Tributi pagati all'uomo d'affari Shahzada Dawood e suo figlio

Sono stati resi omaggio all'uomo d'affari Shahzada Dawood e suo figlio Suleman, che erano tra le cinque persone che morirono a bordo del sottomarino Titanic.

Tributi pagati all'uomo d'affari Shahzada Dawood e suo figlio f

"Shahzada era un uomo meraviglioso e generoso"

Sono stati pagati tributi all'uomo d'affari pakistano residente in Gran Bretagna Shahzada Dawood e suo figlio Suleman, che erano tra le cinque persone che morirono a bordo del sottomarino turistico Titanic.

Erano stati sul Titan, un sommergibile che era andato sott'acqua per vedere il relitto del Titanic.

Tuttavia, la nave segnale perso, portando a una disperata ricerca prima che l'ossigeno a bordo si esaurisse.

In una conferenza stampa del 22 giugno 2023, il contrammiraglio della Guardia Costiera degli Stati Uniti John Mauger ha confermato che la ricerca di Titano ha prodotto detriti che sono "coerenti con una catastrofica perdita della camera di pressione".

Successivamente è stato confermato che le cinque persone a bordo erano morte.

Ora sono stati pagati tributi alle cinque persone.

Rendendo omaggio a Shahzada Dawood e Suleman, il British Asian Trust ha dichiarato:

“Il British Asian Trust è profondamente rattristato dalla tragica notizia della morte del nostro sostenitore Shahzada Dawood e di suo figlio Suleman.

“Erano a bordo del sottomarino scomparso che partì per vedere il relitto del Titanic.

“Shahzada è stato un uomo meraviglioso e generoso che ha sostenuto il nostro lavoro nell'Asia meridionale per molti anni, mentre suo figlio stava appena entrando nell'età adulta con un promettente futuro davanti.

“I nostri cuori e le nostre preghiere sono con la famiglia e gli amici in questo momento inimmaginabile di dolore e perdita. Le nostre più sentite condoglianze a loro e a tutti coloro che hanno perso i propri cari in questo terribile incidente”.

Shahzada era vicepresidente del conglomerato pakistano Engro Corporation, che è una grande azienda di fertilizzanti.

Ha lavorato con la Dawood Foundation della sua famiglia, così come con il SETI Institute, un'organizzazione di ricerca con sede in California che cerca la vita extraterrestre.

Tributi pagati all'uomo d'affari Shahzada Dawood e suo figlio

La sua famiglia ha pubblicato un necrologio, che diceva:

“Con profondo dolore, piangiamo la tragica perdita di Shahzada e del suo amato figlio, Suleman, che si erano imbarcati in un viaggio per visitare i resti del leggendario Titanic nelle profondità dell'Oceano Atlantico.

“Questi amati figli della famiglia Dawood erano a bordo del sommergibile Ocean Gate che si presume sia disperso in mare.

“In questa tragedia insondabile, cerchiamo di trovare conforto nella duratura eredità di umiltà e umanità che si sono lasciati alle spalle e troviamo conforto nella convinzione che sono passati alla tappa successiva del loro viaggio spirituale mano nella mano, padre e figlio.

“La relazione tra Shahzada e Suleman è stata una gioia per gli occhi; erano i più grandi sostenitori l'uno dell'altro e nutrivano una passione condivisa per l'avventura e l'esplorazione di tutto ciò che il mondo aveva da offrire loro.

“Questa incrollabile curiosità ha gettato le basi per una stretta amicizia tra i due e ha ispirato coloro che li circondavano a sviluppare una passione simile per l'apprendimento.

“Essendo com'erano l'uno con l'altro, hanno incarnato preziose lezioni sulla ricerca della conoscenza, l'esplorazione dell'ignoto e i legami dell'amicizia familiare.

“I valori della famiglia sono un faro guida per la famiglia Dawood e Shahzada ha sempre cercato di emularli, insegnando ai suoi figli a fare lo stesso.

“Era appassionato di filantropia e di restituzione perché, soprattutto, aveva a cuore le persone e lo sviluppo umano.

“Era un appassionato giardiniere e fotografo, sempre alla ricerca di tecnologia e strumenti che lo aiutassero a migliorare; questi hobby erano un'estensione della sua passione per migliorare se stesso.

“Su questo punto, Shahzada è stato coerente: ha incoraggiato tutti intorno a lui ad elevare le proprie capacità imparando e provando cose nuove per diventare versioni migliori di se stessi.

"Era costantemente entusiasta di saperne di più sul mondo che lo circondava ed era un ardente amante degli animali: aveva due animali domestici, un cane di nome Stig e un gatto di nome Proteus, che a volte facevano sentire la loro presenza nelle riunioni in videoconferenza di cui Shahzada faceva parte .

“Shahzada si è concentrato sull'estensione dell'eredità imprenditoriale della famiglia con la creazione di attività commerciali nei settori delle energie rinnovabili e della tecnologia, con l'ardente convinzione che ciò avrebbe generato prosperità per migliaia di famiglie pakistane.

“In qualità di vicepresidente del consiglio di amministrazione di Engro Corporation e uno dei suoi amministratori più longevi, è stato determinante nel dirigere l'organizzazione per risolvere problemi significativi per il Pakistan; la sua eredità si farà sentire dal numero di servizi pubblici che Engro continuerà a fornire in futuro.

"Suleman, proprio come suo padre, era anche profondamente impegnato a servire".

“La sua eccitazione per entrare a far parte di Engro dopo la laurea non poteva essere contenuta, culminando in uno stage nell'estate del 2022 per saperne di più sull'organizzazione in cui la sua famiglia credeva così appassionatamente; Suleman è ricordato con affetto dai colleghi di Engro come un giovane alto che va in giro con il suo amato cubo di Rubik e un sorriso sul volto.

“Amava la letteratura di fantascienza e la pallavolo, ma la sua più grande qualità era l'umiltà che sposava, che rifletteva fedelmente l'educazione dei suoi genitori.

“Era profondamente consapevole degli sforzi passati della sua famiglia che gli hanno permesso di fare le esperienze che ha fatto, e non le ha mai date per scontate; è rimasto radicato, umile ed emotivamente saggio oltre i suoi anni.

“Un compagno socievole, Suleman era ammirato dai suoi amici all'università e amato teneramente dalla sorella e dai giovani cugini, che spesso ammiravano 'Suleman bhai' per l'amicizia, i consigli e le risate.

“Shahzada e Suleman erano amati da tutti i membri della famiglia allargata, ma erano particolarmente amati da loro Christine (moglie e madre) e Alina (figlia e sorella).

“Shahzada e Alina condividevano una vera relazione padre-figlia; erano affettuosi l'uno con l'altro, cucinavano spesso insieme e avevano conversazioni molto filosofiche sulla vita.

“Al centro di questa famiglia c'era Christine, che li teneva tutti insieme come colla, essendosi completamente dedicata a questi meravigliosi individui che amava e proteggeva ferocemente.

“L'assenza di Shahzada e Suleman sarà sentita profondamente da tutti coloro che hanno avuto il privilegio di conoscere questa coppia.

“È difficile esprimere il dolore dell'immediata famiglia Dawood, inclusi non solo Christine e Alina, ma anche i genitori, Hussain e Kulsum Dawood, i fratelli di Shahzada ei loro coniugi.

"Durante questo tragico momento, chiediamo a tutti di rispettare i sentimenti e la privacy della famiglia in lutto mentre fanno i conti con la perdita di due dei loro membri più cari".

Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Usi Whatsapp?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...