Indiano americano accusato di aver ucciso la moglie e 3 membri della famiglia

Un uomo indiano americano è stato accusato di aver ucciso sua moglie e tre membri della sua famiglia. Sono stati uccisi il 28 aprile 2019.

Indiano americano accusato di aver ucciso la moglie e 3 membri della famiglia f

"Mi sono reso conto che tutti stavano sanguinando"

L'indiano americano Gurpreet Singh, 37 anni, di West Chester Township, Cincinnati, Ohio, è stato accusato dell'omicidio di sua moglie e di tre membri della famiglia.

L'arresto è stato annunciato il 2 luglio 2019. Le quattro vittime sono state assassinate nell'aprile 2019.

Sua moglie Shalinder Kaur, di 39 anni, i suoi genitori, Hakiakat Singh Panag, di 59 anni, e Parmjit Kaur, di 62 anni, e sua sorella Amarjit Kaur, di 58 anni, sono stati trovati morti.

Tutti erano stati colpiti più volte.

Singh ha affermato di aver scoperto i corpi e ha chiamato il 911, lasciando spesso il suo telefono per chiedere aiuto ai suoi vicini.

Immediatamente dopo la loro morte, Singh disse: “Non ho parole. Il trauma è stato troppo. È troppo difficile anche solo pensare a tutto quello che è successo.

"Il mio cervello non funziona."

Singh ha detto che era tornato a casa dal lavoro quando ha scoperto i corpi.

“La porta era aperta. La porta è stata forzata. Sono rimasto scioccato nel trovare mia suocera sdraiata sulle piastrelle nell'atrio.

“Pensavo fosse scivolata sulle piastrelle e stavo chiamando tutti per aiutarmi, ma nessuno ha risposto. 'Dove sono tutti?' Avevo gridato.

“In soggiorno, ho visto mia zia sdraiata sul pavimento. In una delle camere da letto ho visto mio suocero, sdraiato sul letto, dormire su un fianco, come fa di solito ma non si è svegliato.

“Mi sono accorto che tutti sanguinavano, così come mia moglie che ho trovato in cucina. Doveva cucinare.

“Ero scioccato quando ho chiamato i servizi di emergenza sanitaria. Ero scioccato quando ho chiamato i vicini. Ero scioccato quando ho bussato alle porte. Sono rimasto scioccato quando sono caduto a terra e la polizia è venuta e mi ha portato alla loro macchina ".

Indiano americano accusato di aver ucciso la moglie e 3 membri della famiglia

Singh e Shalinder hanno tre figli. Non erano presenti nell'appartamento al momento delle uccisioni.

Poco dopo l'incidente, Singh ha detto: “Non gliel'ho ancora detto. È difficile. Non so cosa dire e come dirlo.

"Credono che la loro madre sia andata in India."

Singh ha ricevuto un'ondata di sostegno dalla comunità. L'incidente ha anche attirato l'attenzione internazionale poiché una delle vittime era un cittadino indiano mentre le altre tre erano di origine indiana.

All'inizio di giugno 2019, Singh ha partecipato a una funzione per i morti.

"Prego Dio per la pace per le loro anime, e prego ancora di più per la giustizia".

Ha aggiunto che il ricordo della notte in cui ha trovato i corpi lo ha fatto svegliare di notte.

Singh ha aggiunto: “Mia moglie, siamo stati sposati per 17 anni. Avevamo tre figli, che amiamo moltissimo e abbiamo parlato del loro futuro, dei loro matrimoni. Mi manca.

"Ora sto aspettando giustizia."

Indiano americano accusato di aver ucciso la moglie e 3 membri della famiglia 2

Tuttavia, in una conferenza stampa il 2 luglio 2019, gli investigatori hanno spiegato che credevano che Singh li avesse uccisi, definendo gli omicidi un "crimine odioso".

Il capo della polizia di West Chester, Joel Herzog, ha dichiarato che le autorità di Branford, nel Connecticut, hanno arrestato l'indiano degli Stati Uniti senza incidenti.

Singh sarà detenuto nella prigione della contea di New Haven in attesa di estradizione. La polizia non ha spiegato perché Singh fosse nel Connecticut.

Il pubblico ministero Mike Gmoser ha detto che Singh potrebbe essere condannato a morte, ma alla fine un gran giurì prenderà questa decisione.

Il signor Gmoser ha detto: "Ci sarà un giorno della resa dei conti per quanto riguarda questo caso".

Herzog ha aggiunto che i bambini sono al sicuro e stanno con altri membri della famiglia.

Le autorità di West Chester sono rimaste in silenzio sulle indagini fino all'arresto.

Due giorni dopo il quadruplo omicidio, una squadra di sommozzatori dell'Ohio Bureau of Criminal Investigation ha trovato una pistola da uno stagno vicino alla scena del crimine.

Le autorità hanno affermato che non c'erano prove che suggerissero che gli omicidi fossero crimini d'odio.

Un rapporto preliminare dell'autopsia è stato pubblicato nel maggio 2019. Ha rivelato che un totale di 18 colpi hanno colpito le quattro vittime.

Il figlio di Amarjit Kaur, Gurinder Hans, ha viaggiato da Melbourne, in Australia, a Cincinnati per incontrare la polizia e proteggere il corpo di sua madre.

L'arresto dell'indiano americano ha provocato una reazione da parte della comunità.

Indiano americano accusato di aver ucciso la moglie e 3 membri della famiglia 3

Satinder Bharaj ha detto: “Spero che la verità venga fuori e che otteniamo una risposta alla domanda sul perché è successo o doveva accadere.

"Se è lui (Gurpreet), non è in alcun riflesso della comunità sikh ma il lavoro di una persona e come tale non dovrebbe riflettere negativamente sulla comunità sikh a Cincinnati o negli Stati Uniti o in tutto il mondo".

Il signor Hans ha detto: “Voglio solo dire grazie a tutti per il loro amore e supporto.

“L'America è il miglior paese del mondo. Sapevo che avrebbero arrestato l'assassino che ha ucciso la mia famiglia. "

Il fratello di Amarjit e Parmjit, Ajaib Singh risiede nel Maryland e ha ringraziato la polizia di West Chester per l'arresto.

Ha dichiarato: “Non sono sorpreso dell'arresto di Gurpreet. Me l'aspettavo.

"Sapevamo che c'erano controversie in famiglia e ci aspettavamo scazzottate o un divorzio, ma non ci saremmo mai aspettati che l'intera famiglia venisse uccisa".

Ha anche detto che era vicino ad Amarjit.

Ajaib ha aggiunto: “L'ho sponsorizzata. Sono andato a prenderla a marzo dall'India.

“Mi sento così tanto addolorato. Non riesco ancora a credere che se ne sia andata. La sua morte grava sul mio cuore. È doloroso vedere un membro della famiglia fare questo ad altri membri della famiglia.

“Ci siamo fidati di lui, lo abbiamo trattato come un figlio. È doloroso per me, nessuno merita di morire così, nessuno. "

Il signor Hans ha aggiunto: “È uno shock enorme. È andata a trovare sua sorella Parmjit per alcune settimane e poi è venuta in California.

“Mia madre è stata uccisa per niente. Non posso credere che mia madre sia morta. "



Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Se sei un uomo asiatico britannico, lo sei

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...