Regno Unito Donna indiana violentata in India utilizza il processo di videoconferenza

Una donna indiana britannica che è stata violentata in India ha utilizzato un processo in videoconferenza per ottenere la registrazione delle sue dichiarazioni per il procedimento.

Regno Unito Donna indiana violentata in India utilizza il processo di videoconferenza f

stavano ancora comunicando con l'ambasciata britannica.

Una donna indiana britannica di 54 anni ha utilizzato un processo in videoconferenza per fornire le sue dichiarazioni in relazione a un incidente in cui sarebbe stata violentata durante una visita in India.

Il tribunale aggiuntivo del distretto e delle sessioni di Chandigarh aveva convocato la vittima per far registrare le sue dichiarazioni in modo che il processo potesse iniziare.

Il caso è stato registrato il 27 dicembre 2018. Secondo la donna, è stata aggredita sessualmente il 20 dicembre 2018 da un membro del personale dell'hotel durante una sessione di massaggio mentre si trovava in un hotel a Chandigarh.

La donna era in vacanza in città quando è stata aggredita.

Ha identificato il suo aggressore come Farhanuzz Zama, 24 anni, originario dell'Uttar Pradesh.

Il caso è stato registrato ai sensi della sezione 376 (stupro) del codice penale indiano e il tribunale ha già accusato il sospettato di reato.

Il giudice Poonam R. Joshi aveva convocato la donna per rendere la sua dichiarazione tramite l'ufficiale della Station House di IT Park.

Il tribunale ha ordinato all'ufficiale inquirente del caso e alla SHO di IT Park di prendere le disposizioni necessarie affinché lei rendesse le sue dichiarazioni.

Di conseguenza, la donna, che attualmente si trova nel Regno Unito, ha rilasciato le sue dichiarazioni attraverso un processo in videoconferenza.

Durante la precedente udienza del 30 maggio 2019, il tribunale aveva richiesto le disposizioni necessarie per l'udienza del 22 luglio 2019.

Tuttavia, c'è stato un ritardo quando i funzionari di polizia sono apparsi davanti al tribunale e hanno spiegato che erano ancora in fase di comunicazione con l'ambasciata britannica.

Hanno ammesso che il processo avrebbe richiesto tempo che alla fine ha portato allo svolgimento di un processo di videoconferenza.

All'udienza, la donna ha spiegato dettagliatamente l'incidente, anche identificando Zama come accusato.

Ha detto che era a Chandigarh con un visto turistico e che alloggiava in un hotel a cinque stelle in città.

La donna aveva prenotato una seduta di massaggio in cui sarebbe stata toccata da Zama senza il suo permesso.

Ha poi detto che il membro del personale della spa l'ha aggredita sessualmente.

Dopo aver lasciato l'hotel, inizialmente esitava ad andare alla polizia, ma in seguito lo ha fatto e un caso è stato registrato.

Al momento il processo è allo stadio delle prove. Nel frattempo, l'Alta Corte ha concesso la libertà su cauzione a Farhanuzz Zama.

La prossima udienza del caso è fissata per il 14 novembre 2019.

Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Immagine utilizzata solo a scopo illustrativo.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Chicken Tikka Masala è inglese o indiano?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...