Uomo pakistano americano trovato sparato nel bagagliaio di un'auto

Un pakistano americano della Pennsylvania è stato trovato ucciso nel bagagliaio della sua auto. È stata avviata un'indagine per omicidio.

Uomo pakistano americano trovato sparato nel bagagliaio di un'auto f

"perché lo faresti a una persona così gentile?"

Un'indagine per omicidio è stata avviata dopo che l'uomo pakistano statunitense Junaid Akhlas è stato trovato ucciso nel bagagliaio della sua auto il 20 luglio 2021.

Il veicolo è stato scoperto in una stazione di servizio abbandonata a Moon Township, in Pennsylvania.

Junaid, 8 anni, è stato denunciato come scomparso da casa alle XNUMX del mattino.

I membri della famiglia hanno poi trovato il suo corpo. Il padre di un Junaid sembrava essere stato ucciso prima che il suo corpo fosse messo nel bagagliaio della sua auto.

La sua famiglia credeva che stesse lasciando qualcuno all'aeroporto internazionale di Pittsburgh e che potessero aver attraversato la zona.

Un mandato di arresto è stato emesso contro Anoosh Almas, che si ritiene sia il cugino della vittima.

La sorella di Junaid, Zonash Akhlas, ha detto che suo fratello era una persona gentile che non aveva nemici ed era benvoluto.

Originaria del Pakistan, la famiglia si è trasferita negli Stati Uniti qualche anno fa.

L'uomo pakistano statunitense era il principale sostenitore della famiglia.

Zonash ha dichiarato: “Non avrei mai pensato che sarebbe andato così.

“Non avrei mai pensato che sarebbe andato così, gli hanno sparato in testa e lo hanno messo a faccia in giù nel 'dikki', chi l'avrebbe mai detto.

“Anche se lo trovano, non riporterà indietro mio fratello.

"Ma voglio davvero giustizia, perché dovresti fare questo a una persona così gentile?"

La polizia è stata chiamata alla stazione di servizio abbandonata intorno alle 12:36. Hanno trovato Junaid nel bagagliaio della sua Toyota Yaris ed è stato dichiarato morto sul posto.

I documenti dicono che il fratello di Junaid è stato l'ultima volta con lui quando ha ricevuto una chiamata dal sospettato che chiedeva un passaggio per l'aeroporto internazionale di Pittsburgh.

L'uomo pakistano americano è partito per andare a prendere Almas intorno alle 11:19 del XNUMX luglio.

La sua famiglia si è preoccupata quando non è tornato. I parenti hanno provato a contattare sia Junaid che Almas.

Il giorno dopo, il fratello di Junaid è andato all'aeroporto e ha chiesto di lui alla polizia della contea di Allegheny. Subito è stata avviata un'indagine.

Gli agenti hanno controllato il sistema di telecamere del lettore di targhe e hanno scoperto che l'auto di Junaid non è mai apparsa sulla proprietà dell'aeroporto quella notte.

La targa è stata identificata vicino a un negozio Walmart e alla stazione di servizio abbandonata poco prima dell'una di notte.

Ufficiali e familiari hanno iniziato a cercare l'auto prima di trovarla presso l'ex stazione Texaco.

Mentre gli investigatori hanno analizzato la scena, hanno trovato una pistola carica dietro la stazione di servizio. La polizia ha detto che la pistola aveva un proiettile inceppato all'interno.

I registri hanno rivelato che la pistola era intestata ad Almas.

Uomo pakistano americano trovato sparato nel bagagliaio di un'auto

Gli investigatori hanno interrogato lo zio del sospettato. Ha detto loro di aver visto un'e-mail di Expedia.com che diceva che Almas aveva prenotato un volo per il Messico.

Gli ufficiali di Pittsburgh International hanno confermato che Almas era un passeggero con biglietto ed è stato visto sulla telecamera salire su un volo delle 9:15 per Cancun.

Il sistema di telecamere ha mostrato che Almas è arrivato quella mattina presto da un Lyft.

L'autista dell'auto si è recato alla stazione di polizia di Beaver dopo essere stato contattato dagli investigatori.

Ha detto loro di essere stato informato da Lyft poco prima delle 7 del mattino di un pick-up al Super 8 Motel di Moon Township.

Almas uscì portando un sacchetto di plastica. L'ha messo nel cassonetto prima di entrare nel veicolo.

I detective sono andati al motel e la telecamera ha mostrato Almas che affittava una stanza verso l'1:30.

Dopo aver controllato il bidone, hanno trovato un sacco di vestiti intrisi di sangue.

Almas è accusato di manomissione o fabbricazione di prove fisiche, ricettazione, omicidio criminale e abuso di cadavere.

Ancora non è stato svelato il movente dell'omicidio.

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



  • Novitá

    MOLTO ALTRO
  • DESIblitz.com vincitore dell'Asian Media Award 2013, 2015 e 2017
  • Sondaggi

    Quanto spesso mangi fuori in un ristorante asiatico?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...