La storia del flauto

Il flauto, bellissimo strumento musicale, si trova spesso messo da parte. Approfondiamo la sua storia, comprese le sue origini.

La storia del flauto - F-2

Il primo flauto traverso è un flauto Chi.

Il flauto è uno splendido strumento musicale a fiato risalente al 900 a.C

Si è evoluto nel corso degli anni in termini di forma e utilizzo.

I primi flauti erano conosciuti come “chi-e” e provenivano dalla Cina.

I primi flauti venivano suonati in posizione verticale o orizzontale.

La posizione orizzontale è chiamata posizione trasversale.

Il primo flauto traverso arrivò in Europa con i commercianti dell'Impero bizantino durante il Medioevo e viaggiò fino in Germania.

A quel tempo veniva chiamato flauto tedesco.

Per dipingere un quadro, durante il 1100 e il 1200, il flauto veniva utilizzato nella musica di corte medievale.

Nel Medioevo, musicisti e compositori medievali investivano nell'amor cortese.

Erano fatti di un unico pezzo di legno, lungo poco meno di mezzo metro.

I temi nella loro musica includevano poesie sull'amore caro per i loro amati partner.

Gli strumenti durante il Medioevo seguivano il modello vocale, come il soprano, il contralto, il tenore e il basso rispettivamente dalle ottave più alte a quelle più basse.

Queste sono le principali gamme vocali della voce.

Per dirla in dettaglio, la musica era un aspetto chiave della vita religiosa e si pensava che il canto in particolare alleviasse il dolore dei partecipanti ai funerali.

A quel tempo, i medici credevano che la musica fosse in grado di guarire le ferite e persino la paralisi.

Nel 1300, i mercenari svizzeri resero popolare il flauto utilizzato per le segnalazioni e le marce militari.

Nel Rinascimento, divenne attraente per i suonatori di flauto dilettanti suonare insieme. Questa era conosciuta come musica consorte.

Nel 1600, gli ottoni furono combinati con il flauto come musica di gruppo mista.

I produttori di flauti italiani e olandesi iniziarono a sperimentare con le dimensioni del flauto, aggiunsero un'altra nota (mi bemolle) e divisero il flauto in pezzi per i viaggi.

Il francese Luigi XIV era un appassionato di flauto poiché all'epoca il flauto era ampiamente conosciuto per il suo tono dolce e romantico.

Durante la fine del 1600 e il 1700 emersero i repertori per flauto solista.

Fu creata musica che presentava una gamma estesa, cioè più note più basse introdotte da ottave inferiori.

Il risultato di ciò è stato che il giocatore è stato in grado di aggiungere più carattere al proprio modo di suonare.

Compositori come Vivaldi, Bach, Handel, Telemann e Blavet hanno scritto capolavori per flauto solo.

Giocatori professionisti come JJ Quantz iniziarono a farsi notare viaggiando molto esibendosi in molti locali suonando il flauto barocco.

Intorno al 1750 fu adottato il flauto barocco e fu aggiunto un sistema di chiavi di flauto. Quindi, il registro inferiore è stato rafforzato poiché l'accordatura era più solida.

Entro la fine del secolo, il flauto con chiave fu adottato in tutto il mondo. Ogni paese ha il suo stile unico.

JG Tromlitz, un noto ed esperto flautista tedesco dell'epoca, si esibì su un flauto a chiave di sua progettazione.

Il flauto cominciò poi a fiorire nella prima metà del XIX secolo. Sono state trovate variazioni in Austria, Inghilterra, America, Francia e Germania, così come in altri.

Theobald Boehm di Baviera stava diventando popolare poiché era in grado di trovare una diteggiatura più veloce in una posizione della mano più naturale.

A Vienna il flauto aveva un'estensione fino al sol del violino e divenne sempre più popolare.

Ancora una volta, il flauto con chiave si è evoluto negli anni '1950 e divenne noto come flauto Meyer. È stato rapidamente adottato in America e in Europa.

20 anni prima arrivò il flauto in stile Boehm che viene utilizzato sia dai musicisti professionisti che dai dilettanti ai giorni nostri.

Categorie del Flauto

La storia del flautoUn flauto essenzialmente è come un tubo aperto e viene soffiato come una bottiglia. Nel corso del tempo, il flauto si è evoluto fino ad avere un complesso set di chiavi e fori.

Esistono diverse varianti di flauti, inclusi flauti traversi, soffiati e a zeppa.

I flauti possono anche essere aperti o chiusi.

I flauti traversi includono flauti da concerto occidentali: piccolo, fife, dizi e bansuri.

Il primo flauto traverso è un flauto Chi. È stato scoperto nella tomba del marchese Yi di Zeng nella provincia di Hubei, in Cina.

Risale al 433 a.C., della successiva dinastia Zhou. Composto da bambù ed estremità chiuse, ha cinque registri che si trovano sul lato del flauto anziché sulla parte superiore.

I flauti Chi sono menzionati nello Shi Jing, la prima antologia di poesia cinese compilata da Confucio (551–479 aC).

I flauti soffiati sono prodotti dal suono che soffia attraverso un'apertura nella parte superiore del flauto. Questi includono xiao, ney, kaval, quena, shakuhachi e tonette.

I flauti a zeppa si distinguono per la possibilità del suonatore di soffiare sopra o sotto il foro.

In questa categoria rientrano: il flauto dolce, il fischietto, il fischietto, la fujara e l'ocarina.

I flauti a punta sono più facili da suonare ma c'è meno controllo per il musicista.

L'ocarina, il flauto di Pan, il fischietto della polizia e il fischietto del nostromo sono chiusi nella parte inferiore.

Tuttavia, i flauti possono essere aperti su una o entrambe le estremità.

Le versioni aperte includono il flauto da concerto e il flauto dolce. Questo strumento ha una maggiore flessibilità tonale e una certa qualità del suono brillante.

Flauti da concerto occidentali

La storia del flauto (2)Il flauto da concerto occidentale è un discendente del flauto tedesco del XIX secolo.

Ha un foro di imboccatura attraverso il quale il suonatore soffia.

Il flauto da concerto standard è intonato in Do e ha un'estensione di tre ottave a partire dal Do centrale. Questo è di gran lunga il più comunemente suonato.

Il moderno flauto da concerto professionale è generalmente realizzato in argento, oro o combinazioni dei due.

Gli strumenti per studenti sono generalmente realizzati in alpacca o ottone argentato.

Esiste anche una variante di flauti in legno che vengono utilizzati per produrre toni più caldi.

Il moderno flauto da concerto viene fornito con varie opzioni. La chiave del pollice in Si bemolle (inventata e sperimentata da Briccialdi) è praticamente standard.

La famiglia dei flauti da concerto comprende una varietà di strumenti a cominciare dall'ottavino.

L'ottavino è un piccolo flauto traverso solitamente intonato un'ottava sopra il flauto da concerto.

Flauto francese

La storia del flauto (3)Durante il periodo barocco, i costruttori di flauti francesi aggiunsero la prima tonalità e apportarono sviluppi allo strumento

Il francese Thomas Lot divenne famoso nel mondo per i suoi flauti in quattro pezzi ad una chiave.

In modo controverso i produttori stavano aggiungendo più tasti per migliorare la tecnica delle dita.

I flautisti francesi si opposero a ciò, quindi ci volle del tempo per standardizzare lo strumento.

Ciò è avvenuto molto tempo dopo il violino.

Tuttavia, nel XVIII secolo, furono aggiunte più chiavi e il flauto a quattro chiavi.

Nel periodo barocco, la maggior parte dei flautisti componeva la propria musica e continuò fino al periodo romantico.

Inizialmente, durante l’epoca romantica, il flauto a otto chiavi era lo strumento standard, poi Theobald Boehm arrivò con la sua invenzione nel 1832.

Nel XX secolo c'è un enorme contributo dei compositori francesi al repertorio per flauto.

La Francia ha prodotto molti flautisti di talento che hanno contribuito a diffondere la tradizione del flauto ben oltre i confini della Francia.

Studenti di flauto da tutto il mondo venivano a Parigi per imparare dai profondi insegnanti.

Il flauto divenne popolare in Francia presso i trovatori.

I flauti francesi sono caratterizzati dal foro aperto. Resta inteso che ciò consente un suono più forte e chiaro nella gamma inferiore.

Sono prevalenti nella musica d'avanguardia e consentono al musicista di riprodurre sfumature armoniche.

Inoltre, il musicista può manipolare sia il suono sospirato che quello puro.

Le chiavi a foro aperto sono tipiche della tecnica francese, rinomata e notoriamente suonata dal Conservatorio di Parigi.

Flauto dei nativi americani

La storia del flauto (4)Il flauto dei nativi americani ha un suono distintivo e utilizza una varietà di influenze musicali new age.

La tradizione vuole che il flauto dei nativi americani fosse utilizzato per corteggiare e ammaliare le donne.

Un giovane costruiva un flauto, si allontanava dal gruppo con cui si trovava e suonava una canzone che lui e la sua amata conoscevano.

Mentre si esprime attraverso il flauto, la donna ne comprende le emozioni e le intenzioni.

Una volta diventati una coppia, l'uomo avrebbe buttato via il flauto e non ne avrebbe mai più suonato un altro.

Inoltre, nella cultura nativa, le canzoni non venivano suonate da altri a meno che non fossero dotati.

A causa del produttore, la dimensione si basa sulle mani, sulle dita e sui pollici.

Inoltre, non si adattano all'accordatura e alle scale occidentali, ma sono personalizzati in base al produttore.

Al giorno d'oggi, la musica del flauto dei nativi americani viene ascoltata nella musica occidentale come gruppi rock, quartetti jazz e concerti sinfonici.

È anche mescolato con le scale occidentali.

Inoltre, ci sono anche flauti mesoamericani: Messico e America centrale.

Questi flauti sono simili ai flauti dei nativi americani, nel senso che sono entrambi flauti a zeppa ma hanno le loro differenze.

Per esempio, Mesoamericano i flauti sono tradizionalmente realizzati in argilla o canna di fiume e raramente in legno.

Tradizionalmente il flauto incarna i quattro elementi sacri della vita: Terra, Acqua, Fuoco e Vento.

Flauti cinesi

La storia del flauto (5)Questi flauti includono dizi e bangdi che sono flauti trasversali. C'è Xiao che è un flauto verticale soffiato.

C'è il Gudi che è verticale e realizzato con le ossa di grandi uccelli.

Così come Paixiao che è un flauto di Pan, Koudi che è un minuscolo flauto di bambù e Xun che è un'ocarina di argilla.

Statuette in ceramica di suonatori di flauti soffiati (oggi chiamati xiao, scritto anche hsiao) sopravvivono dalla dinastia Han (206 a.C.-220 d.C.).

I flauti traversi (oggi chiamati di o dizi) divennero comuni più tardi, anche se alcune fonti affermano che, insieme agli xiao, arrivarono in Cina dalle regioni occidentali durante la dinastia Han.

Dizi tradizionalmente è costituito da un pezzo di bambù con sei fori per le dita, un foro per l'imboccatura e un foro extra.

Produce un suono nasale e ronzante distinto.

Il dizi è anche uno dei pochi strumenti a fiato dell'orchestra cerimoniale confuciana.

A Taiwan, il dizi viene utilizzato principalmente per le cerimonie sacrificali confuciane (jikong dianli).

Durante il diciottesimo secolo, il dizi veniva utilizzato in molte tradizioni musicali di Taiwan come il beiguan e l'Hakka bayin.

Flauto di bambù indiano

La storia del flauto (6)Questo ha legami culturali come si dice che il dio indù Krishna sia il maestro di questo strumento.

I flauti di bambù indiani sono fatti di bambù e sono senza chiave.

Ci sono due varianti. Il primo è il Bansuri, dalla musica dell'India settentrionale che ha sei fori per le dita e un foro per soffiare ed è utilizzato nella musica indostana.

Il Bansuri era tradizionalmente utilizzato per i pastori di bestiame. Ha segnato il sacro amore di Krishna e Sri Radha.

È legato al risveglio spirituale e agisce come una chiamata divina per i seguaci.

Nelle storie, il flauto veniva suonato agli animali circostanti.

La parola Bansuri deriva dalla parola “banse” in hindi che significa bambù.

Nell'antichità era uno strumento popolare suonato per accompagnare i ballerini matrimoni ed eventi religiosi.

Nel corso dell'ultimo secolo, lo strumento è stato incorporato nella musica classica indiana.

Pannalal Ghosh, negli anni '1940 in India, trasformò il semplice strumento popolare per diventare popolare nella musica classica e popolare indiana.

Oggi è accompagnato dalla tabla o dal tanpura.

Il secondo è Venu o Pullanguzhal, che ha otto fori per le dita, usato nella musica carnatica, la musica dell'India meridionale.

È apparso nel Natya Shastra, il classico testo indù sulla musica e sulle arti performative.

Il flauto si è evoluto nel tempo. Nel corso degli anni sono state introdotte chiavi e fori.

La musica suonata rappresenta una cultura diversa.

Che si tratti di donne di corte, di calmare animali o di rappresentare simbolicamente ideali, il flauto è ampiamente diffuso nella nostra storia.



Kamilah è un'attrice esperta, conduttrice radiofonica e qualificata in teatro drammatico e musicale. Ama il dibattito e le sue passioni includono l'arte, la musica, la poesia del cibo e il canto.



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Acquistate e scaricate musica asiatica online?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...