Ristoratore sikh aggredito con insulti razzisti in Australia

Il ristoratore sikh Jarnail Singh ha affermato di essere stato preso di mira con insulti razzisti in Australia. L'incidente è oggetto di indagine.

Ristoratore sikh aggredito con insulti razzisti in Australia - f

"Puoi tornare a fanculo in India!"

Un ristoratore sikh ha detto di essere stato aggredito con insulti razzisti in Australia.

L'imprenditore, Jarmail "Jimmy" Singh, ha affermato di aver affrontato costantemente il razzismo negli ultimi mesi.

Jimmy possiede Dawat - The Invitation, un ristorante a Hobart, in Tasmania.

Si è trasferito in Australia nel 2008.

Il primo attacco razzista si è verificato quando le feci del cane sono state imbrattate sulla sua auto. Ciò è avvenuto per almeno quattro giorni consecutivi.

Jimmy ha anche detto di aver ricevuto lettere minacciose che dicevano: "Vai a casa, indiano".

Secondo quanto riferito, l'uomo d'affari inizialmente pensava che le lettere fossero state scritte da una persona più giovane e di conseguenza avrebbe cercato di ignorare l'aggressione.

Tuttavia, Jimmy ha detto che gli incidenti stavano avendo un impatto mentale catastrofico su di lui. Ha rivelato:

“Non mi è mai successo prima, ed è stato continuo negli ultimi due, tre mesi.

“È mentalmente molto stressante quando si tratta di casa tua, e in particolare [essere preso di mira] con il tuo nome sopra.

“È troppo stress mentale. Qualcosa deve essere fatto."

Il ristoratore sikh aveva installato delle telecamere nei suoi locali per proteggersi.

Inoltre, gli incidenti sono stati portati all'attenzione della polizia.

Nonostante questo, però, le lettere razziste continuavano ad arrivare.

Le lettere presumibilmente contenevano frasi come: “Puoi tornare in India a fanculo!”

Anche l'auto di Jimmy è stata graffiata nel vialetto.

Il ristoratore ha aggiunto: “Questo genere di cose deve essere fermato. Sicuramente abbiamo bisogno di un cambiamento”.

Il comandante della polizia della Tasmania Jason Elmer è stato al centro delle indagini.

Elmer ha dichiarato che “non ci sono scuse per alcuna forma di molestia verbale o fisica” nella comunità.

Aimen Jafri, presidente del Consiglio multiculturale della Tasmania, si è rammaricato che gli incidenti e gli attacchi a sfondo razziale siano in aumento in Australia.

Ha detto:

"La situazione sta decisamente peggiorando in questo momento."

Jimmy è andato su Facebook per ringraziare i suoi sostenitori in seguito agli orribili incidenti. Ha scritto:

"Voglio esprimere la mia sincera gratitudine per l'incredibile supporto che ho ricevuto in molti modi, telefonate, messaggi e visite personali al nostro ristorante solo per controllarmi."

David O'Byrne, membro della Camera dell'Assemblea della Tasmania, ha effettuato una visita di sostegno al ristorante di Jimmy.

Ha anche utilizzato Facebook per estendere il suo sostegno.

Il signor O'Byrne ha scritto: “Potreste aver visto sul giornale oggi una storia su Jarnail 'Jimmy' Singh e il vergognoso razzismo a cui lui e sua moglie sono stati sottoposti.

“Così stasera sono passato a Dawat – The Invitation e ho preso una cena per la famiglia e ho trasmesso il mio sostegno e la mia solidarietà.

“Non c’è spazio per il razzismo e l’ignoranza nella nostra comunità.

"E il cibo era magnifico, vieni e provalo tu stesso e aiuta a inviare il messaggio di amore e sostegno."



Manav è un laureato in scrittura creativa e un ottimista irriducibile. Le sue passioni includono leggere, scrivere e aiutare gli altri. Il suo motto è: “Non aggrapparti mai ai tuoi dolori. Sii sempre positivo."

Immagine gentilmente concessa da Facebook.





  • Cosa c'è di nuovo

    ALTRO

    "Quotato"

  • Sondaggi

    A Ollie Robinson dovrebbe essere ancora permesso di giocare per l'Inghilterra?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...