I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili

L'industria della moda è una delle industrie più dispendiose al mondo. Tuttavia, esploriamo i marchi indiani sostenibili che cercano di apportare un cambiamento.

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili f

I loro fantastici prodotti non hanno assolutamente cuciture o tessuto extra.

I marchi di moda indiani stanno aprendo la strada a una moda nuova e sostenibile che trascende oltre la bellezza per raggiungere uno standard più elevato.

Con una vasta storia della moda, i tessuti artigianali in India vantano un patrimonio artigianale senza pari.

In effetti, i designer indiani hanno deciso di portare un cambiamento necessario nel mondo della moda, noto come moda sostenibile.

Ciò significa mettere al primo posto gli artigiani, le artigiane e il pianeta.

Poiché la moda continua ad evolversi, è imperativo che i marchi considerino i diritti dei lavoratori e l'impatto ambientale della costruzione dei loro prodotti.

Sfortunatamente, l'industria tessile è una delle industrie più dispendiose e inquinanti al mondo.

Secondo bordo, "l'industria della moda contribuisce per il 10% alle emissioni globali di gas a effetto serra grazie alle sue lunghe catene di approvvigionamento e alla produzione ad alta intensità energetica".

Inoltre, è il secondo consumatore mondiale di approvvigionamento idrico. In effetti, è responsabile del 20% dei rifiuti idrici globali.

"Le persone hanno acquistato il 60% in più di capi nel 2014 rispetto al 2000", secondo Forum economico mondiale.

Non solo, ma l'85% di tutti i tessuti vengono gettati nelle discariche ogni anno.

Esploriamo dieci marchi di moda indiani sostenibili che promuovono la moda a scarto zero per un futuro migliore nel tessile.

Upasana

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili: upasana

Situata a Pondicherry, Auroville, Upasana promuove e crede fermamente nella moda zero rifiuti e upcycling.

Il marchio crea consapevolmente moda sostenibile e progetta progetti speciali lavorando a stretto contatto con diversi settori in tutta la nazione.

Questi includono il programma Varanasi Weavers che è stato lanciato per supportare la comunità di tessitura di Varanasi.

Un altro progetto intitolato Kapas è stato creato per aiutare i coltivatori di cotone biologico di Madurai.

Secondo il sito web di Upasana:

“L'abbigliamento ha il potere, il potere di cambiare la vita. Le vite di agricoltori, filatori, tessitori, tipografi, sarti, designer e molti altri che hanno intrecciato invisibilmente le loro anime in ciò che indossiamo.

"Upasana li onora tutti, consapevolmente, in ogni fase della creazione dei nostri prodotti."

“Creiamo vestiti per toccare l'anima invece che solo il corpo, crediamo che la vita sia interconnessa. La bellezza è oltre la vanità.

“Il processo di creazione è tanto prezioso per noi darti un prodotto bellissimo.

“Onoriamo i difetti nella tessitura come parte dell'onorare la vita, la striscia d'ombra nella tintura come parte delle sfumature naturali.

“Celebriamo silenziosamente lo sbiadimento dei coloranti naturali mentre guardiamo con grazia noi stessi cambiare nel tempo.

"Progettiamo per la moralità mentre onoriamo la vita, la natura e la crescita interiore."

Upasana ha anche pubblicato una piattaforma nota come Upasana - The Conscious Fashion Hub.

Questo ha lo scopo di aiutare gli ambientalisti, gli assistenti sociali, i designer, gli agricoltori e gli studenti a considerare e trovare soluzioni a vari dilemmi sociali.

Questo marchio sostenibile ma elegante offre anche abiti di lusso impeccabile.

Ragazzi marroni

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - ragazzi marroni

Questo è per i ragazzi. Moda sostenibile che non è solo vegana ma anche biologica e fairtrade.

Il fondatore Prateek Kayan di New York lasciò il suo lavoro di finanza e tornò nella sua città natale a Calcutta, in India, dove iniziò il suo marchio, Brown Boys.

Kayan era consapevole degli sprechi dannosi del fast fashion e del suo impatto sull'ambiente.

Per combattere queste pratiche pericolose, Kayan ha creato il suo marchio per mettere in pratica ciò che difendeva: la moda sostenibile.

Secondo Edge, la coltivazione del cotone è "responsabile del 24% degli insetticidi e dell'11% dei pesticidi".

Tuttavia, Brown Boys utilizza il 100% di cotone certificato dal commercio equo e solidale nei loro capi di abbigliamento, garantendo salari equi agli agricoltori.

Brown Boys offre una vasta collezione di felpe, gilet, camicie e molto altro ancora. Questo marchio è l'epitome dello street style urbano organico.

Secondo il sito web Brown Boy, afferma:

“L'imprenditoria sociale è parte integrante del nostro principio fondante.

“Siamo un commercio equo e solidale al 100% e non indulgiamo assolutamente nelle fabbriche che sfruttano il lavoro. Sapendo quanto sia radicato lo sfruttamento nel settore dell'abbigliamento, dovevamo essere il cambiamento che volevamo vedere ".

scarabocchi

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - doodlage-2

Questo marchio di moda sostenibile cerca di procurarsi materie prime dai rifiuti di fabbrica.

Si afferma che una persona media acquista il 60% in più di vestiti rispetto a quindici anni fa. Tuttavia, con il passare del tempo, questa percentuale è aumentata.

Sfortunatamente, compriamo e scartiamo vestiti frequentemente e li conserviamo per la metà del tempo rispetto a quindici anni fa.

Tuttavia, Doodlage mira a combattere questa ingiustizia contro l'ambiente. In effetti, questo marchio di moda indiano sta contribuendo a ridurre il numero di vestiti che vengono gettati nelle discariche.

Le fonti Doodlage hanno scartato i tessuti e danno vita a questi tessuti avanzati.

Oltre a utilizzare tessuti avanzati, Doodlage seleziona anche materiali eco-compatibili come mais, tessuto a banana e cotone organico per i suoi disegni.

Circolando nella moda tradizionale, producono accessori, indumenti e prodotti per la casa.

Doodlage si rivolge a uomini e donne, dalle camicie alle tute e molto altro ancora.

Con coscienza e creatività, Doodlage ha anche collaborato con altre organizzazioni per vari progetti.

Ad esempio, il marchio ha collaborato con l'ONG Goonj per creare assorbenti igienici riutilizzabili. Questi sono stati poi forniti alle donne residenti nelle zone rurali.

Casa della Seta Errante

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - House of Wandering Silk

Fondata nel 2011, House of Wandering Silk ha sede a Nuova Delhi, in India.

I loro prodotti fatti a mano sono realizzati utilizzando materiali riciclati per formare gioielli, scialli, involucri e vestiti esteticamente accattivanti.

House of Wandering Silk lavora anche con artigiane emarginate provenienti da paesi come Pakistan, Laos, Uzbekistan, Cambogia e Afghanistan.

Un'altra grande iniziativa intrapresa dal marchio è l'approvvigionamento di artigiani di talento da aree remote. Quindi progettano i prodotti in base alle loro esigenze.

Allontanandosi dal popolare dominio dei "prodotti di tendenza", House of Wandering Silks lavora per ottenere un maggiore valore per i propri clienti.

Il marchio si ispira alla popolare citazione di Gandhi:

"Non c'è bellezza nella stoffa più fine se crea fame e infelicità."

Pertanto, House of Wandering Silk garantisce che i propri prodotti promuovano l'artigianato, supportino le comunità emarginate preservando l'ambiente.

Parlando del loro obiettivo, House of Wandering Silk afferma:

"Il nostro scopo fondamentale era semplice e singolare, ma potente: fornire opportunità di sostentamento equamente retribuite, dignitose e sostenibili alle donne emarginate, con l'obiettivo di consentire loro di raggiungere l'indipendenza economica e creare vite migliori per se stesse, le loro famiglie e le loro comunità. "

niente cattiverie

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - Niente cattivi

Un altro marchio che affronta la sostenibilità nella moda è No Nasties. Infatti, si legge nel nome del marchio, non ci sono prodotti sgradevoli utilizzati nei loro vestiti.

Parlando del marchio, il sito afferma:

“No Nasties è un marchio di abbigliamento biologico, equo e solidale e vegano con sede a Goa, in India.

“Lavoriamo con una cooperativa di agricoltori e una fabbrica del commercio equo e solidale per realizzare tutti i nostri prodotti di cotone biologico certificato al 100%. È il vero affare. "

Il marchio mira a sostenere gli agricoltori e l'economia agraria in India con il 70% delle persone che fa ancora affidamento sull'agricoltura come mezzo di vita.

Sfortunatamente, l'India ha uno dei più alti tassi di suicidi di agricoltori ogni anno. Questo perché soffrono per l'acquisizione di un reddito stabile.

Secondo il National Crime Records Bureau (NCRB) del 2018, ci sono stati 10.2 suicidi per 100,000 indiani.

Infatti, "12,000 agricoltori" si sono suicidati nel solo Maharashtra tra il 2015 e il 2018 secondo India Today.

Il rapporto ha continuato ad affermare che 610 agricoltori si sono tragicamente suicidati tra gennaio e marzo 2019.

Queste sorprendenti rivelazioni sono solo un assaggio della dolorosa realtà affrontata dagli agricoltori in India.

No Nasties mira a fornire agli agricoltori un reddito stabile e lo sviluppo della comunità.

Il marchio evita anche il lavoro minorile e garantisce che i pesticidi sintetici e i semi geneticamente modificati non vengano citati in giudizio nei loro prodotti.

Ka-Sha

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - Ka-Sha

Fondato dal laureato del London College of Fashion e Karishma Shahani-Khan di Pune nel 2012, Ka-Sha è sicuramente un marchio indiano sostenibile degno di menzione.

Ciò che può essere considerato il rifiuto di una persona è considerato il tesoro di un'altra. Questo concetto si rivela vero per Ka-Sha.

Il marchio utilizza avanzi e scarti per creare gioielli e indumenti affascinanti.

Secondo il sito web di Ka-Sha:

“Ka-Sha si concentra sull'abbigliamento come mezzo di narrazione per celebrare culture a più livelli e conversazioni sociali in continua evoluzione.

“Nella forma più pura, ci sforziamo di celebrare l'artigianato in tutto il suo splendore, imperniato sulla funzionalità moderna, raggiungendo l'India con amore.

"Consapevole e consapevole dei nostri effetti sul tessuto della vita, Ka-Sha si concentra sull'implementazione di mezzi di commercio equi mentre si basa sull'artigianato artigianale attraverso la nostra esplorazione stagionale di abbigliamento e accessori".

Ka-Sha lavora anche con diversi artigiani in tutta la nazione per portare ai suoi consumatori la moda più raffinata.

Il marchio ha anche istituito il programma Heart to Haat per affrontare efficacemente i rifiuti in modi innovativi.

Aiuta a riciclare e riciclare i tessuti per creare prodotti funzionali.

Questo marchio garantisce anche che i suoi lavoratori siano trattati in modo equo e li aiuti a svilupparsi e crescere nella società.

11.11 / undici undici

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - 11.11_eleven eleven

Guidata dagli imprenditori di talento Mia Morikawa e Shani Himanshu, la moda sostenibile è al centro dell'11.11 / undici undici.

Mia si è laureata in Graphic Design alla Central Saint Martin's University of the Arts in Graphic Design mentre Shani ha conseguito un Master in Fashion Design alla Domus Academy, Milano.

Il marchio lavora per garantire collegamenti tra tessitori, agricoltori, tintura vegetale e tradizioni di stampa a blocchi.

11.11 / eleven eleven ha posto le sue basi nella produzione di prodotti etici salvaguardando i lavoratori e l'ambiente.

È interessante notare che il marchio utilizza khadi intrecciato a mano, un tessuto naturale proveniente dall'India.

Nonostante molti marchi di moda si affacciano su questo tessuto, 11.11 / eleven eleven ha promosso bellissimi capi utilizzando questo materiale di lusso.

Secondo il sito web del marchio:

"Tutto il tessuto di cotone utilizzato dall'11.11 / undici undici è 100% cotone khadi e tinto in tinture naturali al 100%, denim Khadi, cotone Kala, cotone Khadi 200 della contea, seta e seta Ahimsa 11.11 / undici undici (sono) tessuti distintivi."

Il marchio ha un negozio al dettaglio autonomo a Nuova Delhi e un concept store a Tokyo, in Giappone.

Inoltre, 11.11 / eleven eleven fornisce anche capi di abbigliamento in 40 sedi multimarca in India, Corea, Canada, Stati Uniti e Giappone.

MAGA

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - MAGA

Successivamente, abbiamo un altro fantastico marchio di moda indiano sostenibile, MAGA.

Il marchio di moda con sede a Noida ha utilizzato modi innovativi e creativi per progettare abbigliamento.

Per quanto assurdo possa sembrare, MAGA utilizza la buccia di cipolla, coloranti organici trasformati ottenuti da erba, caffè e tè nei loro capi di abbigliamento.

Non solo, ma hanno acquistato fiori avanzati usati ai matrimoni per creare la tintura usata nei loro indumenti.

Chi sapeva che tali articoli potevano essere utilizzati nella produzione di abbigliamento?

Oltre ai loro metodi eco-compatibili, MAGA mira a promuovere il commercio equo collaborando con gli artigiani del villaggio.

Il marchio prospera nel settore della moda sostenibile che può essere apprezzato da tutti poiché ha un prezzo accessibile.

Bicicletta impazzita

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - Runaway Bicycle

Questo marchio di moda sostenibile con sede a Mumbai è specializzato in moda e Home decor.

Fondata nel 2014 da Preeti Verma, in un piccolo appartamento con una camera da letto, Runaway Bicycle si è sviluppata fino a guadagnarsi un nome nella moda indiana sostenibile.

Dal 2014, il marchio si è trasferito in uno studio da cui viene creata la magia.

Nonostante la mancanza di conoscenza di Preeti in fatto di moda e stile di vita, era dotata della comprensione e del potere dei metodi di tessitura tradizionali.

Sapeva anche che voleva incorporare e dare la priorità al comfort e alla bellezza nella vita di tutti i giorni con i suoi capi.

Utilizzando cotone organico, tessuto intrecciato a mano, coloranti naturali, khaadi e altro, Runaway Bicycle vanta semplicità nella moda.

Secondo il sito web del marchio:

“Il lavoro di Runaway Bicycle oggi, consiste essenzialmente nel collegare le uccisioni di tessitori e tintori tradizionali sparsi in tutta l'India con quelle degli artigiani che lavorano nello studio.

“Le abilità collettive che portano è un accumulo di conoscenza tramandata attraverso molte generazioni.

"Alla fine si ottengono capi e pezzi di arredamento per la casa, che sfidano le tendenze e le stagioni e saranno tramandati alle generazioni future".

Il marchio promette minimalismo, sostenibilità, il tutto garantendo che la qualità non sia temperata.

Pulsante Masala

I 10 migliori marchi di moda indiani sostenibili - Button Masala

A differenza di molti altri marchi, Button Masala ha una visione piuttosto unica e interessante della moda sostenibile.

I loro fantastici prodotti non hanno assolutamente cuciture o tessuto extra.

I loro capi, infatti, utilizzano il tessuto in modi entusiasmanti e versatili con l'utilizzo di bottoni ed elastici.

Ciò consente zero sprechi garantendo al contempo il mantenimento di qualità, soddisfazione e valore.

Sebbene sia difficile immaginare indumenti senza cuciture, il marchio ha adattato la sua produzione per garantire che non siano necessari macchine e strumenti.

In effetti, la tecnica utilizzata da Button Masala è uno dei metodi di confezionamento più veloci.

È anche considerata una delle tecniche più economiche e sostenibili.

La pagina Facebook di Button Masala descrive in dettaglio la sua tecnica:

“Il primo concetto di Button Masala era basato sul sistema a griglia. I bottoni erano cuciti su un tessuto a una distanza di due pollici.

“Le cinghie di tessuto separate avevano le asole alla stessa distanza dei bottoni.

"Le cinghie sono state quindi utilizzate per avvolgere il tessuto in un indumento."

Successivamente, i pulsanti sono fissati con elastici.

Un altro grande aspetto dell'abbigliamento del marchio è che gli articoli possono essere ristrutturati e ridimensionati per adattarsi a chiunque.

Secondo un rapporto della Ellen MacArthur Foundation nel 2017, se l'industria della moda continuasse il suo corso senza cambiamenti, le emissioni di carbonio potrebbero aumentare fino al 26% entro il 2050.

Tuttavia, se più aziende seguissero l'esempio di questi marchi di moda indiani sostenibili, questa traiettoria potrebbe essere ridotta.

Ayesha è una laureata inglese con un occhio estetico. Il suo fascino risiede nello sport, nella moda e nella bellezza. Inoltre, non evita gli argomenti controversi. Il suo motto è: "non esistono due giorni uguali, questo è ciò che rende la vita degna di essere vissuta".