Riz Ahmed onorato di essere in Star Wars Rogue One

Riz Ahmed è onorato di essere il protagonista del film Star Wars Rogue One, dove interpreta Bodhi Rook, ma il suo viaggio fino a questo punto come attore è interessante.

Riz Ahmed onorato di essere in Star Wars Rogue One

"La rappresentanza delle minoranze etniche e nere nel cinema e nella televisione britannica è ai minimi dall'inizio degli anni Ottanta. Questo è un dato di fatto."

Riz Ahmed recita in Star Wars Rogue Uno film, assumendo un ruolo da protagonista nel franchise.

L'affermato attore britannico asiatico discute il suo ruolo e le difficoltà che ha dovuto affrontare nel mondo della recitazione.

Rogue Uno segue una squadra di ribelli che si uniscono per ottenere i piani per l'arma distruttiva dell'impero: la stella della morte.

L'attore 33enne interpreta il personaggio di Bodhi Rook, un pilota cargo per l'impero, la cui casa è occupata Jedha. Ahmed fa luce sul suo personaggio dicendo: "Il suo pianeta è stato invaso e sa cosa vuol dire vivere sotto occupazione e collaborare con gli occupanti solo per guadagnarsi da vivere".

Bodhi Rook è un personaggio che deve lasciare il segno nel mondo, senza l'aiuto dei suoi predecessori.

Riz Ahmed dice al Gentleman's Journal in un'intervista esclusiva con Henry Tobias Jones:

“Bodhi è in realtà il sanscrito per il risveglio… Abbiamo così tanti personaggi che sono figli o nipoti di qualcuno e sono nati in un'eredità di grandezza. Si rende conto che deve fare scelte che sono molto al di sopra del suo grado di paga. "

Riz Ahmed onorato di essere in Star Wars Rogue One

La lotta del personaggio per creare la propria eredità è anche simile alla lotta di Ahmed nell'industria cinematografica. Anche se onorato di essere il protagonista Rogue Uno, è stato costretto ad affrontare alcune difficoltà per arrivare a questo punto della sua carriera in cui non è visto solo come il ragazzo che può svolgere un ruolo stereotipato.

Fa ulteriori dichiarazioni nel Gentleman's Journal intervista, in cui si afferma: “La rappresentanza delle minoranze etniche e nere nel cinema e nella televisione britannica è ai minimi dall'inizio degli anni Ottanta. Questo è un fatto."

Ahmed si sente come se la sua etnia giocasse un fattore decisivo nella scelta di interpretare i ruoli. Questi non sono solo quelli che non riceve, ma quelli che gli vengono offerti.

In un saggio per il Custode, Ahmed parla del problema del ruolo typecast. Parla di un palcoscenico per ogni ruolo. Lo chiama: "Rappresentazioni di minoranze etniche".

La prima fase secondo l'attore di Rogue One è: "L'autista del minicab, il proprietario del negozio all'angolo, il terrorista". Questo stereotipo razziale non è aiutato dal suo background cinematografico. Ma non rimpiange in alcun modo i ruoli che lo hanno aiutato a diventare l'uomo che è ora.

Lavorando su film come "Four Lions", era inevitabile non essere visto come un attore con un ruolo specifico. Ma dal suo passaggio in America, le cose hanno iniziato a cambiare.

Tuttavia, la seconda fase si svolge su: "Terreno etnico ma con l'obiettivo di sfidare gli stereotipi esistenti". Tuttavia, questo non è ancora buono come la fase finale che Ahmed descrive come: “Terra Promessa. Dove interpreti un personaggio la cui storia non è intrinsecamente legata alla sua razza.

“Ecco, non sono un sospetto di terrore, né una vittima di matrimonio forzato. Ecco, il mio nome potrebbe anche essere Dave. "

Ecco perché Ahmed è più onorato che mai di poter avere un ruolo in Rogue Uno, che non è definito in alcun modo dall'etnia. È impressionato da Lucas Films, dice:

“Lucas Films e Kathleen Kennedy sono incredibili. Capiscono che Star Wars è un franchise che ha la capacità di plasmare la cultura. Sono abbastanza coraggiosi da cercare di aprire la strada. "

Riz Ahmed onorato di essere in Star Wars Rogue One

Non si tratta di razza o di dividere le persone in Star Wars Rogue Uno film. Riguarda la recitazione, per non parlare dei personaggi che si uniscono per risolvere un grosso problema. Questo è il motivo per cui Ahmed ha scelto l'America come piattaforma per i suoi ruoli nella fase tre. Non vuole essere l'autista del minicab. Vuole interpretare l'uomo che non appartiene a uno stereotipo razziale.

Il suo personaggio di Bodhi Rook gli dà la possibilità di far vedere al mondo più delle sue capacità di recitazione.

È stato visto in film di successo come quello di Michael Winterbottom La strada per Guantanamo. Ma ora sta lasciando il segno nel franchise di Star Wars come Bodhi Rook. È l'improbabile eroe che, insieme agli altri personaggi, ruberà i piani alla Morte Nera e farà la storia fermando la distruzione.

Star Wars Rogue Nation versioni dal 14 dicembre 2016.

Alima è una scrittrice dallo spirito libero, aspirante romanziere e fan follemente bizzarro di Lewis Hamilton. È un'appassionata di Shakespeare, con una visione: "Se fosse facile, lo farebbero tutti". (Loki)

Fonte: L'intervista completa è disponibile nel numero di dicembre 2016 del Gentleman's Journal.