Arresti dell'Unità online contro gli abusi e lo sfruttamento dei minori nel Regno Unito 45

Nuovi dati hanno rivelato che l'Unità di sfruttamento e abuso di minori online della polizia del Met ha arrestato 45 sospettati di reato.

Arresti dell'Unità online contro gli abusi e lo sfruttamento dei minori nel Regno Unito 45 f

"possono aspettarsi di venire a conoscenza della polizia e affrontare l'arresto"

I dati della polizia del Met hanno dimostrato che l'unità Online Child Abuse and Exploitation (OCSAE) ha arrestato 45 persone e salvaguardato quasi 100 bambini durante le quattro settimane da quando il Regno Unito è stato bloccato.

Questo è venuto dopo avvertenze della maggiore minaccia rappresentata dalla crescita del tempo che il pubblico trascorre online.

Le statistiche hanno rivelato che 92 bambini erano protetti e 68 mandati eseguiti nel mese a partire dal 23 marzo 2020, quando il governo ha ordinato le nuove misure di "soggiorno a casa".

In media, ogni settimana sono state avviate 10 nuove indagini in diretta a seguito dei 45 arresti avvenuti nello stesso periodo.

Se si prendono in considerazione anche le cifre per le tre settimane dal 2 marzo, quando il Regno Unito stava affrontando i suoi primi 40 casi COVID-19, fino all'inizio del blocco, il totale dell'unità per il periodo di sette settimane sale a 72 arresti, 132 minori protetti e 123 mandati eseguiti.

Mentre le cifre per i reati registrati e i rinvii sono rimaste stabili o sono diminuite da quando il Regno Unito è stato colpito dal COVID-19, il Met sta ancora ricevendo una media di 50 segnalazioni a settimana dalla National Crime Agency.

Gli ufficiali ritengono che qualsiasi aumento dei reati in corso non si rifletterà nelle cifre ufficiali fino ai mesi a venire.

Il sovrintendente investigativo Helen Flanagan ha dichiarato:

“Gli ufficiali hanno lavorato XNUMX ore su XNUMX da quando la pandemia ha iniziato a utilizzare una varietà di tattiche e risorse diverse per identificare e perseguire in modo proattivo i criminali online e proteggere bambini e giovani.

"Chiunque cerchi di trovare e / o distribuire immagini indecenti di bambini online non dovrebbe pensare che saranno meno visibili a causa del blocco - possono aspettarsi di venire a conoscenza della polizia e affrontare l'arresto, il procedimento penale, una fedina penale e un possibile carcere.

"Gli autori di reati online possono considerarsi meno dannosi degli autori di abusi" nella vita reale "poiché si nascondono dietro uno schermo, ma c'è un bambino vulnerabile al centro di ogni immagine o video indecente e, visualizzandoli e distribuendoli, l'abuso viene ripetuto più volte e di nuovo. "

Sebbene le cifre per i rapporti non siano attualmente aumentate, le statistiche potrebbero mostrare un aumento nel corso dell'anno a causa dell'enorme effetto che il blocco ha avuto sull'uso di Internet su tutta la linea.

DS Flanagan ha aggiunto: “Internet può essere un ottimo spazio per i giovani per connettersi, socializzare e imparare - ma è anche usato dai criminali come luogo per interagire con i bambini e commettere reati gravi - toelettatura, abusi e altri gravi danni.

"Le restrizioni hanno portato a un'enorme crescita dell'uso di Internet, anche da parte dei bambini che svolgono i compiti scolastici o si occupano mentre i genitori e gli assistenti sono impegnati - e inevitabilmente c'è un numero maggiore di predatori sessuali online che cercano di prendere di mira e governare i giovani".

Il Met ha esortato i cittadini a rimanere vigili e ad istruirsi sui pericoli, incoraggiandoli a ridurre i rischi.

DS Flanagan ha dichiarato: “Prevenire il verificarsi di reati è sempre cruciale e ora più che mai quando sono presenti masse di traffico online e potenzialmente un livello di minaccia elevato.

"Se sei un genitore, non è mai troppo presto per iniziare a insegnare a tuo figlio come rimanere al sicuro online: parla con lui dei pericoli, fai in modo che il tuo lavoro scopra cosa sta facendo online e non aver paura di fare domande o fissare i confini.

"Sii proattivo nella revisione e nell'impostazione delle funzionalità di sicurezza sui dispositivi a casa: il controllo genitori, i limiti di età e le funzionalità di monitoraggio per darti una supervisione possono essere tutti strumenti rapidi ed efficaci per proteggere i più vulnerabili.

"Se tuo figlio inizia a utilizzare Internet in un modo diverso, cerca di capire perché: i suoi coetanei usano le stesse app o sono costretti a parlare con estranei in un modo con cui non si sentono a loro agio?

"Un cambiamento nel comportamento può essere un'indicazione che qualcosa non va."

"Sono disponibili numerose fonti di ottimi consigli per aiutare genitori e giovani a tenere queste conversazioni, come il nuovo sito web Think you Know che fornisce strumenti educativi".

Il Met lavora con i partner per agire rapidamente sui rinvii, rimuovere le immagini e proteggere i giovani a rischio.

Uno di questi è l'associazione benefica per la protezione dei bambini Lucy Faithfull, di cui Stop it Now! La campagna mira a sensibilizzare l'opinione pubblica sui danni causati dalla visualizzazione di immagini indecenti online e lavora con le forze dell'ordine.

La sua linea di assistenza riservata e il sito Web di auto-aiuto offrono supporto a chiunque sia preoccupato per il comportamento proprio o di qualcun altro.

L'amministratore delegato Donald Findlater è anche preoccupato che le circostanze attuali potrebbero vedere un aumento dei reati.

Ha detto: “Abbiamo visto un aumento nell'uso di siti pornografici a causa delle misure di isolamento e sappiamo che questo può essere un precursore per alcuni uomini con dipendenze che si spostano in materiale illegale di abusi sui minori.

"I genitori possono aiutare ad affrontare questo problema e pensare a cosa stanno facendo i loro figli quando stanno zitti nelle loro stanze perché quella mancanza di supervisione può renderli più vulnerabili online".

A causa dell'aumento dell'utilizzo di Internet, ha portato a un aumento del materiale indecente e ha favorito l'abuso di minori online.

I dati raccolti per i reati di immagine indecenti online nel loro complesso pubblicati nel gennaio 2020 hanno rivelato che erano aumentati del 130% in un periodo di tre anni tra il 2016 e il 2019.

Il totale dei reati registrati per gli anni solari 2018 e 2019 è stato di circa 2,200, rispetto a circa 700 nel periodo di confronto dei nove mesi giugno 2016 - marzo 2017.

I dati relativi ai primi tre mesi di quest'anno fino ad oggi rimangono allo stesso livello del 2019, con una media di circa 180 reati al mese.

Le cifre relative al numero di arresti si basano sulle attività svolte da ufficiali specializzati nelle squadre dell'OCSAE.

Le squadre locali sono state istituite nel gennaio 2020 dopo che il Met è stato in grado di raddoppiare il numero dei suoi ufficiali OCSAE specializzati grazie ai finanziamenti dell'Ufficio del sindaco per la polizia e il crimine.

I referral provengono da più strade, tra cui l'ANC, altre forze / agenzie di polizia, fornitori di istruzione e salute, enti di beneficenza e rapporti diretti del pubblico.

Possono anche emergere da indagini su reati non correlati. Ad esempio, i sospetti che vengono inizialmente arrestati per altri reati, come la frode, ma finiscono per essere sospettati di abusi sui minori online a seguito delle indagini.

Le indagini richiedono solitamente molto tempo a causa della sua natura complessa.

Un sospetto potrebbe avere migliaia di immagini salvate su più dispositivi, ognuna delle quali deve essere esaminata e classificata individualmente.

Gli ufficiali dedicano anche risorse significative alla conduzione di indagini approfondite nel tentativo di rintracciare ogni vittima di abusi online.

Al benessere degli ufficiali del Met che visualizzano queste immagini / video su base giornaliera come parte delle loro indagini viene data un'alta priorità.

Lo screening psicologico viene effettuato prima di entrare nell'unità e il supporto faccia a faccia è disponibile su base regolare.

L'unità OCSAE ha recentemente guidato una campagna per istruire internamente gli ufficiali all'interno del Met su tutti gli aspetti dei reati di immagine indecente online e nel processo di fornitura di formazione specialistica per detective in prima linea in tutte le diverse aree di comando geografiche.



Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Le droghe sono un grosso problema per i giovani desi?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...