Un tassista in corsa ha ucciso un uomo 16 minuti dopo l'allarme della polizia

Un tassista in corsa ha falciato e ucciso un pedone appena 16 minuti dopo essere stato lasciato andare con un avvertimento della polizia.

Un tassista in corsa ha ucciso un uomo 16 minuti dopo l'allarme della polizia f

"Aveva solo un lavoro da fare e ha fallito."

Un tassista per eccesso di velocità che ha ucciso un pedone appena 16 minuti dopo aver ricevuto un avvertimento dalla polizia per la sua guida è stato incarcerato per sei anni e 10 mesi.

A Shakoor Ahmed è stato detto che si era comportato con "grossolana arroganza" sulle strade la notte in cui aveva investito Dan Beames.

Qualche istante prima, Ahmed stava guidando un passeggero quando è stato fermato da due agenti di polizia che gli avevano dato un avvertimento formale per eccesso di velocità.

Non è stato accusato a causa dell'impatto che una condanna potrebbe avere sui suoi 16 anni di carriera.

Il filmato della bodycam mostrava un agente che lasciava Ahmed con un avvertimento, dopo avergli detto:

“Semplicemente non farlo di nuovo. Non voglio che tu o qualcun altro venga colpito o ferito.

"Ho avuto troppi brutti incidenti ai miei tempi, e quello (la sua guida) era stupido."

Ma Ahmed si è vantato dell'avvertimento rivolto ai suoi due passeggeri successivi quando li è andati a prendere alla stazione degli autobus di Gloucester e li ha portati a Cheltenham con il suo taxi Toyota Prius.

Guidando a 100 miglia all'ora lungo una tangenziale tra le due località, la Gloucester Crown Court ha sentito che stava ancora andando a 53 miglia all'ora su una strada a 40 miglia all'ora in città quando ha investito il signor Beames, che stava attraversando la strada.

Ahmed non ha potuto evitarlo e il pedone ha riportato lesioni cerebrali catastrofiche.

La madre del signor Beames, Yvette White, e la sua compagna Jessica hanno entrambe descritto la devastazione che la sua perdita ha causato a loro e al resto della sua famiglia.

La signora White ha affermato che la morte di suo figlio è stata la seconda tragedia che l’ha colpita perché aveva perso una figlia nel 2020 – e a lei stessa era stato poi diagnosticato un cancro.

Dopo la tragedia ha preso farmaci per l'ansia, non dorme bene e continua a pensare alla sua ultima immagine di lui in ospedale.

La signora White ha detto: “Potrei accettare la sua morte se fosse stato un incidente totale, ma la vita di mio figlio è stata portata via dalla guida pericolosa di un tassista e questo non posso accettarlo.

“Aveva solo un lavoro da fare e ha fallito.

"Quest'uomo non solo ha preso la vita di mio figlio, ma ha distrutto anche la mia."

Il paramedico Jessica ha detto che era in servizio al Great Western Hospital di Swindon quando ha sentito la notizia della collisione dalla sua sala di controllo.

Andò direttamente a Bristol, ancora in uniforme, per stare con il signor Beames.

Ha detto: “L’ho baciato e gli ho detto che ero lì e che lo amavo e che sarei rimasta fino alla fine, qualunque fosse l’esito.

“Ho firmato il modulo di consenso per l'intervento neurologico, ma dopo l'intervento mi è stato detto che aveva 'quasi lo zero per cento di possibilità di recupero' – parole che ricorderò per il resto della mia vita. È stato sconvolgente”.

Jessica ha detto che non è più stata in grado di lavorare come paramedico in prima linea a causa del trauma della morte del suo partner.

Ahmed si è dichiarato colpevole di aver causato la morte del signor Beames per guida pericolosa il 17 dicembre 2021.

Il suo avvocato, Catherine Spedding, ha dichiarato: “Apprezza chiaramente gli effetti perché lui stesso ha quattro figli.

“Vive con i suoi genitori e si prende cura di loro. È una responsabilità familiare che si è assunto volentieri”.

Il giudice Rupert Lowe ha detto che il tassista stava guidando a velocità elevata in un "ambiente ricco di rischi" dopo una partita del Gloucester Rugby Club quando è stato fermato dalla polizia.

Il giudice gli disse: 'L'agente Dougall pensava che stavi guidando pericolosamente veloce e che dovevi sterzare per evitare di poco un'auto parcheggiata.

“Hai detto che avevi fretta e hai detto 'Lo so, non posso difendere la mia velocità'.

"Hai anche fatto un'osservazione irriverente dicendo che il recente danno al tuo veicolo è stato causato dalla tua guida troppo lenta e questa è stata una stupidità.

“Non hai preso sul serio la questione della velocità anche quando avevi a bordo passeggeri paganti”.

“L'agente Dougall non era in possesso di una sfera di cristallo. Non era in grado di prevedere gli eventi più di qualsiasi altro essere umano. È stato un processo decisionale umano e responsabile”.

Il giudice ha affermato che "il giudizio del signor Beames potrebbe essere stato indebolito e lui potrebbe essere stato distratto parlando al telefono, ma non ci sono prove sufficienti per esprimere un giudizio al riguardo".

Il giudice Lowe ha sottolineato che se Ahmed avesse guidato al limite di 40 miglia orarie c'era solo il 30% di possibilità che il signor Beames venisse ucciso.

Ma alla velocità di 53 miglia all'ora, la probabilità di morte era dell'80%.

Ha detto: “Questo è stato lo spreco più terribile di una giovane vita”.

Ahmed è stato incarcerato per sei anni e 10 mesi.

Dovrà inoltre sostenere un esame di guida prolungato prima di poter nuovamente circolare su strada dopo la sua squalifica di cinque anni e cinque mesi.

L'investigatore sulle collisioni Nigel Davies ha detto dopo la sentenza:

“Per essere fermati dalla polizia, la maggior parte degli automobilisti avrebbe prestato ascolto a quell’avvertimento e avrebbe riflettuto sulla propria guida, ma per Ahmed non è stato un deterrente.

"Le sue azioni egoistiche hanno portato alla tragica morte di questo giovane, sottoponendo la famiglia di Daniel a inutili angosce e sofferenze."



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".




  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    Ti piace Aamir Khan a causa del suo

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...