Thug ha tenuto in ostaggio una donna malata terminale per 15 ore

In un incidente scioccante, un uomo di Birmingham ha tenuto in ostaggio una donna malata terminale nella sua stessa casa per più di 15 ore.

Thug ha tenuto in ostaggio una donna malata terminale per 15 ore f

"L'hai ripetutamente incolpata per il tuo comportamento"

Shazad Mahmood, 35 anni, di Selly Oak, Birmingham, è stato incarcerato per un totale di cinque anni e mezzo dopo aver tenuto in ostaggio una donna malata terminale per più di 15 ore.

Era "ossessionato" dalla vittima e ha minacciato di ucciderla con un coltello nella sua casa di Quinton mentre la polizia era fuori.

La polizia aveva precedentemente imposto condizioni che istruivano Mahmood a non contattare la donna, che all'epoca stava ricevendo cure palliative a seguito di insufficienza multiorgano.

Ma nel luglio 2020 gli ha permesso di entrare nella sua casa “sofferente”.

Il giudice Sarah Buckingham ha detto a Mahmood: "Hai sviluppato un'ossessione per lei, l'hai predata e hai indossato la sua volontà".

Mahmood avrebbe dovuto andarsene il 17 luglio, ma ha rifiutato e costretto a lasciare la sua amica dopo una rissa.

Ha quindi barricato la porta e si è rifiutato di lasciare che la vittima se ne andasse, a volte tenendole un coltello al collo e alla schiena. L'ha anche schiaffeggiata e le ha detto di "chiudere quella cazzo di bocca" quando ha chiesto di essere rilasciata.

Mahmood ha chiamato la polizia e ha detto loro che teneva in ostaggio la donna malata terminale.

Il giudice Buckingham ha dichiarato: "L'hai incolpata ripetutamente per il tuo comportamento e hai detto alla polizia che la sua vita sarebbe finita".

Quando è arrivata la polizia, il comportamento di Mahmood andava dall'essere "calmo e rispettoso" al costringere la vittima alla finestra con un coltello alla gola, avvertendo gli agenti che la stavano mettendo in ulteriore pericolo.

Ha permesso alla vittima di dormire mentre si sedeva su uno sgabello, tuttavia, a un certo punto, il suo corpo si è indebolito e si è accasciata sul pavimento.

Mahmood ha affermato di averle detto che poteva andarsene dopo due ore, ma il giudice ha respinto il reclamo, definendolo "una sciocchezza".

Alle 10:30 del giorno successivo Mahmood si è arreso.

Mahmood è stato anche coinvolto in un reato di guida non correlato il 17 dicembre 2019.

Guidava una Vauxhall Astra rubata con targhe false ed è stato inseguito dalla polizia del centro di Birmingham.

Ha guidato sul marciapiede, ha corso con il semaforo rosso e ha raggiunto una velocità di 50 mph. Nel tentativo di proteggere il pubblico, gli agenti hanno brevemente abbandonato l'inseguimento e li hanno seguiti a distanza.

Gli ufficiali hanno ripreso Mahmood, ma si è schiantato contro un autobus in City Road. Ha cercato di scavalcare il suo passeggero ferito sul sedile anteriore, ma è stato arrestato sul posto.

In seguito ha detto alla polizia che "non si sarebbe fermato per niente" perché sapeva che l'auto era una "suoneria".

Il giudice Buckingham ha dichiarato: "Questo è stato un momento di guida terribile che ha messo a rischio gli altri utenti della strada e i pedoni".

Mahmood si è dichiarato colpevole di aver maneggiato merce rubata, guida pericolosa, guida squalificata e senza assicurazione.

Ha ammesso la falsa prigionia e la minaccia di uccidere in relazione all'incidente di luglio. Nessuna prova è stata offerta per un'accusa aggiuntiva di aggressione che abbia causato danni fisici reali che Mahmood ha negato.

La Birmingham Crown Court ha sentito che gli era stato diagnosticato un disturbo della personalità emotiva e la schizofrenia.

Mahmood ha affermato di aver preso in ostaggio la donna malata terminale in quanto era un "grido di aiuto".

Ma il giudice lo ha criticato per aver visto se stesso come una "vittima" e ha detto:

"Sei un cercatore di attenzioni con un gusto per il drammatico."

"Sei un individuo violento, sconsiderato e impulsivo e sono soddisfatto che ci sia un rischio significativo che commetti ulteriori specifici reati causando gravi danni a una o più persone."

Mahmood è stato condannato a 12 mesi per i reati di guida, di cui deve scontare almeno la metà in prigione. Deve quindi scontare almeno due terzi del mandato consecutivo di quattro anni e sei mesi che gli è stato consegnato per l'incidente in ostaggio.

È stato incarcerato per un totale di cinque anni e mezzo.

Birmingham Mail ha riferito che gli è stato anche vietato di guidare per 60 mesi e ha ricevuto ordini restrittivi a tempo indeterminato nei confronti della vittima e di un'altra persona.



Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale di questi sei?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...