Vue Cinema multato £ 750 dopo l'uomo schiacciato a morte dalla sedia

Vue Cinema è stato colpito da una multa di £ 750,000 dopo che un cliente di 24 anni è stato schiacciato a morte da una sedia difettosa.

Vue Cinema multato £ 750k dopo l'uomo schiacciato a morte dalla sedia f

"un incidente che non sarebbe mai dovuto accadere."

Vue Cinema è stata multata di £ 750,000 dopo che un cliente è stato intrappolato e schiacciato a morte sotto una sedia difettosa.

L'incidente è avvenuto nella sede di Star City a Birmingham nel marzo 2018.

Sono stati fatti tentativi disperati per liberare il 24enne Ateeq Rafiq, tuttavia, ha subito lesioni "catastrofiche" quando il sedile reclinabile gli è caduto sul collo.

Vue Entertainment Ltd aveva precedentemente ammesso due accuse alla Birmingham Crown Court ai sensi dell'Health and Safety at Work Act.

La società si è dichiarata colpevole di non aver assicurato che le persone non fossero esposte a rischi per la loro salute e sicurezza e di non aver effettuato una valutazione dei rischi adeguata e sicura tra il 1 gennaio 2007 e il 9 marzo 2018, in relazione all'uso di poltrone cinematografiche elettriche.

Il giudice Heidi Kubic ha anche ordinato alla società di pagare £ 130,000 di spese.

Ha spiegato: “Il signor Rafiq ha frequentato il cinema Vue per guardare un film con sua moglie.

“Ha riportato ferite mortali mentre era intrappolato sotto il sedile del cinema mentre cercava il suo telefono. Aveva appena 24 anni.

“È stato un incidente che non sarebbe mai dovuto accadere.

“Altri sono stati esposti allo stesso rischio di danni. C'erano 15 sedie in uso regolare in tutto il cinema nel periodo di tempo rilevante.

"La completa mancanza di valutazione del rischio per identificare il rischio in questo caso è stata significativa".

Il signor Rafiq era andato al cinema con sua moglie alle 4:30 del 9 marzo 2018. Ha acquistato i biglietti per i posti in Gold Class, schermo 17.

La coppia ha scelto C5 e C6 con il signor Rafiq seduto in C5.

Alla fine del film, il signor Rafiq si è reso conto di non riuscire a trovare le chiavi o il telefono e ha sospettato che potessero essere cadute sul lato del sedile reclinabile, che aveva un poggiapiedi che si sollevava.

Andò sotto il sedile ma molto rapidamente, il poggiapiedi iniziò a scendere su di lui.

Il pubblico ministero Ben Mills ha dichiarato:

“Non si sarebbe reso conto che il poggiapiedi è tornato automaticamente in posizione chiusa in pochi secondi.

"Ha cercato di allontanarsi ma lo stava spingendo verso il basso a causa dell'installazione difettosa."

Sua moglie e altri hanno cercato di salvarlo e alla fine è stato liberato dopo che i bulloni sono stati rimossi.

I tentativi di utilizzare un pannello elettronico sono falliti perché è saltato un fusibile.

In precedenza si è sentito dire che sua moglie Ayesha Sardar ha cercato di reggere il poggiapiedi quando si è resa conto di cosa stava succedendo.

Ha avvisato il personale che ha provato per circa 15 minuti prima di rilasciare il signor Rafiq, ma non è riuscito a far funzionare i pulsanti che azionavano il poggiapiedi.

I paramedici sono arrivati ​​alle 7:55 ed è stato portato all'Heartlands Hospital. Il signor Rafiq è morto tragicamente il 16 marzo dopo aver subito una lesione cerebrale ipossica.

Un'inchiesta ha appreso che al sedile mancava una sbarra che avrebbe consentito il rilascio a mano di Rafiq.

Il coroner di Birmingham Emma Brown ha registrato un verdetto di morte accidentale e ha affermato che erano state "perse opportunità di intraprendere controlli di sicurezza completi delle sedie".

Ha aggiunto: "Se il sedile fosse stato montato e mantenuto nel modo corretto, il signor Rafiq non sarebbe morto".



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Che tipo di abiti firmati compreresti?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...