Dovresti tornare a mangiare riso bianco?

Si ritiene che le persone dovrebbero mangiare riso integrale perché è più sano del riso bianco. Ma dovresti davvero tornare a quest'ultimo?

Dovresti tornare a mangiare riso bianco f

"La fibra può aiutarti a sentirti sazio più a lungo"

In molte cucine, inclusa quella indiana, il riso è una componente importante di molti piatti, ma la scelta tra riso integrale o bianco è stata a lungo discussa.

Molti esperti hanno affermato che le persone dovrebbero mangiare riso integrale perché è molto più salutare del riso bianco.

Tuttavia, questa affermazione ha portato a una divergenza di opinioni.

Sui social media, Dave Asprey, autore e sostenitore della dieta “a prova di proiettile”, ha dichiarato che solo perché il riso integrale ha più fibre, non lo rende necessariamente più sano del riso bianco.

Ha detto: “Il riso integrale ha un sacco di lectine, ti distrugge l'intestino e contiene 80 volte più arsenico del riso bianco.

"Ecco perché ogni cultura mangiatore di riso del pianeta sbuccia il proprio riso, a meno che tu non sia troppo povero per sbucciarlo."

D’altro canto, la dietista clinica Kanika Malhotra afferma che è vero che “la lavorazione del riso bianco ha un impatto significativo sul suo valore nutrizionale rispetto al riso integrale”.

Aggiunge che durante la lavorazione, il riso bianco perde le parti più nutrienti del chicco (crusca e germe), lasciandolo con meno nutrienti essenziali, affermando:

“Sebbene i produttori arricchiscano il riso bianco per sostituire alcuni nutrienti, il livello nutrizionale è ancora inferiore a quello del riso integrale”.

Quindi il riso integrale è effettivamente più sano o dovresti tornare a mangiare riso bianco?

Approfondiamo vantaggi e svantaggi.

Differenze

Il riso integrale è un chicco intero mentre il riso bianco è la versione raffinata dello stesso chicco.

Ogni chicco di riso intero è composto da tre parti: la crusca, il germe e l'endosperma.

Per produrre il riso bianco, un processo di macinazione rimuove due delle tre parti. Si eliminano la crusca e il germe.

Il riso integrale è semplicemente riso integrale che non ha subito il processo di macinazione, quindi conserva la crusca e il germe.

Benefici del riso integrale

Dovresti tornare a mangiare riso bianco - integrale

La crusca e il germe sono alcune delle parti più nutrienti del grano.

Secondo la dietista Ally Mast, “la crusca e il germe del riso integrale forniscono fibre, vitamine e minerali”.

Questi componenti hanno un nutrimento prezioso che manca al riso bianco.

Oltre ai nutrienti aggiunti, anche la fibra extra è utile per chiunque lo sia diabetico o cercando di perdere peso.

Mast afferma: “La fibra può aiutarti a sentirti sazio più a lungo e non aumenterà lo zucchero nel sangue nella stessa misura del riso bianco.

“Se riusciamo a ridurre al minimo i picchi di zucchero nel sangue, ciò migliorerebbe la sensibilità all’insulina (e) i livelli di energia e può persino ridurre l’appetito”.

Il consumo di cereali integrali ricchi di fibre aumenta il tempo necessario al corpo per digerirli, ritardando così il rilascio di energia dai carboidrati nel sistema.

Una tazza di riso integrale fornisce circa l'11% del valore giornaliero raccomandato di fibre rispetto al riso bianco che ne offre il 2.1%.

Questo aiuta a mantenere una sensazione di sazietà per un periodo prolungato e a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue.

Optare per il riso integrale invece del riso bianco può essere particolarmente vantaggioso se lo desideri regolare livelli di zucchero nel sangue o gestire il peso, grazie alla sua digestione più lenta e al rilascio di energia più costante.

E il riso bianco?

Sebbene il riso integrale contenga più componenti nutrizionali rispetto al riso bianco, non rinunciare completamente a quest'ultimo.

Il suo contenuto di fibre relativamente basso significa che la sua energia è più facilmente disponibile, il che può essere un enorme vantaggio per gli atleti o per coloro che conducono uno stile di vita più attivo.

Il dietista Kim Yawitz afferma che è "un'ottima scelta dopo allenamenti lunghi o intensi quando hai bisogno di carboidrati a digestione più rapida per ricostituire il glicogeno nei muscoli".

Il basso contenuto di fibre rende anche più facile mangiare per chi ha problemi digestivi.

Il riso bianco è spesso più conveniente del riso integrale e durerà (crudo in un contenitore ermetico) per almeno due anni. Il riso integrale ha in genere una durata di sei mesi.

Lontano dalla nutrizione, il riso integrale può richiedere più manodopera

Alisha Virani, proprietaria di Wholesome Fuel, spiega:

“Poiché lo strato esterno del riso integrale è lo strato di crusca ricco di fibre, l’acqua deve penetrare in questo strato per creare una consistenza più morbida come il riso bianco.

"Ciò significa che richiede più tempo per cucinare e può avere una consistenza più dura del riso bianco se non cotto abbastanza a lungo."

Un vantaggio potenzialmente più importante del riso bianco è che contiene meno arsenico del riso integrale.

L'arsenico è un composto tossico che si trova sia nel riso bianco che in quello integrale, ma secondo Consumer Reports, il riso bianco contiene solo circa il 20% della quantità presente nel riso integrale.

Avresti bisogno di mangiare molto riso per accumulare livelli tossici di arsenico nel tuo sistema, ma Mast consiglia comunque che “se il riso viene consumato quotidianamente in grandi quantità, soprattutto per i bambini piccoli, sarebbe una scelta più sicura mangiare più riso bianco”. Spesso".

Ci sono degli svantaggi nel riso?

Il riso in tutte le sue versioni è ottimo ma lo svantaggio principale è l'inclusione dell'arsenico.

È incline ad assorbire l'elemento naturale dal suo ambiente di crescita.

La nutrizionista Stefani Sassos afferma: “L'arsenico si trova in due forme, organica e inorganica, ed è un elemento naturale che si trova nell'acqua e nel suolo.

"L'arsenico è un noto cancerogeno per l'uomo e può essere dannoso se consumato in quantità eccessive."

Per ridurre il contenuto di arsenico, Sasso afferma: "Il riso è un componente culinario importante di molte culture, quindi se è un alimento base nella tua casa e sei preoccupato per l'esposizione all'arsenico, puoi ridurre il contenuto di arsenico nel riso lavandolo prima". e poi cucinarlo con acqua pulita a basso contenuto di arsenico.

Includi il riso nella tua dieta un paio di volte a settimana.

Il riso integrale è oggettivamente sano perché fornisce più fibre e micronutrienti per porzione.

La fibra aggiuntiva è particolarmente importante per i diabetici o per coloro che cercano di perdere peso.

Ma il riso bianco è nutriente quasi quanto il riso integrale e quando si tratta di cosa può mancare al riso bianco, Virani dice:

“Invece di pensare agli svantaggi, riformulo sempre il concetto per pensare invece a come possiamo integrare i nostri pasti con alcuni di quei nutrienti mancanti.

"Credo davvero che mangiare cibo dovrebbe sempre essere un equilibrio tra gusto e opzioni ricche di nutrienti."

È importante tenere presente il quadro più ampio e considerare la scelta nel contesto della propria dieta e del proprio stile di vita.

Mast afferma: “Sia il riso bianco che quello integrale possono essere salutari.

"Ciò che conta di più è la dimensione della porzione e cosa mangi con essa."

Se mangi riso un paio di volte a settimana e segui una dieta equilibrata ricca di cereali integrali e fibre in altre aree, non importa se mangi riso integrale o bianco.

Quindi la prossima volta che mangerai riso, sentiti libero di scegliere quello che desideri.



Dhiren è un redattore di notizie e contenuti che ama tutto ciò che riguarda il calcio. Ha anche una passione per i giochi e la visione di film. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".



Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Lo stupro è un fatto della società indiana?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...