L'anello al naso dal passato al presente

L'anello da naso è una forma di gioielleria molto popolare ed è un oggetto che ha trovato la sua strada nel mondo della moda attraverso un passato storico molto interessante. Guardiamo come si è fatto strada dall'era Mughal a una dichiarazione di moda oggi.

Nessun anello

In India, ci sono numerosi nomi per i gioielli per il naso

Gli anelli al naso furono fondati per la prima volta in Medio Oriente e furono introdotti per la prima volta nel XVI secolo dai Mughal in India. Durante la regola Mughal, gli anelli al naso erano progettati in un modo, che erano motivi floreali. Gli anelli del naso sarebbero stati trasformati in un minuscolo fiore seguito da un piccolo gambo che era tenuto in posizione con una vite ferma all'interno della narice. Molte volte gli anelli al naso sarebbero stati decorati con ciondoli, pietre, catene, per sembrare più belli.

Per migliaia di anni il piercing al naso è stato una forma di body art o decorazione del corpo. Essendo parte di popoli antichi e culture native, il piercing al naso è stato adottato nel tempo fino ai giorni nostri, dove le persone si esprimono con i loro gioielli per il naso.

Il perno o l'anello del naso ha un'associazione con la religione indù, ma è anche indossato da donne di altre fedi, tra cui musulmane, sikh e cristiane.

In India, ci sono numerosi nomi per i gioielli per il naso. I più comuni sono Natni, cocae Laung. Esistono anche due diversi tipi di piercing al naso, che sono i Phul ed Nath. Opposto a uno stallone altrimenti noto come a Phul, la Nath può essere abbastanza grande, coprendo spesso una parte della bocca o essendo legato da una catena al lobo dell'orecchio. Il Nath è più comunemente indossato durante le cerimonie nuziali.

I gioielli per il naso sono disponibili in una varietà di forme che vanno da minuscole borchie ingioiellate che poggiano sulla curva della narice, a grandi cerchi d'oro che circondano la guancia con graziose perle pendenti che penzolano appena sopra il labbro superiore.

Molte donne preferiscono farsi forare la narice sinistra invece della destra. La ragione di ciò è perché quel punto è associato alla medicina indiana, altrimenti nota come Ayuvedra. Quando l'anello al naso è forato lì, aiuta gli organi riproduttivi femminili e dovrebbe facilitare il parto.

In passato, un piercing al naso indiano era un simbolo di verginità, noto a molti paesi orientali come l'India e la Persia.

Dopo la notte del matrimonio di una sposa, la sposa avrebbe rimosso il suo "koka" e lo avrebbe sostituito con un perno per il naso in oro o diamante, che sarebbe stato poi indossato per il resto della sua vita coniugale.

In alcuni paesi indossare un nasello d'oro o di diamanti era proibito dalle norme e dai regolamenti del governo, se una donna fosse stata vista indossarne uno avrebbe potuto essere severamente punita.

Nel sud dell'India, in particolare nel Tamil Nadu e in alcune parti dell'Andhra Pradesh e del Karnataka, il perno del naso noto come "mookkutthi" è ampiamente indossato rispetto all'anello al naso, da giovani donne sposate e non sposate.

Il piercing al naso è stato scoperto alla fine degli anni '1960 dagli hippy. Dopo aver fatto un viaggio in India, erano rimasti affascinati dal koka e lo adottarono alla fine degli anni '1970 durante il "movimento punk". Dopo essere stato adottato dagli hippy, l'anello al naso era quindi un simbolo di ribellione contro i valori conservatori.

Tuttavia, a causa dell'accettazione degli anelli al naso negli anni '1990 come accessori di moda, ora sono considerati un tocco di stile invece di un "atto ribelle". Nel corso dei decenni molti giovani e meno giovani si sono impegnati a farsi forare il naso. Un altro motivo per cui il piercing al naso è così comune, è perché è una procedura indolore. Ora sono popolari in molte parti del mondo, incluso il Regno Unito e altre parti d'Europa, Stati Uniti, Canada e Australia.

Alcune persone hanno sperimentato l'opposizione a indossare un nasello o un anello negli istituti di lavoro e scolastici. Nel 2005, Sunali Pillay, una studentessa di origine indiana in Sud Africa, ha portato il suo caso alla Durban Equality Court contro la Durban Girls High School per non averle permesso di indossare un anello al naso in conformità con le sue credenze religiose; nel 2007, una donna indù, Amrit Lalji di 40 anni, è stata licenziata per aver indossato una borchia nel naso mentre lavorava all'aeroporto di Heathrow nel Regno Unito, e nel 2008, Shannon Connolly, di 13 anni, ha dovuto combattere la sua causa contro la sua scuola da indossare un perno del naso per motivi religiosi indù.

Pertanto, oggi ci sono una varietà di diversi tipi di anelli al naso disponibili per le persone da indossare. Sebbene l'importanza tradizionale dell'anello al naso non sia stata dimenticata, ha fatto scalpore nelle tendenze contemporanee ed è diventato un accessorio di moda per molte donne e anche alcuni uomini!

Dai un'occhiata alla nostra galleria dei diversi tipi di anelli al naso.

Indossi un anello al naso o un perno?

Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...


Neha Lobana è una giovane aspirante giornalista canadese. Oltre a leggere e scrivere, le piace passare il tempo con la sua famiglia e gli amici. Il suo motto è "Vivi come se dovessi morire domani. Impara come se dovessi vivere per sempre".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Quale stato civile sei?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...