La colonna sonora di Sultan ha un'atmosfera rustica e folk

La colonna sonora completa di nove canzoni del protagonista di Salman Khan e Anushka Sharma, Sultan, è uscita. DESIblitz recensisce la musica di questo film tanto atteso.

La colonna sonora di Sultan ha un'atmosfera rustica e folk

“Khoon Mein Teri Mitti. Mitti Mein Tera Khoon. Upar Allah, Neeche Dharti Beech Mein Tera Junoon. "

Uno dei film più attesi del 2016, YRF'S Sultano con Salman Khan e Anushka Sharma, parla di un wrestler di Haryana che ha problemi nella sua vita professionale e personale dopo aver raggiunto la fama mondiale.

Il film segna la prima volta in cui vediamo Anushka insieme a Salman, e sia i fan che il pubblico sono ansiosi di vedere entrambi sullo schermo insieme.

A parte il brusio del film e l'incredibile rilascio del trailer, la musica di Sultano ha anche guadagnato molta attenzione.

Mentre il film stesso incorpora un sapore rustico, quando si tratta della musica per un film di Ali Abbas Zafar, ci si aspetta un piacere musicale. Le composizioni di Sohail Sen per Mere Fratello Ki Dulhan più gunday ha sicuramente colpito i fan e il pubblico.

Questa volta, Vishal-Shekhar occupa il primo posto come compositori di musica. Pertanto, le speranze per Sultan's la musica è alle stelle. Quindi, le canzoni sono all'altezza del clamore?

L'album inizia con "Baby Ko Bass Pasand Hai (BKBPH)". Questo è un numero orecchiabile e preppy che riunisce i cantanti di 'Balam Pichkari' Vishal Dadlani e Shalmali Kholgade.

In quanto tale, c'è un'atmosfera "Kajra Mohabbat Wala" con un tocco moderno. C'è un buon equilibrio tra musica tradizionale e ritmi contemporanei. Badshah si comporta bene anche con la voce principale.

La colonna sonora di Sultan ha un'atmosfera rustica e folk

Nel video, si vede il wrestler Sultan celebrare un matrimonio e corteggiare la sua amata Aarfa (Anushka Sharma). Ora la domanda è: Aapko yeh orecchiabile canzone pasand hai ?!

Dopo la prima traccia, gli ascoltatori vengono portati in modalità romantica. "Jag Ghoomiya" è la traccia successiva dell'album. La versione maschile della canzone è cantata da Rahat Fateh Ali Khan.

La canzone è una versione gentile, che racchiude un'atmosfera Rajasthani e Haryanvi. Inoltre, i testi popolari discutono della purezza e della spiritualità del vero amore. I resoconti dei media suggeriscono che Arjit Singh fosse la scelta iniziale per la canzone. Tuttavia, Rahatji ci riporta ai giorni di "Tere Mast Mast Do Nain".

Per la versione femminile, Neha Bhasin se la cava molto bene, a condizione che si tratti di un genere diverso da "Dhunki" e "Asalaam-e-Ishqum", che ha cantato in precedenza. Inoltre, i suoni della chitarra, del battito di mani e del tamburo sono rilassanti e migliorano la ruralità della canzone.

Dopo quella canzone, gli ascoltatori sono immersi nella zona di ballo ... beh, quasi! '440 Volt' è cantato da Mika Singh. Uno crede che questa canzone sarebbe stata suonata durante il primo incontro di Aarfa e Sultan. In confronto all '"Aaj Ki Party" di Mika, "440 Volt" non è così ad alto numero di ottani. Si spera che questa traccia possa essere più godibile su celluloide.

La colonna sonora di Sultan ha un'atmosfera rustica e folk

"Sultan" è un brano motivazionale veloce cantato da Sukhwinder Singh e Shadab Faridi. Le note iniziali della chitarra ricordano "Eye Of The Tiger" di Survivor.

Sukhwinder offre ancora un'altra performance energica. Cattura l'emozione di "Bas Tu Bhaag Milkha", quindi sarebbe interessante vedere come Sultan si prepara per queste partite di wrestling sullo schermo.

Il prossimo è "Sachi Muchi". Un divertente brano romantico cantato da Mohit Chauhan e Harshdeep Kaur. Entrambi hanno fatto un lavoro decente ... Soprattutto per Harshdeep poiché questa canzone è diversa dal suo genere preferito di canto.

La melodia ricorrente dell'organo a bocca ricrea la sensazione di "Slow Motion Angreza". Sarebbe bello vedere Salman e Anushka ballare questa canzone nel film.

Il brano che procede ti renderà emotivo. "Bulleya" ha Papon (di "Moh Moh Ke Dhaage") alla voce e offre un'altra performance piena di sentimento. Questo Rock-Qawwali enfatizza il dolore dell'amore incompleto potenzialmente a nome di Sultan.

Il testo del ritornello: "Main Bhi Naachu Rijhaaun Sone Yaar Ko, Karoon Na Parva Bulleya", indica come il personaggio abbia dimenticato il suo amore e stia camminando sul sentiero dell'Onnipotente.

La colonna sonora di Sultan ha un'atmosfera rustica e folk

La musica è altrettanto toccante, la combinazione di batteria e armonium è eccellente. Uno dei brani più belli dell'album!

Quando c'è un tema rustico di un album, semplicemente non si possono dimenticare le Nooran Sisters. Siamo onorati dalle loro voci in "Tuk Tuk".

Un altro brano eccellente dall'album, le note di pianoforte iniziali sembrano un capolavoro di AR Rahman.

Inoltre, i testi all'inizio sono sulla falsariga di: “Koi Jogi Koi Kalandar Rehta Hai Apne Mein. Koi Bhoola Hua Sikandar Rehta Hai Apne Mein. "

È una traccia che celebra la vita e come si deve risorgere dal fallimento. I testi significativi di Irshad Kamil funzionano di nuovo. Si è anche sorpresi quando la canzone esplode in Dubstep, con alcuni rap motivazionali di Vishal Dadlani. Questo è un numero che DEVE essere mantenuto in modalità di ripetizione!

L'album si conclude con un BANG. 'Rise Of Sultan' è un semi-strumentale con le parole: “Khoon Mein Teri Mitti. Mitti Mein Tera Khoon. Upar Allah, Neeche Dharti Beech Mein Tera Junoon. Sì, Sultan. " Questa è una canzone ricca di energia che ti desidera una composizione più eccellente!

Guarda il video musicale di "Baby Ko Bass Pasand Hai" qui: 

video
riempimento a tutto tondo

Nel complesso, la colonna sonora di Sultano è una delle più belle composizioni di Vishal-Shekhar degli ultimi tempi, nonostante alcune tracce situazionali che sarebbero interessanti da guardare su celluloide.

Tuttavia, con sei brani soul / orecchiabili delle nove composizioni come "BKBPH", "Rise Of Sultan", "Tuk Tuk", "Bulleya" e "Jag Ghoomiya" superano il resto. Siamo certi che rimarranno con i fan e il pubblico dopo i titoli di coda.

Sultano versioni dal 6 luglio 2016.

Anuj è laureata in giornalismo. La sua passione è nel cinema, televisione, danza, recitazione e presentazione. La sua ambizione è diventare un critico cinematografico e ospitare il suo talk show. Il suo motto è: "Credi di poterlo fare e sei a metà strada".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale vino preferisci?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...