La vita del vicedirettore delle poste è stata "distrutta" dopo essere stato incarcerato ingiustamente

Un vicedirettore delle poste ha spiegato come la sua vita sia stata "distrutta" dopo essere stato ingiustamente incarcerato per aver rubato £ 200,000.

La vita del vicedirettore delle poste è dilaniata dopo essere stato incarcerato ingiustamente f

"È terribile soprattutto quando non avevi fatto niente"

Un vicedirettore delle poste del Derbyshire ha detto che la sua vita è stata "distrutta" dopo essere stato ingiustamente incarcerato per aver rubato £ 200,000 dall'ufficio postale.

Harjinder Butoy gestiva una filiale dell'ufficio postale quando è stato accusato di aver rubato oltre 200,000 sterline.

Il signor Butoy è stato condannato per il furto e incarcerato per tre anni e tre mesi nel 2008.

Ma ha combattuto con le Poste per 14 anni e nell'aprile 2021 la sua condanna è stata ribaltata insieme ad altre 38.

I capi dell'ufficio postale hanno ammesso che la perdita di denaro è stata causata da un errore del computer.

Il signor Butoy è stato tra i 700 sub-direttori delle poste e sub-direttori delle poste perseguiti sulla base delle informazioni del Orizzonte IT .

Nel dicembre 2019, un giudice dell'Alta Corte ha stabilito che Horizon conteneva un "numero di bug, errori e difetti".

Durante un'indagine su Horizon, il signor Butoy ha detto che durante quel periodo "è andato in pezzi" poiché ha trovato impossibile trovare un lavoro dopo aver trascorso 18 mesi della sua condanna dietro le sbarre ed essere stato dichiarato fallito.

L'ex vicedirettore delle poste ha detto: “La mia vita è stata fatta a pezzi.

“Non appena si sono dichiarati colpevoli di alcune delle accuse, e sono stato ammanettato e arrestato, non sapevo cosa stesse succedendo, non sapevo dove fossi, o dove fosse la mia mente.

“È terribile soprattutto quando non avevi fatto niente, e ho pensato a come sono arrivato qui, e ho pensato alla mia famiglia.

“Ho perso più di sei pietre di peso, ero stressato ogni giorno.

"Il giorno in cui sono stato condannato, abbiamo immediatamente chiuso l'attività e mia moglie e i miei tre figli si sono trasferiti dai miei genitori, perché non avevamo più affari, non c'era più e lei non sarebbe stata in grado di gestirla da sola .

"Non ho più fiducia in me stesso, ed è lo stesso per me e per loro, siamo stati tutti distrutti".

Prima e durante il processo, il signor Butoy ha ripetutamente rassicurato la sua famiglia ed era fiducioso che sarebbe "stato bene".

Ha continuato: “Continuavo a dire a mia moglie, non preoccuparti, andrà tutto bene, si spera, la giuria sarà dalla mia parte, ed è l'unica cosa che stavo facendo perché non potevo mettermi alla prova.

"Anche quel giorno, mi sono svegliato, sono andato giù e ho pensato, starò bene, e poi quando la giuria è uscita e ha iniziato a dichiararsi colpevole di alcune delle accuse, sono caduto a pezzi".

Il signor Butoy era uno dei 39 ex vicedirettori delle poste che sono stati ingiustamente condannati e persino incarcerati per furto, frode e falso in bilancio.

Descrivendo il momento in cui è stato arrestato, l'ex vicedirettore delle poste ha detto:

“I clienti mi hanno visto essere portato via e mi sono davvero vergognato.

"Sono entrati dicendo che mancavano 208,000 sterline e ho pensato a cosa stava succedendo?"

"Sono stato arrestato subito, ed è successo tutto così in fretta, ero così confuso e hanno detto che non sappiamo cosa sta succedendo, ci è stato appena detto dall'ufficio postale di arrestarti, prenderti in custodia e aspettare perché vengano”.

Dopo la sentenza del 2021, il presidente dell'ufficio postale Tim Parker ha dichiarato:

"L'ufficio postale è estremamente dispiaciuto per l'impatto sulla vita di questi postini e delle loro famiglie che è stato causato da fallimenti storici.

"L'ufficio postale ha interrotto i procedimenti giudiziari subito dopo la sua separazione dalla Royal Mail un decennio fa e durante tutto questo processo di appello ha sostenuto il ribaltamento della stragrande maggioranza delle condanne.

“Stiamo contattando altri direttori delle poste e impiegati delle poste con condanne penali derivanti da precedenti procedimenti giudiziari privati ​​degli uffici postali che potrebbero essere interessati, per aiutarli a presentare ricorso se lo desiderano.

"L'ufficio postale continua a riformare le sue operazioni e la sua cultura per garantire che eventi del genere non possano mai più accadere".



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Cosa ne pensi di Agneepath

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...