Le star reagiscono al divieto del Pakistan di TikTok sui contenuti indecenti

L'app di social media cinese di fama mondiale, TikTok è stata bandita in Pakistan. Numerose star hanno reagito al divieto su Twitter.

Le star reagiscono al divieto del Pakistan di TikTok sui contenuti indecenti f

"Dobbiamo fermare questa piaga!"

Il Pakistan ha vietato l'app di condivisione video cinese, TikTok, dopo che le denunce di "contenuti immorali e indecenti" sono state condivise sull'app.

L'autorità pakistana per le telecomunicazioni (PTA) ha rivelato che la decisione è arrivata dopo che molti reclami sono stati presentati da diversi segmenti della società.

Nel luglio 2020, TikTok ha ricevuto un "avvertimento finale" dal regolatore in merito ai contenuti espliciti pubblicati sull'app dei social media.

Prendendo Twitter per annunciare la notizia, PTA ha scritto:

"In considerazione del numero di reclami da diversi segmenti della società contro contenuti immorali / indecenti sull'applicazione di condivisione video TikTok."

Hanno condiviso la dichiarazione ufficiale del PTA che dettaglia il motivo dietro il divieto di TikTok.

La dichiarazione ha anche menzionato che "l'Autorità è aperta al coinvolgimento e rivedrà la sua decisione subordinatamente a un meccanismo soddisfacente da parte di TikTok per moderare i contenuti illegali".

La notizia è stata di tendenza su Twitter con molte star pakistane che hanno condiviso le loro opinioni.

Prendendo Twitter per esprimere il suo punto di vista, il cantante, cantautore, compositore musicale e attore Haroon Shahid ha scritto:

"La libertà digitale è fantastica MA se la tua piattaforma non filtra incitamento all'odio, contenuti immorali ecc. E i proprietari della piattaforma si rifiutano di prestare attenzione alla richiesta del paese di esaminare i contenuti filtrati, in quale altro modo affronti il ​​problema ? "

L'attore, coreografo e scrittore pakistano Osman Khalid Butt ha sarcasticamente twittato:

"Contenuti indecenti e immorali su Internet, YouTube, Twitter, Instagram, Facebook, WhatsApp, app di gioco, televisione - Ghazis, unitevi!

“Dobbiamo fermare questa piaga! Scrivi subito a PTA! "

L'attore Muneeb Butt ha condiviso la sua simpatia per le star di TikTok. Egli ha detto:

"Tiktok è stato bandito! Yar choti choti khushyan thien logun ki si sente male per le star di tiktok! "

Di proprietà della ByteDance con sede in Cina, TikTok è stato preso di mira a livello globale. Il piattaforma è stato esaminato per la sua mancanza di problemi di sicurezza e protezione.

TikTok è già stato bandito in India e sembra che dovrà affrontare la stessa sorte in paesi come gli Stati Uniti e l'Australia.

In 2016, l' Legge sui crimini elettronici del Pakistan (PECA) è stato approvato dal parlamento pakistano.

Il PECA ha dato al consiglio di amministrazione della PTA l'autorità di bloccare i contenuti che erano contro "la gloria dell'Islam o l'integrità, la sicurezza o la difesa del Pakistan o ... l'ordine pubblico, la decenza o la moralità".

Il divieto di TikTok in Pakistan è solo uno degli oltre 800,000 siti Web e piattaforme che sarebbero stati vietati all'interno del paese.

Finora, i proprietari di TikTok non hanno commentato il suo divieto in Pakistan.



Ayesha è una laureata inglese con un occhio estetico. Il suo fascino risiede nello sport, nella moda e nella bellezza. Inoltre, non evita gli argomenti controversi. Il suo motto è: "non esistono due giorni uguali, questo è ciò che rende la vita degna di essere vissuta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    L'obesità è un problema nelle persone Desi a causa di

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...