Uno studio rileva che Bollywood associa ancora la bellezza alla pelle chiara

Uno studio sull'intelligenza artificiale negli Stati Uniti ha rivelato che i film di Bollywood continuano ad associare la bellezza femminile alla pelle chiara, tra le altre tendenze.

Uno studio rileva che Bollywood associa ancora Beauty with Fair Skin f

"I contenuti dei film popolari riflettono le norme e le convinzioni sociali"

Secondo uno studio sull'intelligenza artificiale condotto dagli scienziati informatici della Carnegie Mellon University, Bollywood continua ad associare la bellezza femminile alla pelle chiara.

Analizzando i dialoghi dei film degli ultimi 70 anni, i ricercatori hanno esplorato l'evoluzione dei pregiudizi sociali nei film che generazioni di indiani sono cresciuti guardando.

Hanno selezionato 100 famosi film di Bollywood di ciascuno degli ultimi sette decenni, insieme a 100 dei film di Hollywood più incassati dello stesso periodo.

Hanno quindi applicato le tecniche di elaborazione del linguaggio naturale (NLP) ai sottotitoli di 1.1 milioni di dialoghi dei film scelti.

Nel loro documento di studio, il ricercatori ha scritto: “Il nostro argomento è semplice.

"I contenuti dei film popolari riflettono le norme e le convinzioni sociali in qualche forma o forma."

Tom Mitchell, professore della Founders University presso la School of Computer Science e coautore dello studio, ha dichiarato:

"Ci fornisce un'indagine più precisa per comprendere i temi culturali impliciti in questi film".

Utilizzando una tecnica di riempimento degli spazi nota come test ravvicinato, i ricercatori hanno cercato di capire come bellezza è stato interpretato nei film di Bollywood.

Hanno addestrato un modello linguistico sui sottotitoli del film, quindi lo hanno impostato per completare la frase:

"Una bella donna dovrebbe avere la pelle [vuota]."

Mentre un normale modello di linguaggio prediceva "morbido" come risposta, la versione ottimizzata ha costantemente selezionato la parola "giusto".

La stessa cosa è successa quando la modella è stata addestrata sui sottotitoli di Hollywood, tuttavia, il bias è stato meno pronunciato.

I ricercatori danno la colpa alla "antica affinità verso la pelle più chiara nella cultura indiana".

Non è stata trovata solo la continua preferenza per la pelle chiara.

Lo studio ha anche esaminato la prevalenza di personaggi femminili nei film confrontando il numero di pronomi di genere nei sottotitoli.

I risultati suggeriscono che i progressi verso la parità di genere sia a Hollywood che a Bollywood sono stati lenti e fluttuanti.

Il rapporto dei pronome maschili in entrambe le industrie cinematografiche è diminuito molto meno nel tempo rispetto a una selezione di Google Libri.

I ricercatori hanno anche analizzato i sentimenti sulla dote in India da quando è diventata illegale nel 1961, analizzando il vocabolario con cui era collegata nei film.

Parole come "prestito", "debito" e "gioielli" sono state trovate nei film degli anni '1950, suggerendo il rispetto della pratica.

Tuttavia, negli anni 2000, le parole più strettamente associate alla dote erano più negative, come "guai", "divorzio" e "rifiutato", implicando conseguenze più cupe.

Il coautore dello studio Ashiqur R. KhudaBukhsh ha detto:

“Sapevamo tutte queste cose, ma ora abbiamo i numeri per quantificarle.

"E possiamo anche vedere i progressi negli ultimi 70 anni in quanto questi pregiudizi sono stati ridotti".

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".