Gli scienziati scoprono la debolezza in Covid-19

Un team internazionale di scienziati dell'Università di Bristol ritiene di aver trovato un punto debole all'interno del picco proteico di Covid-19.

Gli scienziati scoprono la debolezza in Covid-19 f

"come trasformare questa nuova conoscenza contro il virus stesso"

Gli scienziati hanno rivelato che è stata trovata una debolezza nel Covid-19. Più specificamente, è nel suo picco proteico, il che significa che il ceppo potrebbe essere iniettato con farmaci antivirali per impedirne il funzionamento.

Un team internazionale dell'Università di Bristol crede di aver trovato una tasca "drogabile" all'interno di un campione di Sars-CoV-2 che potrebbe essere un potenziale "cambio di gioco" di una pandemia.

Gli scienziati sperano che la scoperta possa portare allo sviluppo di farmaci antivirali a piccole molecole per arrestare ed eliminare il virus prima che entri nelle cellule umane.

Lo studio ha utilizzato cellule di insetti ed è stato pubblicato sulla rivista Science.

I ricercatori hanno affermato che la nuova rivelazione, se applicata correttamente, potrebbe aiutare a sconfiggere il Covid-19.

Le ricercatori ha trovato una piccola molecola chiamata acido linoleico (LA) sepolta in una tasca su misura all'interno della proteina spike che si trova sulla superficie del virus.

LA è un acido grasso libero necessario per molte funzioni cellulari e non può essere prodotto dall'uomo.

È vitale per i livelli di infiammazione e immunità ed è necessario per mantenere le membrane cellulari nei polmoni per aiutare le persone a respirare correttamente.

Il professor Imre Berger ha dichiarato: “La nostra scoperta fornisce il primo collegamento diretto tra le manifestazioni patologiche di LA, Covid-19 e il virus stesso.

"La domanda ora è come trasformare questa nuova conoscenza contro il virus stesso e sconfiggere la pandemia."

Gli scienziati hanno utilizzato la crio-microscopia elettronica (cryo-EM), che è una potente tecnica di imaging.

È stata generata una struttura 3D del picco Sars CoV-2, consentendo ai ricercatori di guardare in profondità all'interno del picco e identificare la sua composizione molecolare.

All'interno della sua proteina, i ricercatori hanno individuato LA in una tasca.

Il professor Berger ha descritto il gruppo di ricerca come "veramente perplesso" dalla scoperta e dalle sue implicazioni.

Il Proffesor Berger ha aggiunto: “Quindi qui abbiamo LA, una molecola che è al centro di quelle funzioni che vanno in tilt nei pazienti con Covid-19, con conseguenze terribili.

"E il virus che sta causando tutto questo caos, secondo i nostri dati, afferra e mantiene esattamente questa molecola, fondamentalmente disarmando gran parte delle difese del corpo."

Il team ha trovato aspetti positivi da studi precedenti sul rhinovirus, che è un virus che causa il comune raffreddore.

Una tasca simile è stata sfruttata per sviluppare potenti piccole molecole che sono state utilizzate con successo come farmaci antivirali negli studi sull'uomo in una clinica.

Il team di Bristol spera che una strategia simile possa ora essere utilizzata per sviluppare farmaci antivirali a piccole molecole contro Covid-19.

Il professor Nicola Stonehouse, professore di virologia molecolare presso l'Università di Leeds, ha dichiarato:

“Una delle preoccupazioni riguardanti il ​​controllo dell'attuale pandemia di Sars-CoV-2 è la mancanza di farmaci antivirali che prendono di mira specificamente il virus.

“Questo studio dettagliato definisce una tasca nel picco e quindi genera dati molto utili in quanto ciò potrebbe portare alla progettazione di farmaci antivirali in futuro.

"Tuttavia, va notato che il materiale utilizzato qui è stato realizzato in cellule di insetti, il che potrebbe essere un limite e che sarebbe necessaria la progettazione / screening dei farmaci per selezionare i farmaci candidati, ma è un passo molto positivo nella giusta direzione . "

La professoressa Melanie Welham, presidente esecutivo del Consiglio per la ricerca sulle scienze biotecnologiche e biologiche, ha affermato che lo studio ha prodotto "scoperte affascinanti", che potrebbero essere "vitali mentre cerchiamo modi per controllare e sconfiggere il virus".

Dhiren è una laureata in giornalismo con la passione per i giochi, la visione di film e lo sport. Gli piace anche cucinare di tanto in tanto. Il suo motto è "Vivi la vita un giorno alla volta".

Grazie al National Lottery Community Fund.




Cosa c'è di nuovo

ALTRO

"Quotato"

  • Sondaggi

    Pensi che le microtransazioni di Battlefront 2 siano ingiuste?

    Caricamento in corso ... Caricamento in corso ...
  • Condividere a...