Tan Dhesi descrive il razzismo che affronta indossando il turbante

In un'intervista, il deputato laburista Tan Dhesi ha parlato del razzismo che ha dovuto affrontare come sikh. È stato il primo deputato britannico a indossare un turbante.

Tan Dhesi descrive il razzismo che affronta indossando il turbante f

"questa è purtroppo l'esperienza per molti."

Il deputato laburista Tan Dhesi ha parlato del razzismo che affronta per aver indossato un turbante in un'intervista.

È diventato il primo deputato a indossare il copricapo nel paese, rappresentando Slough dal 2017.

Il politico laburista, i cui genitori provengono dall'India, ha raccontato delle sfide che ha dovuto affrontare come sikh per tutta la vita in un'intervista con l'ex deputata laburista e conduttrice di GB News, Gloria De Piero, lunedì 20 settembre 2021.

Tan Dhesi ha ricordato: “Quando sono cresciuto, qualcuno – uno dei miei cosiddetti compagni di classe – ha pensato che sarebbe stato molto divertente provare a togliermi il turbante.

"Ero in lacrime e cercavo di venire a patti con questo da bambino, e questa è purtroppo l'esperienza per molti".

Il sig. Dhesi ha anche sottolineato come il razzismo contro le persone di colore sia aumentato in seguito agli attacchi dell'9 settembre.

Ha continuato: “Dopo gli attacchi dell'9 settembre, il livello di razzismo nei confronti delle persone, specialmente con i turbanti come me, o con la barba, è aumentato notevolmente.

“Negli Stati Uniti – il nostro caro amico e alleato – lì, i sikh sono stati uccisi, solo perché avevano un turbante e la barba.

"La gente ha fatto commenti islamofobici, chiamandoli talebani, e poi più di un individuo è stato ucciso a causa di quell'odio, che purtroppo è instillato in così tante persone non solo in Nord America ma anche in Europa".

Il deputato ha notato l'impatto che i gruppi terroristici in Afghanistan hanno avuto anche sulle minoranze religiose. Egli ha detto:

“Non pensare che minoranze come i sikh o gli indù vedano i talebani come una sorta di eroi.

“Hanno affrontato la persecuzione e la discriminazione di quegli estremisti religiosi”.

Dhesi ha anche descritto un momento in cui una persona che indossava il turbante fuori dalla Camera dei Comuni è stata vittima di abusi razziali.

“Mentre faceva la fila fuori dal Parlamento, qualcuno pieno di così tanto odio gli ha rivolto commenti denigratori, commenti islamofobici, dicendo 'torna nel tuo paese.

“Anche lui, purtroppo, ha anche provato a togliersi il turbante.

"Che immagine farà del nostro paese quando tornerà in India?"

“E sfortunatamente, ha fatto notizia nei media sikh – che ciò era accaduto al di fuori della Camera dei Comuni, per la quale le persone hanno una grande e più alta considerazione – pensandola come la madre di tutti i parlamenti”.

I politico ha detto che è stato un privilegio essere il primo Sikh a indossare il turbante nel Parlamento britannico ed europeo, ma che rappresentava la comunità con un enorme senso di responsabilità.

Ha aggiunto: “Se dico qualcosa di sbagliato, non si rifletterà solo su di me, si rifletterà su chiunque indossi un turbante, sui bambini piccoli che affrontano il bullismo.

"Voglio che alzino gli occhi e dicano 'se può farlo lui, perché io no?"

I sikh costituiscono circa l'uno per cento della popolazione del Regno Unito e molti indossano turbanti come articolo di fede e se seguono i cinque K del sikhismo, per coprire i loro lunghi capelli non tagliati o "kesh".

Naina è una giornalista interessata alle notizie asiatiche scozzesi. Ama la lettura, il karate e il cinema indipendente. Il suo motto è "Vivi come gli altri non fanno così puoi vivere come gli altri non vogliono".



Novitá

MOLTO ALTRO
  • DESIblitz.com vincitore dell'Asian Media Award 2013, 2015 e 2017
  • "Quotato"

  • Sondaggi

    A chi pensi che assomigli di più Taimur?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...