Le università del Regno Unito hanno messo in guardia dagli studenti del Bangladesh che chiedono asilo

I capi del Ministero degli Interni hanno messo in guardia le università dall’aumento degli studenti del Bangladesh in cerca di asilo a pochi mesi dall’arrivo nel Regno Unito.

Le università del Regno Unito hanno messo in guardia dagli studenti del Bangladesh che chiedono asilo f

"Le persone usano il visto per studenti come mezzo per ottenere ingressi illegali"

Le università del Regno Unito sono state avvertite di un “marcato” aumento di studenti del Bangladesh in cerca di asilo a pochi mesi dall’arrivo nel Regno Unito.

Secondo documenti governativi, circa 1,600 studenti del Bangladesh hanno presentato domanda di asilo durante il loro primo anno di vita nel Regno Unito tra il 1° ottobre 2021 e il 30 settembre 2022.

Si tratta di 3,000 studenti stranieri.

I capi dell’immigrazione del Ministero degli Interni si sono allarmati a tal punto che hanno detto ad alcune università di sospendere le offerte di corsi a “chiunque venga dal Bangladesh” fino a quando i controlli dei precedenti non fossero stati completati.

Hanno avvertito che molti stavano utilizzando documenti d'identità falsificati.

È stato rivelato che la maggior parte delle richieste di asilo provenienti dal Bangladesh sono state presentate da uomini di età compresa tra i 21 e i 30 anni.

Quasi 1,400 avevano ricevuto offerte universitarie per corsi di studio con la parola 'business' o 'internazionale' nel titolo.

Funzionari del Ministero degli Interni hanno anche segnalato un aumento del 100% delle iscrizioni universitarie provenienti dal Ghana, avvertendo che un quarto degli indagati faceva affidamento su documenti fasulli.

Un eminente accademico ha descritto lo scandalo come l'equivalente dell'istruzione superiore di piccole imbarcazioni che attraversano la Manica.

Il professor Alan Smithers, del Centro per la ricerca sull'istruzione e l'occupazione presso l'Università di Buckingham, ha dichiarato:

“Le persone utilizzano il visto studentesco come mezzo per ottenere l’ingresso illegale nel Regno Unito… non è diverso dalle barche che attraversano la Manica”.

Il Ministero degli Interni ha affermato che tutte le richieste di asilo sono state “considerate attentamente in linea con la politica pubblicata”.

C’è stato anche un aumento degli studenti indiani che arrivano nel Regno Unito e questo è evidente nei campus universitari.

In 2022, 140,000 indiano gli studenti venivano nel Regno Unito per studiare.

Nell'agosto 2023, è stato rivelato che le migliori università del Regno Unito offrivano più posti agli studenti internazionali rispetto ai candidati britannici.

L'analisi dei corsi pubblicizzati dall'UCAS ha mostrato che agli studenti stranieri venivano offerti posti in centinaia di diplomi universitari in più presso le istituzioni del Russell Group rispetto ai loro colleghi britannici.

Ciò significava che gli adolescenti britannici che non riuscivano a raggiungere i voti A-Level richiesti per il loro corso di prima scelta probabilmente rimanevano delusi quando cercavano di trovare un altro corso.

Ciò è avvenuto in un contesto di aumento del numero di studenti internazionali nelle università britanniche, con 679,970 studenti che studiano nel Regno Unito nel 2021-22.

Dal 9,250 le tasse universitarie sono limitate a £ 2017 per gli studenti nazionali, mentre non vi è alcun limite alle tasse per gli studenti internazionali.

Il governo si è posto l’ambizione di avere 600,000 studenti internazionali che studieranno nel Regno Unito entro il 2030.

Questo obiettivo è stato raggiunto nel 2020-21, con 605,130 studenti internazionali dell’istruzione superiore presso università, istituti di istruzione superiore e fornitori alternativi.

Si tratta di un aumento di 109,000 dal 2018-19.

Nick Hillman, direttore dell'Higher Education Policy Institute, ha dichiarato:

“Questa è la prima prova concreta di ciò che avevamo previsto per il 2023.

“È positivo che le università del Regno Unito siano comunità eterogenee con molti studenti internazionali, ma è negativo che le università ora perdano denaro sugli studenti nazionali e siano quindi attivamente scoraggiate dal reclutarli.

“Presto, ad un certo punto, i politici dovranno stringere i denti e aumentare le tasse o altre forme di finanziamento universitario, oppure dovranno accettare che i corsi universitari saranno promossi più attivamente tra le persone all’estero che in patria”.



Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Come pensi che suonino queste canzoni AI?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...