Uber Driver condannato per essersi esposto al passeggero

Un autista Uber di 51 anni residente nell'Essex è stato condannato per essersi esposto a una passeggera che aveva raccolto.

Uber Driver condannato per essersi esposto al passeggero f

"Afzal ha predato questa passeggera nel suo taxi"

L'autista di Uber Nadeem Afzal, 51 anni, di Chigwell, Essex, è stato condannato con la sospensione della pena dopo essersi esposto a una passeggera.

Kingston Crown Court ha sentito che si era esposto e ha chiesto alla donna di compiere atti sessuali su di lui.

La vittima ha usato il suo telefono per fare una registrazione audio delle richieste di Afzal, che è stata successivamente usata come prova contro di lui.

La donna, di circa 20 anni, era stata fuori nel nord di Londra la notte del 31 ottobre 2018. Nelle prime ore del mattino successivo, ha prenotato un Uber e Afzal è arrivato a prenderla.

Afzal ha scelto deliberatamente un percorso più lungo con il passeggero.

A venti minuti dall'inizio del viaggio, Afzal si è esposto alla vittima e le ha chiesto più volte di toccarlo intimamente, che lei ha rifiutato.

Mentre rifiutava le sue avances, ha registrato la conversazione.

Dopo quasi due ore in quello che avrebbe dovuto essere un viaggio di 40 minuti, la vittima è stata lasciata a un asporto vicino a casa sua nel sud-ovest di Londra.

Una volta tornata a casa, ha chiamato la polizia ed è stata avviata un'indagine.

Afzal è stato identificato ed è stato accusato il 19 agosto 2019, con un conteggio di esposizione. È comparso per la prima volta alla Corte dei magistrati di Wimbledon il 17 settembre 2019.

Il sergente Jonny Harris, del Met's Roads and Transport Command, ha dichiarato:

“Afzal ha predato questa passeggera nel suo minicab ed è stato estremamente persistente nelle sue avance e comportamenti sessuali, lasciando il passeggero spaventato e vulnerabile.

"La vittima ha mostrato coraggio presentandosi alla polizia e denunciando Afzal, che ora è un molestatore sessuale registrato e non può più lavorare come tassista".

In un'udienza del 6 novembre 2019, l'autista di Uber si è dichiarato colpevole di un'accusa di esposizione contraria alla legge sui reati sessuali del 2003.

Mandy McGregor, responsabile della Polizia dei trasporti e della sicurezza della comunità di Transport for London, ha dichiarato:

“Nessuno dovrebbe mai essere sottoposto a questo tipo di comportamento rivoltante e predatorio e siamo lieti di sapere che Afzal è stato assicurato alla giustizia per le sue azioni.

“Applaudiamo al coraggio della vittima per essersi fatta avanti.

“Ci aspettiamo gli standard più elevati dai tassisti con licenza TfL e dai conducenti privati ​​di noleggio, motivo per cui Afzal non è più un conducente autorizzato.

"Prendiamo seriamente ogni segnalazione in modo che possa essere indagata dalla polizia".

Il 2 gennaio 2020, Nadeem Afzal ha ricevuto una condanna a 12 mesi di reclusione, sospesa per due anni.

Deve anche firmare il registro degli autori di reati sessuali per 10 anni ed è stato sottoposto a 10 anni di ordine per la prevenzione dei danni sessuali.

Il caporedattore Dhiren è il nostro redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Che tipo di abuso domestico hai subito di più?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...