Swaati ~ una cantante asiatica britannica che è la principessa eclettica dell'India

La talentuosa cantautrice Swaati usa la musica come mezzo per entrare in contatto con il suo pubblico. In un'intervista speciale, ci racconta il suo amore per i diversi generi.

Swaati ~ una cantante asiatica britannica che è la principessa eclettica dell'India

"Mi sento come se la musica elettronica mi trasportasse in regni diversi"

L'artista asiatica britannica Swaati attinge alle sue esperienze di vita personale per creare musica bella e significativa.

La sua immensa creatività nella scrittura di canzoni l'ha vista crescere con molti suoni e generi musicali diversi.

Essendo cresciuta a ovest di Londra e poi trasferitasi in India per essere addestrata dalla famosa Tulika Ghosh, Swaati usa sia la sua educazione occidentale che l'eredità orientale per ispirare la sua musica.

Swaati è emersa per la prima volta sulla scena musicale asiatica britannica nel 2012, dove ha ottenuto un considerevole riconoscimento per il suo talento unico.

La sua ultima traccia, "On Fire", racchiude l'amore di Swaati per la casa e elettronico musica, mescolando ritmi di danza con la voce ossessionante del cantante.

In un'intervista speciale con DESIblitz, Swaati rivela le sue passioni musicali e ci racconta di più sul suo ultimo singolo, "On Fire".

Swaati, da dove viene la tua passione per la musica? E qual è il tuo primo ricordo di musica?

Uno dei miei primi ricordi è stato di aver interpretato un tastierista di Casino mentre guardavo Madonna esibirsi in TV e sognando di essere il suo tastierista. Avevo circa sei anni e non avevo idea di come replicare una canzone o leggere musica allora; Ho sperimentato i suoni e ho iniziato un viaggio alla scoperta della musica.

Ma anche da quando ero bambino la musica è stata uno stile di vita; i miei genitori hanno tenuto molte feste e ho potuto assistere all'effetto che la musica poteva avere sulle persone; le emozioni che ha evocato o i ricordi che ha scatenato. Da introverso, vedere il modo in cui la musica aiutava le persone a raccontare queste storie mi ha aiutato a comunicare con me stesso.

I miei genitori hanno scoperto che avevo talento musicale e mi hanno spinto a esplorare ulteriormente il mondo accademico. Sono stato molto fortunato con il supporto che ho ricevuto durante il mio viaggio musicale.

“Crescendo con la musica sono diventato in grado di esprimere pensieri ed emozioni che non avrei mai potuto verbalizzare. La musica è diventata la lingua della mia anima. "

Quindi, immagino, è da lì che viene la mia passione per la musica. La passione che hai per qualcosa o qualcuno che non ti ha mai deluso. Il qualcuno o qualcosa che ti ha portato in salvo attraverso gli oceani più aspri della tua vita e ti ha regalato i giorni più luminosi e soleggiati.

Quali sono state le tue ispirazioni musicali crescendo?

Crescendo, le mie influenze musicali sono state molto plasmate da chiunque ascoltavano i miei genitori e fratelli. Mi sono naturalmente piaciuti i Depeche Mode, Madonna, Prince & Queen. I miei genitori erano accaniti amanti dei cantanti classici di Bollywood come Mohammed Rafi e Mukesh e così naturalmente mi sono innamorato anche di loro.

Gli artisti che le mie sorelle e i miei genitori hanno ascoltato hanno avuto una grande influenza su di me mentre crescevo. Sono rimasto affascinato dalla diversità generazionale e culturale e ho iniziato a osservare come la musica sia spesso un prodotto del suo ambiente, come la musica non solo possa definire culture, sottoculture o una generazione, ma possa anche unirle.

La continua reinvenzione ed esplorazione dei generi musicali di Madonna, la sperimentazione sonora dei Queen; e la profonda versatilità nel lavoro di Prince hanno contribuito notevolmente al mio sviluppo musicale. Abbattere le barriere, sfidare le etichette ... evoluzione. Questi concetti mi guidano.

I miei genitori mi hanno appassionato per il Bollywood classico. Ma ancora una volta sono stati gli artisti a sperimentare e ridefinire il genere, come Mohammed Rafi e Mukesh. Certo, ho sempre sentito un'energia pura da artisti, come questi, che potevano presentare la loro arte in molte lingue diverse.

Sei descritta come la principessa eclettica dell'India, cosa rende la tua musica così unica?

Io e il gruppo di talentuosi produttori con cui lavoro proveniamo tutti da influenze diverse, ci sono voluti anni per conoscerci e trovare il nostro sound come una via di mezzo fusa dalla nostra individualità. Quando ne senti il ​​risultato, è un momento davvero speciale.

Anche se nei termini più semplici potremmo essere etichettati come elettronici, scoprirai che all'interno di questo si tratta di un suono fresco e levigato unico di per sé rispetto a qualsiasi altra cosa.

Sei fortemente influenzato dall'elettronica e dall'house: cosa ami di più di questi generi?

Mi sento come se la musica elettronica mi trasportasse in regni diversi. Crea un percorso per ballare, con la libertà che porta con i suoni puliti della produzione. Puoi creare suoni che non esistono in una forma fisica.

Può evocare esperienze emotive quasi simili a uno stato meditativo. Dà la libertà di essere individuale e ogni esperienza sarà diversa dall'altra.

In che modo il tuo tempo in India ha influenzato la musica che crei?

Ho avuto la fortuna di andare a Mumbai quando avevo 16 anni per ottenere la mia formazione classica indiana con Tulika Ghosh. È stato un vero spasso essere in una città così vibrante che non ti avvolge con le bolle dalla realtà della povertà e della ricchezza tutte nelle stesse vicinanze.

Tutto è allo scoperto, non viene nascosto per il bene dei turisti. Sono stato in India molte volte e soprattutto attraverso la musica. Il mio primo tour è stato in India, ho avuto modo di esibirmi al Rajasthan Festival che si tiene nei deserti aperti del Rajasthan, e anche al Blue Frog a Mumbai.

“L'amore e il sostegno che ricevo da altri artisti e dal pubblico non hanno eguali. Mi sento come l'India, in particolare Mumbai è la mia seconda casa ".

Possiamo aspettarci qualche canzone di ispirazione indiana da te in futuro? Con te che canti in hindi / punjabi?

Le mie radici anglo-indiane continueranno sempre a influenzarmi, anche se in alcune canzoni potresti non sentire quell'influenza in primo piano, perché è profondamente radicata per formare la mia spina dorsale.

La mia ossessione per la musica popolare indiana rimane e, di conseguenza, posso quasi garantire che continuerò a lavorare per creare variazioni riconoscibili di canzoni popolari hindi e gujarati che attirino le giovani generazioni così come le vecchie.

Cosa ti piace di più della scrittura di canzoni?

Le mie canzoni sono rappresentative della mia vita in quel particolare momento nel tempo. La mia anima parla attraverso la mia musica; Riesco a rivelare il mio vero io attraverso i diversi personaggi attraverso le storie che racconto attraverso le canzoni. Fin da piccola, ho amato leggere narrativa e ho anche coltivato l'amore per la scrittura.

Ho tenuto i diari e ho preso l'abitudine di esplorare le mie emozioni e di annotare tutto. Era naturale che allora fossi in grado di organizzare quelle emozioni scatenate dalle esperienze di vita e convertirle in canzoni.

L'intero processo è terapeutico per me, mi fa sentire più leggero con la speranza che gli altri possano relazionarsi ai miei testi e, in questo senso, mi unifica con i miei ascoltatori.

"On Fire" è destinato a essere una festa inno. Da dove hai tratto ispirazione per la canzone?

"On Fire" è il risultato dell'incanalamento di emozioni di potere, la sensazione di uscire più forti dall'altra parte. Il fuoco come elemento non è solo una potente forza distruttiva, ma ha anche la capacità di purificare, rinnovare e ricominciare da capo.

"On Fire" parla di un periodo della tua vita in cui tutto sta andando a modo tuo. Ti svegli e i tuoi capelli sono fantastici, ti vesti e tutto si adatta perfettamente e ti senti benissimo. Esci sentendoti come un raggio di luce, la fiducia è alle stelle e ti sembra di avere quel tocco magico!

C'è una grande sensazione di empowerment che deriva dall'ascolto di quella canzone.

Hai già fatto diverse collaborazioni con altri artisti. Qualche altro grande nome nella tua lista dei desideri?

Stromae, Lykke Li, Grammatica di Londra.

Cosa c'è nel futuro di Swaati?

Continuare a creare musica che mi permetta di esprimere chi sono in quel momento in quel momento in cui gli altri possono relazionarsi. Credo che sia egoista da parte mia mantenere questo dono nascosto dietro le quattro pareti del mio studio, condividere è premuroso dopotutto.

Qualcuno da qualche parte ha bisogno di sentire la mia voce più di me stesso, e continuerò a fare tutto ciò che è in mio potere per continuare a scrivere, cantare e spingerlo al mondo.

Nel prossimo futuro pubblicherò singoli del mio progetto con il mio team di produzione "Lodge 92" e mi esibirò in giro per Londra e Mumbai.

Guarda e ascolta la brillante traccia di Swaati "On Fire" qui:

video
riempimento a tutto tondo

Amore, passione e creatività guidano Swaati, e questo è molto evidente nella sua musica. Il giovane cantautore è riuscito a produrre un sound fresco e originale che rispecchia veramente l'asiatico britannico scena musicale.

In quanto scrittrice, cantante e musicista di incredibile talento, non c'è dubbio che Swaati abbia un futuro radioso davanti a sé. Inoltre, ispira il resto di noi a realizzare i nostri sogni ea lasciare il nostro segno unico nel mondo.

Segui Swaati sulla sua pagina Twitter qui.



Aisha è un editore e uno scrittore creativo. Le sue passioni includono musica, teatro, arte e lettura. Il suo motto è "La vita è troppo breve, quindi mangia prima il dessert!"

Immagini per gentile concessione di Swaati




Cosa c'è di nuovo

ALTRO
  • Sondaggi

    Prenderesti in considerazione un trasferimento in India?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...