indiano era il "padre della chimica"? - Una leggenda continua a viverePrafulla Chandra Ray morì il 16 giugno 1944, all'età di 82 anni.

Scrivere di lui su ChimicaMondo, Dinsa Sachan cita lo storico tedesco Benjamin Zachariah.

Lo storico rifletteva: “Aveva un senso molto acuto del proprio dovere pubblico.

“Sentiva di avere una vita relativamente privilegiata.

“E che, quindi, doveva fare per restituire qualcosa all’istruzione, ai meno privilegiati e a un’astrazione chiamata Paese”.

Dinsa ha anche citato lo storico Dhruv Raina dell'Università Jawaharlal Nehru:

“Ha avviato un processo di istituzionalizzazione della ricerca chimica [in India]”.

L'articolo sottolineava anche che se Prafulla fosse vissuto altri tre anni, avrebbe potuto vedere l'India come un paese indipendente.

Parlando della gioia che può portare una scoperta, Prafulla ha espresso:

“Non c’è piacere come quello che scaturisce da una scoperta.

“È una gioia che rallegra il cuore”.

Prafulla Chandra Ray è una figura rinomata nel campo della chimica e dell'istruzione indiana.

La sua ricerca e le successive scoperte hanno aperto la strada al progresso scientifico in India.

Le scoperte, l'innovazione e la passione di Prafulla per il suo campo sono davvero stimolanti e storiche.

Era anche appassionato di promuovere il cambiamento nelle generazioni più giovani del suo tempo.

Mentre gli studenti e gli studenti indiani si avvicinano alle scienze, l’eredità di Prafulla Chandra Ray sarà preservata e onorata.



Manav è un laureato in scrittura creativa e un ottimista irriducibile. Le sue passioni includono leggere, scrivere e aiutare gli altri. Il suo motto è: “Non aggrapparti mai ai tuoi dolori. Sii sempre positivo."

Immagini per gentile concessione di Instagram, X, Breakthrough Science Society, The Heritage Lab e Telegraph India.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Ti piace Aamir Khan a causa del suo

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...