Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza

DESIblitz ha parlato con Riya Sharma, fondatrice di "Wall Street Confessions". Una pagina che rivela le turbolente verità del lavoro in finanza.

Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza - f

"L'impatto esce dall'azione e l'azione esce dalle conversazioni"

La ventiduenne Riya Sharma è la fondatrice della popolare pagina Instagram "Wall Street Confessions" che offre al pubblico una visione reale e onesta della vita della finanza.

Dopo aver lanciato la pagina nel gennaio 2019, quando aveva 19 anni, Riya, noto anche come Ri, voleva fornire un rifugio sicuro per "confessioni" veritiere e significative da parte dei professionisti finanziari di Wall Street.

Con sede a New York City, Wall Street è nota per il suo ambiente tenace, le ore implacabili e la pressione costante.

Tuttavia, questi sacrifici sono resi sopportabili dai famigerati alti stipendi di Wall Street e dai bonus straordinari.

Sebbene questo spieghi i lussi materialistici stereotipicamente legati a agenti di cambio, analisti e trader, che molti vedono sui social media, non presenta lo stato autentico di Wall Street.

Questo è ciò che Ri spera di correggere con "Wall Street Confessions". Quando la pagina ha preso piede per la prima volta, le donne sono state il fattore importante per diventare la spina dorsale della pagina.

Che si trattasse di incidenti "#MeToo", discriminazione sessuale o dichiarazioni generali sull'equità, le donne hanno lentamente svelato i turbolenti incidenti del lavoro a Wall Street.

Essendo stata la sfortunata vittima di violenza sessuale quando aveva solo 17 anni, il cuore della missione di Ri è molto personale nell'illustrare come le donne vengono trattate in tali ambienti.

I post intuitivi ma strategici di Ri riescono a catturare queste vivide confessioni in modo scattante. Rende facile per il pubblico digerire rapidamente le rivelazioni mentre si sofferma sul loro significato più profondo.

Mettendo in luce gli squilibri di genere all'interno della finanza, le questioni culturali e le molestie, la pagina si dedica anche a contenuti più spensierati.

Consigli motivazionali, divertenti buffonate di reclutamento e appuntamenti falliti forniscono alla pagina confessioni più giocose e sollevamenti occasionali.

Inoltre, i post su investimenti e azioni aggiungono una dinamica educativa alla pagina, incuriosindo le persone a saperne di più su una terminologia specifica e a rispolverare la loro consapevolezza finanziaria.

Mentre la pagina continua a crescere, DESIblitz ha parlato in esclusiva con Ri delle origini di "Wall Street Confessions", dei problemi all'interno della finanza e dei suoi sforzi futuri.

Parlaci di te

Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza

Sono nato e cresciuto nel New Jersey, ho trascorso parte del liceo nel sud della California e finalmente ho trovato il mio posto a New York.

Attualmente vivo nell'Upper East Side e lo adoro.

I miei genitori vengono dall'India (Delhi, in particolare) e ho due fratelli maggiori che ammiro molto.

Per quanto riguarda l'istruzione, mi sono laureata in finanza e studi internazionali con una specializzazione in gestione delle arti al Marymount Manhattan College, prima di abbandonare gli studi per intraprendere iniziative imprenditoriali.

Attualmente lavoro a tempo pieno presso StockTwits come social media manager e mi occupo anche di "Wall Street Confessions".

Come ti sei interessato alla finanza?

Amo i numeri. Stavo solo scherzando.

Quando avevo 16 anni, ho preso in mano il libro Investment Banking per manichini e ho pensato che fosse la cosa più interessante del mondo.

Mi sono sempre detto che mi sarei laureato in finanza e avrei lavorato in banca.

Anche uno dei miei fratelli lavora nella finanza, quindi crescere e vederlo nel settore ha contribuito.

Cosa ti ha spinto ad iniziare 'Wall Street Confessions'?

Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza

Quando ero al college, stavo facendo domanda per ogni opportunità possibile nella sfera dell'investment banking, facendo chat al caffè e ho fatto del mio meglio per andare avanti.

Ero arrivato fino agli assistenti esecutivi di messaggistica alla Goldman Sachs chiedendo presentazioni. Niente ha funzionato.

Stavo seguendo anche le popolari pagine di Instagram e ho notato che c'era molta attenzione intorno ai "meme" - Gucci mocassini, gilet Patagonia, ecc.

Ho pensato che fosse importante aprire la conversazione sul settore dei servizi finanziari e su ciò che accade davvero.

Che impatto vuoi che abbia la pagina?

Voglio che le persone parlino delle cose che contano e agiscano per fare meglio.

Se "Wall Street Confessions" potesse avere un impatto, si spera che sia verso la disuguaglianza di genere e la salute mentale.

È importante che le persone pensino e considerino il ruolo della loro vita quotidiana nelle storie condivise.

L'impatto esce dall'azione e l'azione esce dalle conversazioni... Se qualcuno legge qualcosa su una donna che è maltrattati e analizza come trattano le loro colleghe, lo considererei una vittoria.

Hai aperto la pagina in modo anonimo ma cosa ti ha spinto a rivelare la tua identità?

Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza

Volevo umanizzare il marchio. Le persone inviano cose e dicono cose agli influencer spesso senza pensarci davvero impatto che hanno le loro parole.

È incredibilmente facile dire qualcosa a qualcuno che non conosci affatto e vederlo come una persona meno importante.

È sempre importante sapere che ci sono persone con sentimenti e pensieri dietro le piattaforme, anche se sono anonime.

Quali sono le tue opinioni personali su Wall Street/finanza e sui problemi che devono essere affrontati?

Non è solo Wall Street, ma l'America aziendale ha una lunga strada da percorrere per quanto riguarda il trattamento delle donne.

Meritiamo l'uguaglianza e di essere trattati meglio. Ci sono strati nella conversazione sull'equità.

Penso che le persone dovrebbero prestare maggiore attenzione anche alla salute mentale. Non è sostenibile per nessuno lavorare 80-90 ore a settimana e tutti dovrebbero essere più consapevoli del burnout.

Hai subito qualche contraccolpo dalla pagina?

Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza

La gente dice che le storie sono inventate o che non sono importanti.

Semmai, lo prendo come un segno per andare avanti e continuare a postare. A parte questo, mi è stato anche detto che dovrei arrendermi e 'trovarmi un vero lavoro' o che dovrei limitarmi a postare cose divertenti.

Non mi interessano mai quei commenti. Ho un lavoro e continuare a sollevare il velo su questioni culturali profondamente radicate è importante per me.

Qualche CEO di alto rango ti ha mai 'confessato' o contattato?

No. Rich Handler di Jefferies commenta alcuni dei miei post, ma a parte lui, non ho avuto contatti con i CEO.

mi piacerebbe fare qualcosa con cathie legno di Ark Invest, Sallie Krawcheck di Ellevast o David Solomon di Goldman Sachs, però.

È sempre bello vedere persone che vogliono entrare in contatto con i dipendenti junior.

Come descriveresti il ​​potere dei social media per le questioni sociali, finanziarie e politiche?

Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza

I social media sono dove tutto inizia e dove tutto finisce. È una risorsa incredibilmente preziosa per qualsiasi persona, azienda o organizzazione.

È dove una persona può parlare a centinaia di milioni di persone e avere un impatto profondo su questioni importanti o su ciò che stanno attraversando.

È anche il luogo in cui le persone possono sentirsi come se non fossero sole, non importa cosa stia succedendo loro.

Alla domanda su come affrontare eventuali difficoltà come donna indiana nelle sue aree di lavoro sui social media, Ri dice:

Ho la fortuna di dire di no. Direi anche che non sono in finanza, però. Proprio parallelamente al settore.

Iniziando la pagina in giovane età, cosa hai imparato man mano che la pagina e le tue esperienze sono cresciute?

Riya Sharma parla di "Confessioni di Wall Street" e disuguaglianza

Ho imparato che le donne hanno molta strada da fare e che la conversazione deve continuare.

Ho anche imparato che a volte è intelligente sedersi sulle cose prima di parlare. Nel complesso, Wall Street Confessions mi ha insegnato molte cose e ho avuto l'opportunità di incontrare persone fantastiche.

Come il mio manager Brian Hanly (CEO of Studio rialzista, un incubatore di creatori focalizzato sull'apertura della conversazione sulla finanza), Alyson Denardo di Two Pink Suits (una società di consulenza strategica per aziende guidate e di proprietà di donne) e altro ancora.

Oltre a "Wall Street Confessions", quali sono le tue ambizioni?

Wall Street Confessions è la mia ambizione al di fuori del mio lavoro quotidiano (che adoro).

Direi che sono un massimalista di bitcoin ed ethereum e lo spazio delle criptovalute è estremamente eccitante per me.

Mi piacerebbe essere più coinvolto e fare qualcosa di correlato... che si tratti di NFT o di iniziare qualcosa come "confessioni crittografiche". Chissà?

La crescita astronomica di "Wall Street Confessions" ha catapultato la pagina oltre 120,000 follower ed è facile capire perché.

In qualità di social media manager per StockTwits, Ri continua a coinvolgere in modo impressionante gli utenti con le confessioni intime che pubblica. Massimizzare l'interattività di "Wall Street Confessions" ha portato ai suoi trionfi senza precedenti.

Con alcuni soprannominando l'account come "Gossip Girl di Wall Street", la pagina non si limita solo a un luogo in cui 'confessarsi'.

Inoltre, è una piattaforma in cui Wall Street e altri settori finanziari sono ritenuti responsabili, anche costituiti da "confessioni" di persone che lavorano a Londra.

La mancanza di azione contro cose come commenti misogini, razzisti e omofoni è un evento quotidiano nelle aziende di alto profilo.

Tuttavia, l'obiettivo di Ri di sradicare questi commenti creando uno spazio che richiede conversazioni scomode per cambiare è notevole.

Anche CEO di alto livello come Richard Handler, CEO della società finanziaria Jefferies, hanno dichiarato quanto ammirano Ri:

"Imprenditorialità, buon senso e desiderio di influenzare positivamente il settore finanziario."

L'intelligenza di Ri, l'aura potenziante e la determinazione ispiratrice illustrano la formidabile lotta per il cambiamento della giovane socialite.

Sebbene sia ancora molto giovane, rimane un catalizzatore per le donne che intraprendono il loro viaggio nella finanza, fornendo anche speranza a professionisti affermati.

I suoi obiettivi ambiziosi, la visione innovativa e la determinazione ammirevole porteranno senza dubbio più successo e, si spera, evoluzione.

Dai un'occhiata all'emozionante pagina "Wall StreetConfessions" qui.

Balraj è un vivace laureato in scrittura creativa. Ama le discussioni aperte e le sue passioni sono il fitness, la musica, la moda e la poesia. Una delle sue citazioni preferite è "Un giorno o un giorno. Tu decidi."

Immagini per gentile concessione di Riya Sharma e Wall Street Confessions Instagram.