Il bambino inizia la sfida a piedi come tributo al nonno

Un bambino ha iniziato una sfida a piedi, ispirata dal capitano Tom Moore, in memoria di suo nonno tragicamente morto a causa del Covid-19.

Il bambino inizia la Walking Challenge come tributo al nonno f

"ai suoi occhi, non poteva sbagliare."

Un bambino ha intrapreso una sfida a piedi in memoria di suo nonno morto a causa del Covid-19.

Mohammed Shafi è stato ricoverato in ospedale. Mentre era in ospedale, ha contratto il Covid-19 e purtroppo è morto nel dicembre 2020.

L'ottantenne era conosciuto a Leicester per il suo lavoro di beneficenza.

La sua famiglia ha deciso di voler fare qualcosa nella sua memoria per sostenere gli altri. Quando hanno notato che Jemima Akhtar, di due anni, aveva iniziato a camminare facilmente senza bisogno del suo passeggino, l'hanno preparata per fare una passeggiata sponsorizzata dal Capitano Tom Moore in onore di Mohammed.

Finora, la nipote di Mohammed ha raccolto più di £ 1,000 per la British Heart Foundation, superando l'obiettivo di £ 350.

La madre del bambino, ha detto Suzana Akhtar Leicester Mercury:

“Aveva un rapporto speciale con lei e ai suoi occhi non poteva sbagliare.

“Jemima camminava con noi con la sua piccola carrozzina e ci siamo resi conto che ha camminato contenta per tutto il percorso, senza fermarci o chiederci di prenderla o stancarci.

“Ha fatto così bene e abbiamo semplicemente messo insieme due più due e abbiamo deciso di creare un raccolta di fondi .

"È stato anche un modo per restituire nel modo in cui mio padre avrebbe voluto che facessimo e nel modo in cui ci ha insegnato a tutti".

Mohammed aveva problemi di cuore prima della sua morte, motivo per cui la sua famiglia ha scelto la British Heart Foundation come ente di beneficenza.

Ha trascorso più di 30 anni come affidatario per i bambini della città e sua moglie continua ad allevare i bambini con l'aiuto di Suzana e della sua famiglia.

Mohammed aveva più di 30 nipoti ma accettava i figli adottivi come suoi poiché era "desideroso di mantenere l'unità lì" all'interno della sua famiglia.

Suzana ha detto: “Molte delle persone che ha promosso e che ora sono adulti lo chiamano ancora papà.

“Le persone nella comunità lo hanno descritto come una leggenda. Come tassista, una volta aiutò uno dei suoi clienti che si era perso e lo portò a casa per cena.

"Era un amante del cibo e aveva una di quelle case che non puoi lasciare senza aver mangiato prima un pasto di tre portate."

“Il 2 gennaio sarebbe stato il suo 81esimo compleanno e Jemima che sarà poi segnato da un'altra marcia di beneficenza.

“Sarà raggiunta da suo fratello di otto anni, Jamaal, che l'ha sostenuta lungo la strada.

"Sebbene Jemima sia troppo giovane per capire bene la morte di suo nonno, sua madre ha detto che la raccolta fondi sarebbe servita anche come" ricordo speciale "che la bambina di due anni può ricordare quando sarà più grande".

La famiglia spera di raccogliere più soldi per beneficenza.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    I tassi di divorzio sono in aumento nelle persone Desi a causa di

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...