Slumdog Millionaire vince 8 Oscar

Alla 81esima cerimonia di premiazione degli Oscar tenutasi il 22 febbraio 2009 al Kodak Theatre di Hollywood, USA, Slumdog Millionaire ha vinto ben 8 Oscar. L'Academy Award (Oscar), è il principale premio cinematografico nazionale negli Stati Uniti e riconosciuto in tutto il mondo come uno dei premi più prestigiosi da ricevere per il cinema […]


"ha creato una sorta di impatto che nessun altro film ha creato negli ultimi dieci anni"

Alla 81esima cerimonia di premiazione degli Oscar tenutasi il 22 febbraio 2009 al Kodak Theatre di Hollywood, USA, Slumdog Millionaire ha vinto ben 8 Oscar. L'Academy Award (Oscar), è il principale premio cinematografico nazionale negli Stati Uniti e riconosciuto in tutto il mondo come uno dei premi più prestigiosi da ricevere per il lavoro cinematografico.

Slumdog Millionaire, la storia di un ragazzo indiano che vive nei bassifondi che vince milioni nella versione indiana del game show "Who Wants To Be Millionaire?" ha segnato la storia di Bollywood, del cinema indiano e britannico, della musica da film e degli attori di Bollywood e del Regno Unito.

L'Oscar raffigura un cavaliere, che impugna la spada di un crociato, in piedi su una bobina di pellicola. La bobina del film presenta cinque raggi, a significare i cinque rami originali dell'Accademia: attori, registi, produttori, tecnici e scrittori. La statuetta degli Oscar è stata disegnata da Cedric Gibbons e scolpita dall'artista di Los Angeles George Stanley. Ogni statuetta è realizzata in lega britannium ed è quindi placcata in rame, alpacca e, infine, oro 24 carati ed è prodotta da RS Owens and Company a Chicago. È alto 13.5 pollici e pesa 8.5 libbre.

Dal banchetto di premiazione iniziale il 16 maggio 1929, nella Blossom Room dell'Hollywood Roosevelt Hotel, sono state presentate oltre 2,700 statuette Oscar.

Slumdog Millionaire lanciato agli Oscar

Le nomination agli Oscar in cui ha trionfato Slumdog Millionaire sono state le seguenti.

BEST PICTURE
Christian Colson (produttore) - Milionario di Slumdog

MIGLIOR DIRETTORE
Danny Boyle - Milionario di Slumdog

MIGLIOR SCENEGGIATURA ADATTATA
Simone Beaufoy - Milionario di Slumdog

MIGLIOR MONTAGGIO DI FILM
Chris Dickens - Milionario di Slumdog

MIGLIOR CANZONE ORIGINALE
"Jai Ho" - Milionario di Slumdog

MIGLIOR PUNTEGGIO ORIGINALE
AR Rahman - Milionario di Slumdog

MIGLIOR CINEMATOGRAFIA
Anthony Dod Mantle - Milionario di Slumdog

MIGLIOR MIXAGGIO DEL SUONO
Ian Tapp, Richard Pryke e Resul Pookutty - Milionario di Slumdog

Di fronte ad alcune delle star più famose di Hollywood, il team di Slumdog Millionaire ha ritirato i suoi premi attraverso una serie di nomination. Dal miglior mix sonoro al miglior regista al miglior film, questo film con un budget inferiore a 10 milioni di sterline ha spazzato via il pavimento dei premi Oscar. Rendendolo uno dei film più memorabili mai prodotti in maniera interculturale e indo-britannica.

La storia è stata fatta soprattutto da AR Rahman, il primo indiano a vincere due Oscar. Per il premio per la migliore canzone originale, lo stesso AR Rahman si è esibito sul palco degli Oscar con ballerini vibranti e l'orchestra, facendo una versione della canzone nominata Jai ​​Ho. Nel suo discorso di premiazione ha detto: “Per tutta la vita, ho avuto una scelta di odio e amore. Ho scelto l'amore e sono qui. "

Resul Pookutty ha anche creato la storia diventando il primo indiano a vincere un Oscar per il missaggio del suono. Pookutty ha condiviso il premio con Ian Tapp e Richard Pryke per il loro lavoro sul film.

È stato fantastico vedere sul tappeto rosso, durante la cerimonia e il ritiro del premio per il miglior film, le vere star che hanno reso questo film unico e un piacere da guardare: i giovani attori indiani. Erano molto entusiasti di essere lì e totalmente ripresi dall'intera esperienza dal volo all'essere effettivamente presenti all'evento di premiazione. Molto molto diverso da come trascorrono la loro vita quotidiana nei veri bassifondi di Mumbai.

Quindi, questo dimostra che un film a basso budget come Slumdog Millionaire può arrivare alla creme-de-la-creme dei premi cinematografici e vincere. Non c'è stato nessun altro film come questo in India che sia improvvisamente esploso e abbia vinto così tanti riconoscibili premi del settore in così poco tempo. Ha sfidato e vinto contro grandi film di Hollywood come "Il curioso caso di Benjiman Button" con Brad Pitt e "Milk" con Shaun Penn.

In India, la reazione della confraternita del cinema di Bollywood e di alcune sfaccettature di Mumbai nei confronti del film è stata mista. Alcuni non sono favorevoli a un film così realistico sull'India, altri sono pieni di invidia per un progetto del genere che lo rende così grande, e quelli che sono estremamente orgogliosi di vedere i propri attori e il regista musicale conquistare questa enorme piattaforma per i film e superare alcuni dei più grandi nomi di Hollywood.

L'attore di Bollywood, Anil Kapoor, ha dichiarato ai premi, "siamo molto orgogliosi di essere associati a questo film perché è una storia indiana, volti indiani e ha creato un tipo di impatto che nessun altro film ha creato negli ultimi dieci anni".

Il film non è quasi mai arrivato sullo schermo del cinema e sarebbe stato distribuito direttamente su DVD. Danny Boyle ha rivelato che sarebbe stato più facile per la Warner Brothers pubblicarlo in DVD, ma hanno deciso di mostrarlo a Fox Searchlight, che è intervenuto per rilasciarlo sul grande schermo. Probabilmente una delle decisioni più incredibili mai prese per tutti i soggetti coinvolti. Perché solo nel Regno Unito, il film ha incassato oltre 21 milioni di sterline dalla sua uscita.

A Hollywood e Bollywood, il brusio di Slumdog Millionaire farà grandi notizie per tutti e sicuramente ora aprirà le porte a ulteriori collaborazioni e film da realizzare tra le due parti del globo. Apertura di opportunità per attori di entrambi i settori.

Guarda la presentazione della serata vincitrice del grande Oscar. Usa le frecce per navigare tra le foto e fai clic sul pulsante [O] per goderti la galleria in modalità a schermo intero.

Grazie a Danny Boyle, il suo team, la troupe, il cast e tutti i soggetti coinvolti nel progetto, Slumdog Millionaire, il film, è diventato un milionario a pieno titolo.

Amit ama le sfide creative e usa la scrittura come strumento di rivelazione. Ha un grande interesse per le notizie, l'attualità, le tendenze e il cinema. Gli piace la citazione: "Niente in caratteri piccoli è mai una buona notizia".

Foto di KaushiK. CC Alcuni diritti riservati.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Quale dessert Desi ami?

    Guarda i risultati

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...