La statua del Mahatma Gandhi vandalizzata negli Stati Uniti scatena l'indignazione

Una statua del Mahatma Gandhi in California è stata vandalizzata in modo scioccante. L'incidente ha suscitato indignazione tra gli indiani americani.

La statua del Mahatma Gandhi, vittima di atti vandalici, negli Stati Uniti scatena l'indignazione

"lo stiamo prendendo molto sul serio."

Una statua del Mahatma Gandhi è stata vandalizzata in un parco della California. Ciò ha portato gli indiani degli Stati Uniti a chiedere che l'incidente venga indagato come un crimine d'odio.

Vandali sconosciuti avevano rotto e strappato la statua dalla sua base.

Un impiegato del Central Park di Davis aveva trovato la statua la mattina del 27 gennaio 2021. Sembrava essere stata segata alle caviglie e metà della faccia era mozzata e mancante.

Il consigliere comunale di Davis Lucas Frerichs ha detto che la statua è stata rimossa e sarà conservata in un luogo sicuro fino a quando non potrà essere valutata.

È stato riferito che gli investigatori non sanno quando esattamente la statua è stata vandalizzata o quale potrebbe essere stato il motivo.

Vice Capo Paul Doroshov, di Dipartimento di polizia di Davis, Ha dichiarato:

"Considerando che è un'icona culturale per una parte delle persone a Davis, la stiamo prendendo molto sul serio."

La statua di Gandhi è stata donata dal governo indiano a Davis. Era installato dal consiglio comunale nel 2017 tra le proteste di gruppi anti-Gandhi e anti-India.

Le organizzazioni per le minoranze in India (OFMI) hanno guidato le proteste e si sono opposte all'installazione della statua. Tuttavia, la città ha votato per andare avanti con l'installazione.

Da allora, OFMI aveva lanciato una campagna per rimuovere la statua di Gandhi.

L'incidente ha scioccato gli indiani americani.

Guarang Desai, di Friends of India Society International (FISI), ha dichiarato:

“Un'atmosfera di odio è stata creata da molte organizzazioni radicali anti-India e indufobiche come OFMI e altri separatisti khalistani ormai da molti anni.

"Non solo hanno condotto campagne di odio contro le icone indiane, ma sono stati in prima linea nei tentativi di spingere l'indufobia e cancellare l'India dai libri di testo scolastici della California".

L'incidente ha portato la Hindu American Foundation (HAF) a sollecitare il Department of Homeland Security (DHS) e il Federal Bureau of Investigation (FBI) a indagare su un crimine d'odio.

Il direttore di HAF California Advocacy Easan Katir ha dichiarato:

“Condanniamo questa vile profanazione e chiediamo al Dipartimento per la sicurezza interna e all'FBI di indagare su questo crimine d'odio, come probabilmente è stato fatto con l'intenzione di intimidire la comunità indiana americana.

"Esortiamo la polizia locale ad arrestare gli autori e invitare il consiglio comunale a resuscitare la statua come una dichiarazione che tali atti distruttivi non sono in armonia con i nostri standard comunitari".

In un Tweet, HAF ha detto:

"Non commettere errori, non si tratta dell'eredità di Gandhi come persona, ma di intimorire l'India e gli indiani d'America".

Anche il governo indiano ha espresso il suo sgomento. In una dichiarazione, il Ministero degli Affari Esteri, ha dichiarato:

“Il governo indiano condanna fermamente questo atto malizioso e spregevole contro un'icona di pace e giustizia universalmente rispettata.

“Il Consolato Generale dell'India a San Francisco ha affrontato separatamente la questione con la città di Davis e le autorità locali preposte all'applicazione della legge, che hanno avviato le indagini.

"Le organizzazioni della comunità indiana locale hanno condannato l'atto di vandalismo".



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Guarderai Cinquanta sfumature di grigio?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...